martedì 29 maggio 2007

CHIUSO PER FERIE!!!! :-)))...E...ANGURIE!!!!


BUONE VACANZE A TUTTI !!!
Vi saluto,ci si rivede a fine mese,ogni tanto posterò qualcosina :-)))
E visto che giovedi nn ci sarò!!!

Me li faccio adesso...ahahahah!
TANTE ANGURIE A ME TANTE ANGURIE A LORIANA TANTE ANGURIE A MEEEEEEEEEE!!!
E si,mamma mia tanti 24 anni vero???...ahahahahah!
Una caro saluto a tutti quelli che sino ad oggi mi hanno seguito!!!

lunedì 28 maggio 2007

INSALATINA DI MOSCARDINI SOIA E PESCHE



4 Moscardini

2 Carote

2 zucchine

1 peperone crudo

1 peperone grigliato

2 patate

1/2 scatola di fagioli di soia

1 limone più la buccia

basilico

sale

olio evo

vinagrette di curry limone e insalata di alghe

Ho fatto grigliare il peperone spellato tagliato e messo da parte,ho sbollentato tutte le verure in acqua tenendole al dente tranne un peprone che ho lasciato crudo e tagliato a cucbetti ,ancora calde le condite con oilo limone.
Cotto i moscardini,li ho aggiunti all'isalata di verdure ho aggiunto i fagiloli di soia,le fette di pesche il basilico,ho aggiustato di sale,condito con la vinagrette servita tiepida!

SCHIACCIATINEEEEEEEE -)))


E ora di scorte,per chi resterà a casa ;-)))
Altrimenti al mio ritorno troverò un cadaverino al posto dello stregone...ahahahah!

SCHIACCIATINE ALL'OLIO DI OLIVA

1 KG di farina io ho usato la 00 mulino spadoni azzurra

100 gr di olio evo

15 gr di lievito di birra

300 gr di acqua(più o meno secondo la farina grado di umidità,farina nuova o vecchia...ecc..ecc...)

1 chucchiaio di aceto

40 gr sale


PER BAGNARE

miscela di acqua e olio in parti uguali,sale grosso.



Mettere la farina nell'impastatrice insieme al lievito(nn sciolto in acqua!!!)l'olio l'aceto,fate girare a bassa velocità inserendo mano a mano l'acqua una volta versata tutta incominciate a far incordare l'impasto aumentando la velocità,dovrete ottenere un impasto molto morbido ma che nn apiccica,fate lievitare sino al raddoppio.
Pezzate stendete le schiacciatine ,formando anche dei buchi aggiumgete la miscela di acqua olio sale grosso,fate lievitare per un'altra ora.
Cuocere in forno caldissimo io ho messo 240° ventilato,sino a doratura!

sabato 26 maggio 2007

COUS COUS...CHI E' ? :-)))


Ho avuto più volte nel corso della mia vita, la possibilità di avere tra le mani una sorta di filo di Arianna che mi riconduceva sempre in Sicilia,vuoi per una cosa vuoi per un'altra(ultimente Pianogrillo :-))), ho sempre avuto legami molto stretti con questa terra.
Una di queste cose è l'aver avuto una suocera tunisina,ma con natali siculi per la precisione nella provincia di TP :-))).Un connubio perfetto per mangiare un cous cous paradisiaco anche in Italia no??
Ehhhhhh siiiii!!!
Ditemi voi se nn è un caso,anni prima di conoscere suo figlio(padre della coniglia :-))) )io ero stata proprio nel paese di provenienza della sua famiglia per una vacanza e il mio fidanzatino era proprio di quel paese...:-)))
Ci sono ritornata più volte imparando a conoscere molto bene quella terra,mentre ne mia suocera, ne tanto meno suo figlio, ci erano mai stati! :-)))
Ora sapete di sicuro che in Sicilia grazie alle dominazioni,ancora oggi ci sono pietanze che ricordano tanto quelle arabe,una di queste è appunto il cous cous...
Ho imparato proprio da lei a prepararlo,nn è mai stata una grande cuoca,tutt'altro :-)))Ma quando preparava il cous cous(cuscusu in dialetto)...poesia, pura e semplice poesia...incominciava il giorno prima con la cottura della carne(montone ma qui nn esistevano ancora macellerie arabe,ma la vendono poi?:-))))le verdure, i ceci messi a bagno e la ricerca della semola giusta.
E mentre lavorava mi raccontava:Di suo padre della sua vita a Castellamare.Di quando alla sera vestito sempre di bianco e con il bastone andava sulla battigia(in Tunisia) e guardava senza "vedere" l'orizzonte e quando lei gli chiedeva cosa stesse facendo ,lui le rispondeva "annuso la Sicilia", e quando lei obiettava per il fatto che nulla si poteva vedere da quella distanza,figuriamoci sentire i profumi,lui le rispondeva "una volta che sei nato in quel posto o anche solo ci sei passato,nulla potrai più scordare di quella terra"...Suo padre mori senza poterla rivedere ...
Quandò scoprì che io conoscevo molto bene Castellamare, spesso con la scusa del cous cous mi portava in cucina e li come una bimba mai stanca di sentire, mi pregava ogni volta di raccontarle...di quanto erano belli quei posti, di quanto avesse sognato di visitarli,e lei che li aveva conosciuti solo attraverso i racconti di suo padre,ogni tanto diventava triste,suo padre le aveva promesso che prima o poi l'avrebbe portata in quella terra,l'ha lasciata prima che potesse accadere.Non è mai stata in Sicilia,ne credo dopo la morte di suo padre, abbia più voluto andarci ...
Questa le cantava suo padre,tenedola per mano sulla spiaggia la domenica mattina,quella era la sua messa mi diceva :-)))Certo nn è una canzoncina felice ,ma lui nn aveva nulla per cui esser felice in quel periodo...

VITTI N'A CROZZA

Vitti na crozza supra nu cantuni
e cu sta crozza mi misi a parlari.
Idda m'ha rispunniu cu gran duluri
iu' mossi senza toccu di campani.
Prestu passanu tutti li me anni.
Passano e si ni ienu un sacciu unni.
Ora cha sugnu vecchiu di tant'anni
chiamu la crozza e nuddu m'ha rispunni.
Chinnaia a fari chiù di la me vita.
Non sugnu bono ciuù mi travagghiari.
Sta vita è fatta tutta di duluri
e da cussì non vogghiu chiù; campari.
Cunzatimi cu ciuri lu me lettu.
Picchi' aalla fine già sugnu arriduttu.
Vinni lu tempu di lu me rizzettu.
Lassu stu beddu munnu e lassu tuttu.
  • ASCOLTA QUI


  • A lei bastava solo toccarla con la mano la semola per capire se fosse buona o meno.
    Poi il giorno dopo,partiva con l'incocciatura della semola, che cosè l'incocciatura?
    Allora prima di tutto si prende una grande "mafaradda" possibilimente di terra cotta (va bene anche una grande ciotola eh ),vi si versa la semola(nn quella precotta eh!!! )si prende una bacinella con acqua tiepida e olio e con movimenti rotatori si incomincia a "incocciare" la semola,come per magia vedrete e sentirete la semola gonfiarsi sempre più vi ritroverete con delle piccole sfere che ricordano tanto delle piccole pepite d'oro :-)))Si lascia seccare su di un telo,per qualche ora...

    Ora il cous cous è pronto per essere cotto,ogni famiglia ha la sua couscoussiera passata magari da madre in figlia.


    Nella parte sotto ci si mette il brodo(carne o pesce)con il quale ci si bagna ogni tanto la semola che viene adagiata nella parte superiore della pentola.
    Il cous cous si cuoce così a vapore(con uno straccio bagnato in torno al bordo pentola ) una volta pronto si sgrana bene e si serve con il brodo la carne o con il pesce( ghiotta)magari accompagnato da harissa,una salsa piccantissima di origine araba :-)))


    (IMMAGINE TROVATA IN RETE)

    Questa è la più comune si trova in tutti i supermercati ora mai...
    Io d'estate uso molto la semola anche per semplici insalate fredde.
    Questa volta ho provato a cuocere il cous cous nel sacchetto di carta fata,ho aggiunto della menta e del curry,quando ho aperto il sacchetto...un esplosone di profumi pazzeschi.
    Questo nn è il vero cous cous naturalmente,nn ho tutto quel tempo a disposizione è solo una mia rivisitazione un pò più veloce,una cosa che mi serve ogni tanto per tornare con la mente a Castellamare,alla sua lunghissima paseggiata, a Scopello e alla sua tonnara(ora mai chiusa)dove mi piaceva da pazzi tuffarmi dagli scogli(beata gioventù...ahahahah) A Erice ,Marsala,Segesta...al calore di quella gente.
    Ecco questo cous cous è dedicato a Salvo,Gianni, Tommaso, Angelo a tutte quelle persone che mi hanno fatto conoscere questo posto incantevole,gente meravigliosa e...si anche a lei, che ora mai nn cucina più il cous cous,ma resta pur sempre la mia insegnante ...:-))) La mia ex suocera...:-)))
    Tante persone ancora fanno parte di quel filo che mi lega per sempre a quella terra,ma fanno parte di altre storie, che magari ogni tanto vi racconterò ancora(nn è una minaccia eh ...ahahaha)

    COUS COUS GAMBERONI CURRY E MENTA


    Cous cous da incocciare :-)))

    Gamberoni

    Verdure miste tagliate a tocchetti (melanzane peproni zucchin ecc..ecc..)

    Ceci messi a bagno

    cipolla

    aglio

    Passata di pomodori

    Brodo di pesce

    curry in polvere

    peperoncino o harissa

    menta

    basilico

    sale speziato

    olio(Pianogrillo e che altro se no? ):-)))

    sacchetto di carta fata

    Preparate il sugo di pomodoro(abb0ondante),con olio, aglio peperoncino aggiungete i ceci il brodo di pesce e portate a cottura.Adagiate i gamberoni sopra il sugo e coprite con un coperchio il vapore cuocerà i gamberoni.
    In un padella con un filo di olio cuocete tutte le verdure tagliate a dadini,salate e mettet da parte,preparate la semola una volta pronta mettetela dentro un sacchetto di carta fata,aggiungete sale speziato ,un pò di brodo avanzato,curry in polvere menta olio e basilico ora dagiate il sacchetto dentro una vaporiera(o quello che avete)cuocete 30 minuti (secondo la semola)ogni tanto aprite e scuotete il saccheto,quando la semola è cotta tiratela fuori ancora un giro di olio servitela con il sugo di ceci gamberoni e le verdurine!

    P.S Ci credereste mai che mentre incoccio canto quella canzoncina???
    provate anche voi a farlo!!!


    kkkkkkkkk che dici,incocciamo??? :-))) Promesso che canto anche...ahahahah questa è una minaccia!

    venerdì 25 maggio 2007

    TURBANTINI DI POLLO...


    Io nn mangio carne ma quando in casa chiedono,me tocca...
    Lo potete fare anche con il pesce se preferite,io di seguito scriverò il mio modo per ottenere i turbantini perfetti ,ma nulla vieta che voi lo facciate a vostro piacere..:-)))


    TURBANTINI DI POLLO CON MELANZANE E PECORINO DI FOSSA...


    1 Petto di pollo tagliato a fette

    1 melanzana tagliata a tocchetti

    un pezzo di pecorino di fossa(o altro se preferite)

    Cubetti di pane raffermo tostato

    basilico

    origano

    sale

    BRUNOISE DI VERDURE CON POMODORO FRESCO(le verdure tutte tagliate)


    pomodori da sugo

    cipolla

    peperoni

    zucchine

    melanzane

    1 cucchiaino di curry

    1 spicchio di aglio

    basilico

    olio

    sale


    In una padella fate rosolare le melanzane con un filo di olio e uno spicchio di aglio,aggiuste di sale tenete in caldo.
    Su ogni fetta di pollo mettete un pò di melanzane, qualche pezzetto di pecorino,di pane tostato, l'origano, il basilico e il sale.Arroltolate senza troppo preoccuparvi se il tutto nn sta molto insieme :-)))
    Prendete dei pezzi di carta alluminio arrotolate i turbantini,stringete bene formando sei salsicciotti,scaldate una padella e fate"rosolare" i turbantini da tutte le parti,togliete dal fuoco e fate raffreddare.
    Preparate il sugo di pomodoro con olio ,cipolla, aglio fate asciugare bene l'eventuale acqua dei pomodori,aggiungete il curry e portate a cottura!
    In un'altra padella rosolate con olio e aglio il resto delle verdure,aggiustando di sale devono rimanere croccanti le verdure mi raccomando...
    Ora riprendete i turbantini di pollo e ancora "incartati" tagliate le due estremità,posiszionateli sopra alla leccarda e aggiungete in cima a ogni turbante un pò di melanzane un pò di pecorino e qualche pezzetto di pane,mettet in forno per 5 minuti e servite,si possono servire sia caldi che freddi!

    giovedì 24 maggio 2007

    RISO FREDDO A TONGA :-)))


    Daniela è una mia amica che vive alle isole Tonga,lei e suo marito Gp si sono trasferiti li anni fa,lui fotografo e giornalista lei bravissima cuoca,hanno un figlio Federico che si è sposato con una ragazza tongana:
    GP ha aperto un ufficio turistico, e vende viaggi in tutto il mondo verso questa spelndia meta,Daniela ha aperto un bar il Water Front dove cucina piatti meravigliosi.
    Quando dico che ha aperto mi viene da ridere,il suo bar nn ha muri in verità e pochi ne servono, Tonga, l'unica prigione aperta serve solo per gli ubriachi che il sabato mattina affolano le piccole celle,dopo che hanno passato la notte nei vari bar dell'isola a spendere il guadagno della settimana lavorativa.Li potete vedere su grandi camion il giorno dopo smaltita la sbronza, mentre vengono portati a far lavori socialmente utili :-)))questa è la punizione,per chi si comporta male.
    Mentre per chi viene sorpreso a "correre"(il limite è dei 60 km orari !!!!) con la macchina per le vie delle città(??? :-))))viene portato davanti al giudice,che gli spara una ramanzina di mezz'ora,con i tuoi 65 km(:-))) ) avresti potuto causare danni a persone cose ecc..ecc...e che nn si debba più ripetere una cosa del genere ok??? :-)))
    A Tonga,dovete cambiare la vs patente in quella locale,bene commissaritato,10 minuti con 10 euro ecco la vs,patente plastificata e pronta...proprio come da noi insomma...ahahahah!
    Se dovessi parlare di Tonga nn mi basterebbero dieci pagine di questo blog,li tutto è a rilento anche i cani :-))),un'altra vita un altro mondo,i tongani hanno un senso del possesso che in pratica nn esiste,lo spete che l'animale nazionale è il pig fish,un maialino(oddio maialino...ahahaha) che con la bassa marea troverte in spiaggia a cercare frutti di mare che spacca con le sue mandibole mangiandone il contenuto.
    Ecco questi maialoni di norma nn sono pericolosi e li troverete in giro per la città (nuku' alofa capitale)liberi di scorazzare,se vi capiatasse la disgrazia di tirarne sotto uno con la macchina,sapete che farà il proprietario del misero?Dividerà con voi il bottino :-)))
    Ricordo ancora il mio terrore quando un tassista del posto ci portò in gita per vedere i monoliti,bene ad un certo punto mi vedo venire incontro una grossa maialona...ahahahah che di norma nn sarebbe stata pericolosa ,ma questa era in compagnia dei suoi piccoli,io terrorizzata gridavo come na matta,il tassista che ancora un pò se la fa nei pantaloni per le grandi risate davanti a quella scena e nel mentre mi gridava miss...miss... cori cori...si anche i tongani parlano il romano...ahahahah je possino!!!
    A Tonga se vuoi aprire una tua attività,lo puoi fare anche nel giardino di casa tua,lo possono fare anche gli stranieri,ma nulla di tutto ciò sarà per sempre vostro,il governo vi metterà a disposizione il terreno ma nn ve lo venderà mai!
    Le tasse,intese come le nostre nn esistono...:-)))
    In torno all'isola principale -Tongatapu-,ci sono diversi atolli,sun island,fa'fa' island e altri ancora.
    Nuku'alofa ,la capitale nn immaginatevela come una delle nostre città,ma neanche come uno dei nostri più conosciuti comuni,li la vita è ferma da parecchi anni,ed è giusto che sia così,le strade per la maggior parte sono sterrate,nn ci sono palazzoni e sono quasi tutti costruiti in legno,vivono a Tonga diversi italiani,ma il più famoso in assoluto e GP,se mai vi scapperà di farci un giretto :-))) Chiedete di lui,lo conoscono tutti...
    Tonga è un posto incantato,la vita è veramente intesa come tale,un giorno mi è capitato di mangiare seduta vicina alla figlia del Re,ma mi ci vedete al bar con Carolina di Monaco mentre di parla di tempo...ahahahaha!
    Se mai un giorno vi capitasse di andarci,fatevi invitare ad un Cava party,però un consiglio sarebbe opportuno che la Cava la bevesse solo il maschietto,;-) nn perchè sia pericolosa,ma sempilcemente pechè il giorno dopo sarebbe davvero difficle far capire a vostro marito,che nn conoscete assolutamente quello che giace nel vostro letto e che dice di essere il vostro nuovissimo maritino,sposato la notte prima al party :-)))Certamente avrete fatto un ottimo acquisto,ma provate a spiegare(magari dal marito quello vero :-))ad un armadio a 6 ante(così sono i tongani) che forse la Cava ha prodotto effetti un pò,libertini?...Alla vs. cara mogliettina...ahahahah Nn è sucesso ame sia chiaro :-))))La Cava è una bevanda che viene prodotta mettendo a macerare le radici della pianta del pepe,è una bevanda un pò allucinogena e un pò...bè da provare insomma...ahahahah!
    Ecco a Tonga vi può succedere anche questo,vi può succedere di passare attraverso una fitta vegetazione che vi farà pensare- in che razza di guaio mi sono cacciata?
    Per poi due secondi dopo rimanere senza fiato alla vista di una spiaggia bianca come la neve e di mare tanto azzuro da farvi male gli occhi gurdandolo.
    Ho visto una spiaggia rosa,ho giocato con le balene,ho visto pippistrelli-volpi volanti-grandi quanto un cane che si cibano però di frutta e una volta venivano cacciati per essere mangiati :-)))
    Ho conosciuto personaggi incredibili,a Tonga lo sapete che in chiesa sono amessi anche i travestiti,cè una strana cultura al riguardo,se in una famiglia nascono tutti i maschi uno di loro -il primo se nn ricordo male- viene incoraggiato dalla famiglia stessa ad indossare i panni della donna di casa,cè anche un concorso molto famoso a Tonga,proprio per loro,tipo Miss Italia :-)))
    Nn esistono discriminazioni verso chi è "diverso"
    Il mercato rionale di Tonga,è al coperto quando entarte la prima cosa che sentirete è l'odore,il caratterisco odore che sentirete sempre in ogni dove,olio di palma,che usano per friggere un pò tutto,poi ci sarnno gli odori di spezie, verdure dai colori improbabili e dalle forme incredibili,monili di tutti generi,vestiti che arrivano dall'America,portati dai più fortunati(????) che sono andati al di la per lavorare, e che sono i più ambiti dai Tongani più giovani :-)))
    Al mercato che si tiene una volta alla settimana invece,ti capiterà d'incontrare una bellissima aragosta daille sfumature azzurre legata ad un cordino in attesa di essere comperata,per poi finire in pentola:-(((
    In acqua mentre te ne nuoti tranquilla e vai sotto per vedere chi cè...ti potrebbe capitare di aver un infarto,perchè un pesce Napoleone ha pensato bene di vedere che diavolo è quella strana cosa che si agita tanto.
    Nn so se avete la ben che minima idea di quanto è grosso sto pesce...Io mi sono trovata sulla spiaggia che ancora nuotavo,cerando di scappare da quest'essere enorme,ma assolutamente pacifico,lui...ahahahahah!Tanto ci sarebbe ancora da raccontare...
    Insomma,se tutto questo nn vi basta provate a mangiare questo riso,nn sarà certo chisa cosa,ma almeno avrete provato anche voi un pò di Tonga!!! :-)))
  • TONGA


  • MALO E LELEI' a tutti :-)))


    INSALTA DI RISO DANY

    Riso profumato

    Gameretti

    ananas

    tonno

    Avocado

    fragole

    peperone

    olive nere

    Basilcio e menta freschi

    succo di lime


    A Tonga nn esisteno diversi ns frutti e diverse ns verdure,io ho solo adattato la ricetta,con quello che da noi si trova...procedete come per un normale riso freddo!

    mercoledì 23 maggio 2007

    NN LA SOLITA CROSTATA...


    Nn almeno la sua crema :-))) che invece di essere la sempre valida crema pasticcera,questa volta si è tramutata in una soffice spuma al lime e cedro...


    CROSTATA ALLA SPUMA DI LIME E CEDRO

    Per la frolla (usate la vs ricetta se volete io uso questa)


    200 gr di farina 00

    50 gr di farina frumina

    2 tuorli piccoli

    120 gr di zucchero

    130 gr di burro freddissimo

    1 pizzico di sale

    Tagliate il burro a pezzetti e lavoratelo velocemente con lo zucchero aggiungete le farine poco alla volta alternandole con i tuorli,mettete in friog a riposare per 1 ora cuocete a 180 ° in bianco per 40 minutideve essere dorata!


    SPUMA DI LIME E CEDRO

    110 gr di albume

    120 gr di zucchero

    1 cucchiaio di acqua

    il succo di due lime e la loro buccia

    il succo di un cedro (se nn lo avete ho fate tutto lime o limone o arancia quello che vi piace di più)
    più la sua buccia

    200 ml di panna

    8 gr di agar agar (va bene anche la gelatina)

    Montare gli albumi ,nel mentre sciogliere l'agar(o gelatina)nel succo di lime mettere da parte, in un pentolino mettere lo zucchero e l'acqua e preparare il solito sciroppo,portarlo a 121° aggiungerlo agli albumi continuando a montare,lasciando intiepidire un pò il composto aggiungete il succo con l'agar(o gelatina) e sempre monatndo fate raffreddare il composto.
    Quando la meringa risulterà fredda,aggiungete le bucce del lime e del cedro la panna montata facendo attenzione a nn smontare troppo il composto,ora guarnite a piacere la vostra frolla,mettete in frigo!
    Per chi nn avesse il termometro,basta versare una goccia di cramello in un bicchiere di acqua ghiacciata se formerà una pallina lo sciroppo sarà pronto!

    RISOTTO...

    Se riuscite a trovare questo riso provatelo è una meraviglia,si chiama acquerello e la famiglia Rondolino produce solo in agricoltura biologica e solo il carnaroli,riso invecchiato un anno che permette a trasformazione avvenuta di avere un riso bianco,con minor rilascio di amidi proteine e vitamine,resat così un riso ben sgranato ma con maggior consistenza e assorbe meglio i condimenti.
    Io l'ho trovato perfetto,con grani davvero grossi e separati ma cmq con una mantecatura perfetta!!!


    Per questo riso nn ho usato brodo,ne burro, ma ho cotto con acqua calda limone basilico e sale,ho poi mantecato con Olio Pianogrillo !

    RISOTTO CON CREMA DI ZUCCHINE TROMBETTA CHIP AL NERO DI SEPPIA


    300 gr di riso acquerello

    250 GRdi zucchine trombetta (tieni da parte un paio e tagliale a cubetti)

    1 patata media

    2 scalogni

    1 spicchio di aglio

    1 mazzo di basilico

    1 sacchetta di nero di seppia

    Olio pianogrillo


    ACQUA PROFUMATA PER CUOCERE IL RISO

    acqua

    basilico

    limone

    olio


    PER LE CHIP

    60 gr di farina di riso

    1 sacchetta di nero di seppia

    50 gr di burro

    60 gr di albume

    sale qb

    Preparare la crema,in una padella rosolare lo scalogno l'aglio la patate e le zucchine tagliate a cubetti,aggiungere un pò di basilico allungare con acuq e sale portare a cottura,una volta pronto frullare tutto e tenere in caldo.
    Preparare le chip,sciogliere il burro e far raffreddare,mischiare la farina il nero di seppia aggiungere l'albume e il burro ora mai freddo salare mettere a riposare in frigo per 30 minuti,trascorso il tempo spianare con il mattarello molto sottilmente mettre in forno gia caldo a 190 ° sino aquando nn sarà croccante,una volta tirato fuori dal forno dategli la forma che più vi piace con un coppapasta o con un coltello.
    In una padella rosolare uno spicchio di aglio, e un altro scalogno aggiungere il riso fai sfumae con vino bianco,cuoci per 10 minuti poi aggiungi le zucchine tagliate a cubetti e la crema di trombette,porta a cottura una volta pronto mantecare con l'olio!
    Io ho aggiunto delle goccie di nero di seppia quando ho impiattato e filetti di limone scottati in acqua!!

    ECCO IL PRINCIPE :-)))

    lunedì 21 maggio 2007

    CONTINUANDO...



    QUESTA è CON CIOCCOLATO LAMPONI E MELATA D'ABETE...

    La ricetta è sempre quella sotto,ho solo fatto sciogliere la cioccolata un cru al 71% a cui ho aggiunto un cucchiaio di panna,ho messo panna montata i lamponi,versato la melata,spolverato con cacao amaro!

    IL PARADISO NN PUO' ATTENDERE...


    Chi mi conosce bene sa che ho una grave e brutta malattia.
    La mia malattia si chiama LIBRITE-OLEOSA,nn la conoscete?
    Ve la racconto un pò,trattasi di grave malattia che ti prende quando entri in una libreria(anche in quella on line al bisogno)o quando sei davanti ad un OLIO che solo a gurdarlo sa di poesia...
    La librite si calma un pò con analgesici di vario tipo,comperare almeno 5/6 LIBRI tutti insieme,uscire dallla "farmacia" tutta tronfia con la sicurezza del...per un pò andrà meglio :-)))
    L'altra parte della malattia si cura con un pò più di calma,in piccole dosi tutti i giorni, ma con medicine che DEVONO sapere di buono.
    Devono sapere di erba,di fiori,di mandorle,di carciofo, sapidi e per nulla amare, come invece ricordano la maggior parte delle medicine :-)))
    OLIO il suo colore,versatene un pò in un cucchiaio,portatelo ad altezza occhi e guardatelo in orrizzontale,un campo verde con in fondo il sole!!!!
    Amo da morire l'olio,e il MIO OLIO DEVE ESSERE ITALIANO!
    Nn capisco molto di vini(nn tutti siamo perfetti :-)))ma di olio,posso vantarmi di conoscere qualcosina???...Poco poco e in punta di piedi va bene?
    Lo scorso inverno ho cercato per mari e monti dove poter fare un corso per divenatre un'esperta "seria "( :-))) )ma qui a Torino nn ho trovato nulla,vabbè continuerò la mia ricerca...
    Ho conosciuto l'olio di cui vorrei parlarvi un pò di tempo fa proprio in Sicilia,terra che per varie ragioni conosco molto bene...Ne versai un pò (come faccio sempre)un pò più sopra del polso e con l'altro incominciai a sfregarlo scaldandolo un pò, proprio come si fa con il profumo :-)))un esplosione di profumi, sapori invasero le mie narici,alla degustazione la prima cosa che mi tornò in mente era l'odore dell'erba appena tagliata,di mandorle,il pomodoro nn ancora maturo e in ultimo(come d'evessere)un leggero piccantino che ti viene a solleticare quansi fossero in gola dei fili d'erba...
    Nn conoscevo ancora quest'olio e nn ne avevo ancora sentito parlare,ma pensai fosse grandioso davvero!
    Un "particella" di ques'olio(che bello dare un nome così ad un olio)ti può portare in paradiso davvero, ecco perchè il mio nn può attendere!!! :-)))
    Sabato mi è stata donata questa piccola lattina e ieri in assoluto silenzio da sola in cucina l'ho aperta,la mia mano...e così in un attimo ero li in Sicilia tra quelle terre tra i monti e il mare!!!
    Oggi ho voluto assaporare quest'olio con qualcosa che accentuasse i suoi profumi,senza che nulla venisse a stravolgere l'intensità di questa meraviglia,ci sono riuscita? Direi di si,ero in Siclia anche stamattina :-)))
    Tra pochi giorni parto ma quando torno,anche questo olio farà parte del mio personale paradiso di tutti i giorni.
    Ho ancora 3 tipi di olio da provare,lo farò ohhh se lo farò...
    Quando vivevo in Toscana,a Novembre io andavo letteralmente fuori di testa, quando un amico caro mi portava la sua fettunta con l'olio nuovo,poesia ragazzi, pura e semplice poesia.
    Ecco queste sono le mie peggiori malattie,anche per oggi almeno per una avrò il rimedio giusto,poi quando finirà,...la farmacia è li dateci un 'occhiata e fate un giretto anche voi e in un attimo sarete in paradiso!
  • pianogrillo


  • P.S lo so cosa penseranno adesso alcune persone,ma vi assicuro che nn sono stata sponsorizzata,nn ho mai avuto il piacere di conoscere il "Signor Pianogrillo" la piccola lattina mi è stata donata da una cara amica e poi nn penso che il "Signor Pianogrillo" abbia bisogno di sponsorizzazioni da una semplice persona quale sono io :-)))
    Il biglietto per il paradiso lui lo consegna a tutti indistintamente, pagando il (più che)giusto, per un viaggio meraviglioso!
    A voi nn resta che mettervi comodi e lasciarvi trasportare verso quest'isola che si chiama paradiso! :-))))


    Questa sotto è la piccola lattina di extravergine,ottenuto con precessi meccanici unicamente da mono coltivazioni di Tonda Iblea,la particella 34 invece è un cru,con questo arrivi oltre il paradiso :-)))


    Ho avuto la fortuna di avere la mamma di ritorno da un viaggio in Sicilia,mandorle carciofi,limoni, cedri,basilico,sedano,aglio nuovo... arrivano tutti da li,insomma ho fatto davvero BINGO!!!


    SPAGHETTI PARADISO :-)))(e come chimarli se nn così :-))

    400 gr di spaghetti

    5/6 zucchine trombetta

    4 carciofi

    Le foglie bianche di un sedano

    1 spicchio di aglio

    300 gr Mazzancolle freschissime

    1 Pugno di mandorle sfilettate(nn fatele tostare!!!! )

    Basilico

    OLIO PIANOGRILLO

    buccia di un cedro

    sale

    Pulite e tagliate i carciofi e le zucchine,cuocetele al vapore tenendole al dente,ancora calde conditele con un pò di olio.
    Mentre la pasta cuoce,scottate al vapore anche le mazzancolle,in una padella scaldare l'olio senza farlo friggere,aggiungete uno spicchio di aglio versate i carciofi le zucchine le foglie di sedano, la buccia del cedro e le mazzancolle rigirare delicatamente facendo prendere sapore al tutto.
    Servite nei piatti cospargendo di lamelle di mandorle, basilico ancora qualche foglia di sedano,un giro di olio crudo!

    Per chi nn vuole mangiare pasta, ho preparato con gli stessi ingredienti un'insalata ho aggiunto delle patate fatte scottare e tagliate molto sottilmente!

    ISALATA

    sabato 19 maggio 2007

    UNA FRESCA PAVLOVA...CON DEDICA..


    Questa permettetemi di dedicarla alla ZENZA, che oggi raggiunge una tappa importante 40 e sapeste portati come ...:-)))
    La prima volta che mangiai questo dolce ero davanti ad una mare stupendo nelle isole Tonga,tutto richiamava l'estate il caldo...mi presentarono questo dolce,con una colata di cioccolata calda e salsa ai mirtilli...proprio estivo insomma...ahahahah!
    La Pavlova è il dolce neozelandese per antonomasia,dedicato ad una ballerina -la Pavlova appunto-da uno chef che la vide ballare durante una sua tournè in Nuova Zelanda!
    Dolce Zenzina, tante angurie ancora che la vita ti sorrida,sempre...!

    L'unica cosa che dovete fare è la meringa poi a voi come servirla...

    MERINGA PER PAVLOVA

    125 GR DI ALBUME

    250 GR DI ZUCCHERO

    1 CUCCHIAINO DI ACETO

    1 CUCCHIAINO DI MAIZENA

    Incominciare montando gli albumi con la metà dello zucchero,quando il composto incomincerà a gonfiare aggiungere mano a mano il restante zucchero,versare il cucchiaino di aceto e la maizena,continuare sino a quando vedrete la meringa gonfia e lucidissima,mettete in forno a 75 °(io ho un ventilato) per 4 ore una volta cotte lasciare freddare le meringhe nel forno spento.
    Ho servito con panna montata frutta fresca e una colata di melata d'abete...
    Zenza quanto avevi ragione è una cosa sublime :-)))
    Frutta fresca e foglie di menta!!!
    Cliccate sulla foto per vederla meglio!!!



    QUESTA è CON CIOCCOLATO LAMPONI E MELATA D'ABETE...

    venerdì 18 maggio 2007

    BAVETTE TONNO ZUCCHINE MENTA BASILICO...

    bavette



    Un piatto assolutamente fresco e leggero,se nn volete friggere le zucchine basterà farle alla piastra!

    BAVETTINE TONNO ZUCCHINE MENTA BASILICO

    400 GR di bavettine

    250 GR di tonno

    4 zucchine chiare

    2 acciughe dissalate

    menta a piacere

    basilico a piacere

    la buccia e il succo di 2 limoni

    1 spicchio di aglio

    peperoncino

    olio evo


    Pulire e tagliare a fettine le zucchine,friggerle metterle a scolare.Mentre la pasta cuoce,far soffriggere con l'olio lo spicchio di aglio l'acciuga e il peperoncino,aggiungere le zucchine il tonno spezzettato sfumare con il succo del limone,togliere subito dal fuoco(altrimenti il tonno diventa secco) aggiungere basilico e menta spezzettati scolare la pasta tenedo mezzo bicchiere di acqua di cottura.versare la pasta nella padella aggiungere l'acqua versare l'olio mantecando il tutto,servire nei piatti con la buccia dei limoni tritata ho aggiunto sopra ogni piatto un fiore di zucchina passato leggermente nella farina e fatto friggere...!

    CAPRESE...


    Perchè un piatto per chi è a dieta deve essere monotono e un pò spento?
    Provare a servirlo magari in maniera dievrsa? :-)))
    ecco la mia idea...


    CAPRESE CON CAPPERI E OLIO AROMATIZZATO

    1 mozzarella (quella di bufala è troppo morbida per questo uso)

    1 pomodoro

    capperi

    basilico

    origano

    1 acciuga dissalata

    1 cucchiaio di aceto(facoltativo)

    olio evo

    sale rosso

    Tagliare il pomodoro,metterlo in una ciotola e condirlo con olio origano.
    Sciogliere l'acciuga con un pò di aceto e olio aggiungerla al pomodoro.
    Tagliare una fetta alla mozzarella svuotarla e lasciarla colare per un pò,tagliare a cubetti la restante e aggiungerla al pomodoro.
    Riempire a questo punto la mozzarella alternando con qualche foglia di basilico e capperi.
    Mixare l'olio con basilico menta prezzemolo e se piace ancora un pò di aceto,usare sopra la mozzarella una volta tagliata...

    Una volta tagliata si presenta così...La foto in sezione la dedico ad Ady :-)))

    CREMA DI CAROTE..


    Questa è una ricetta di
  • Flat

  • Io la trovo buonissima molto delicata e adatta anche a chi è a dieta,come il mio solito ho aggiunto un qualcosina,ma so che Flat mi perdonerà...:-))) Vi riporto la sua ricetta e a margine le mie aggiunte...


    CREMA DI CAROTE CON QUENNELLE DI RICOTTA E TAPENADE DI TAGGIASCHE

    PER LA CREMA


    Ingredienti per 2 carote gr. 500
    cipolle 500 gr. (circa 2 grandi)
    olio evo 3 cucchiai (meglio burro se si può)(io preferisco l'olio)
    Maizena 3 cucchiai rasi(io ho messo due patate)
    Latte fresco 4 cucchiai
    Parmigiano
    Sale & pepe
    Prezzemolo (ho messo del curry in polvere)
    Una goccia di aceto balsamico

    In olio mettete a colorare le cipolle tagliate a fette sottili, quando si ammorbidiscono aggiungete le carote tagliate a rondelline, coprite e lasciate andare a fuoco dolce senza bruciare (come faccio io spesso), aggiungete la maizena e il latte a poco a poco mentre girate per evitare grumi. Continuate la cottura dolce a pentola coperta e regolate il sale.
    Dopo circa 15 minuti, se le carote sono morbide (ma non sfatte) passate il minipimer, altri 5 minuti ed è fatta, lasciate riposare.
    Parmigiano, prezzemolo, pepe, un goccio d’aceto e a tavola.

    PER LE QUENNELLE

    Ricotta fresca

    Parmiggiano

    PER LA TAPENADE

    Olive taggiasche

    olio evo

    peperoncino

    PER LE CHIPS DI PANE

    pane raffermo

    olio al basilico e prezzemolo


    Preparare la crema come descritto sopra,in una ciotola mischiare la ricotta con gli altri ingredienti aggiunstando di sale,passare al mixer le olive il peperoncino e l'olio,nel mentre passare in forno le fette di pane tagliate molto sottilmente passandole prima in olio aromattizzato,mettere in forno a 200 ° per 5 minuti...
    Comporre il piatto versare la crema,formare le quennelle adagiarle sopra ,mettere un cucchiaino di tapenade,le chips di pane,finire con gocce di aceto balsamico e olio!

    giovedì 17 maggio 2007

    O COSI O POMI ...:-)))


    Io adoro riempire le verdure,di carne, di pesce e di altro ancora,questo è un pomodoro davvero buono,potete riproporlo così o prenderne solo l'idea!


    POMODORO SCAMPI CON ROUILLE E PESTO LEGGERO

    Pomodori da insalata nn troppo maturi

    Scampetti

    Fave

    limone

    Basilico

    Pinoli

    PER LA ROUILLE( è una specie di maionese)(dose per 2 grossi pomodori)

    2 tuorli di uovo sodi(con il caldo nn uso più uova a crudo)

    1 peperone grigilato e spellato

    1 patata bollita

    1 cucchiaio di aceto

    sale

    olio

    In una pentola mettere a bollire dell'acqua,spegnere tuffateci dentro i pomodori uno alla volta,dopo un paio di minuti toglieri e tuffarli in una bacinella in cui avrete messo acqua e ghiaccio,spellari uno alla volta facendo attenzione a nn graffiare la polpa.Ora con uno straccio pulito predete la parte inferiore del pomodoro e tagliate una fetta senza far troppa pressione,con un coltello incidete tutto intorno e aiutandovi con forbici e cucchiaino togliete tutta la polpa e mettete a scolare.
    Fate scottare gli scampetti a vapore, tenendone da parte alcuni per la presentazione del piatto, sgusciateli e quando sono ancora caldi,conditeli con buccia di limone basilico e olio tenete in caldo.
    Cuocete e spellate delle piccole fave,ripassatele in pentola con uno spicchio di aglio timo limone e maggiorana,aggiungete gli scampetti fate saltare dolcemente togliete dal fuoco e fate raffreddare.
    Riempite i pomodori aggiustando sdi sale se serve e mettete in frigo.

    ROUILLE

    Spellate i peperoni grigliati,sbucciate la patata e mettete nel mixer insieme ai tuorli e l'aceto,avviate e versate l'olio come per la maionese quando avrete raggiunto la densità giusta(più liquida di una maionese)togliete e mettete in frigo.

    Preparate il pesto leggero frullando olio,basilico e pinoli aggiustate di sale.

    Composizione del piatto versate la rouille a specchio posiizonate sul piatto il pomodor,facendo attenzione che il ripieno nn fuoriesca-potete rimettere le calotte e se nn vi sentite sicuri-sopra alla rouille versare delle gocce di pesto io ho spolverato con insalata di alghe,ho servito con rouille e pesto a parte.
    Il ripieno come gia detto è solo un'idea a voi l'estro...:-)))

    La foto qui sotto la dedico alla mia amica Sandra,fa tanto anni 80 no???...ahahahahah

    mercoledì 16 maggio 2007

    PECCAMINOSI!!!


    Si,si nn smetteresti mai di mangiarli, anche a dispetto delle calorie :-)))
    Geniale Tulip ,quando ha pensato di cambiare le mandorle con i ceci,vi riporto la sua ricetta io ho solo aggiunto il mio sale speziato!
    Chiedo scusa a Petula,nn avevo capito che la ricetta di partenza fosse sua!
    I mie complimenti anche a lei ! :-)))


    CECIO SNACK DI TULIP


    Ingredienti
    1 scatola di ceci già cotti
    1 cucchiaio di origano secco
    1 cucchiaino di sale fino
    1/2 cucchiaino di paprika
    1/4 di cucchiaino di pepe nero macinato
    1/2 cucchiaino di aglio secco (anche meno)
    2 cucchiai di olio

    Preparazione

    Scolare i ceci dalla scatola e sciacquarli bene, quindi accendere il forno a 180°.
    In una ciotola mescolare bene tra loro tutte le diverse spezie, e in un'altra i ceci con l'olio.Quindi unire le spezie ai ceci e mescolare bene in modo da ricoprirli bene bene.
    Rivestire una teglia da forno con carta forno e versarci sopra i ceci in modo che non siano sovrapposti tra loro. Una volta che il forno è caldo abbassare a 150 e inserire i ceci.
    Ogni 15 minuti tirare fuori i ceci e dargli una mescolata. Ripetere per 3 o 4 volte.
    Facendo comunque attenzione che non si brucino

    TAGLIATELLE CON POLIPO...



    Nn amo molto la pasta preparata con le uova insieme al pesce, ma queste tagliatelle mi sono state "gentilmente"richieste dallo stregone di casa,come nn accontentarlo???


    TAGLIATELLE AL POLIPO PAPRIKA FORTE E OLIVE TAGGIASCHE


    1 Polipo (questo era piccolo)

    250 gr di tagliatelle

    2 scalogni

    1 spicchio di aglio

    1 acciuga dissalata

    polpa di pomodoro

    brodo di pesce

    1/2 bicchiere di rosè

    olive taggiasche

    sale speziato

    olio extra(ligure)


    Fate ammorbidire molto bene gli scalogni con, olio, aglio,un pò di brodo di pesce,aggiungere il polipo intero far rosolare un pò, sfumare con il rosè mettere una generosa dose di paprika,aggiungere le olive,la polpa di pomodoro ricoprire di brodo di pesce e portare a cottura.
    Alla fine,aggiustare con sale speziato condire la pasta con un giro di olio a crudo!

    ECCOOOOO IL MIO PACCO...AHAHAH1


    Ora che anche la mia gemellina lo ha ricevuto posso pubblicare,guardate un pò che cosa mi ha mandato Adrenalina...ahahah!!
    Mi spice per la foto ,ma ultimamente mi è venuto a trovare il Parky e la mano mi tremola...;-)))
    Cmq quelli in alto dietro sono i Bu...ddinetti...ahahaha delle formine per b...uddini ...ahahah sotto un contenitore con tre vasetti da seminare,ma aspetto di farlo quando imparerò il tedesco(e si che dovrei saperlo bene io eh ;-)) )
    poi un cd,delle caramelle all viola e liquerizia,delle sctoline di tè bellissime,ed infine...un biglietto che vale tutto il pacco!!!

    GRAZIE ADRE

    martedì 15 maggio 2007

    MUFFIN...



    Questa è la ricetta di cuochetta rossa,nn scrive più sul blog-da un paio di mesi mi sembra-,a me è rimasta questa ricetta che vi propongo così come la postò lei ho cambiato solo la quantità di lievito e di latte.Non ho usato lo stesso sistema per preparali,mi sono attenuta alle "regole" del...liquidi iniseme,secchi a parte, mescolare giusto il neccessario per amalgamare gli ingredienti!

    MUFFIN RICOTTA MANDORLE E LIMONE
    250 gr di ricotta
    250 gr di farina 00
    125 gr di burro
    125 gr di mandorle
    125 gr di latte intero (90 GR)
    170 gr di zucchero
    3 uova
    1 bustina di lievito per dolci (MEZZA BUSTINA)
    la scorza grattugiata di un limone( IO HO USATO LA BUCCIA DI DUE LIMONI TRITATA)
    zucchero a velo
    qualche mandorla intera


    Mescolate la farina con le madorle tritate e la scorza di limone. Montate le uova intere con lo zucchero e quando saranno spumose aggiungete la ricotta poco alla volta continuando a montare con le fruste. Incorporate sempre a poco a poco tutto il composto di mandorle e farina mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungete il burro sciolto e la metà del latte. Mescolate il lievito con il latte rimasto e aggiungete al composto. Versate negli appositi stampi da muffin e infornate a 180° per 20 minuti circa. Controllate poi con uno stecchino che non siano tropo asciutti all'interno. Sformateli e una volta freddi, spolverizzateli di zucchero a velo e decorate con qualche mandorla.

    UNA VOLTA PRONTI LI HO SIRINGATI CON UNO SCIROPPO AL LIMONCELLO

    Il mercatino dei foodblogger = usato certificato!!


    E'qualche giorno che in rete, almeno nella nostra piccola fetta di rete, girano strani pacchettini... fornetti sfornapizze che vanno e vengono,regali già arrivati o in arrivo... :)
    E così è girata nella nostra testa anche un'idea strana,molto strana... perchè non fare un post sugli oggetti di cucina odiati,non utilizzati e dei quali volete disfarvi??

    Il sistema è molto semplice... create un post completo di fotografia ( o più ,se gli oggetti sono più d'uno) e li mettete in un asta virtuale-non E-BAY-al miglior offerente... L'offerente dovrà offrirvi in cambio un oggetto che a voi interessa e che avete visto sul blog!!! Semplice,no???
    Avremo così modo di liberarci di oggetti inutilizzati..facendo felice chi magari voleva proprio la vostra ciofecaaaaaaaa!!!

    Riporto tutto come scritto da Gourmet!!!




    VENGHINO VENGHINO SIORI E SIORE...ECCO QUI UNA BELLISSIMA CENTRIFUGA USATA UNA SOLA VOLTA PER PREMERE DUE ARANCE...CON COSA CAMBIO???...BHHOOOOOOO TIRATE FUORI LE VS. CARABATTOLE FORZA!!!

    UNA TORTA INTELLIGENTE!!! :-)))


    Avete mai fatto una torta intelligente???
    Con una logica intendo ;-)))
    Bè io si ed è questa,la ricetta è di Viola http://violamelanzana.blogspot.com/
    scusate ma nn so mettere il link in modo diverso :-(-
    Dire che è meravigliosa credetemi è poco è stratosferica,ma dicevamo...intelligente perchè???
    Leggendo la sua ricetta una si domanda,come sia possibile mettere 1 kg di mele in uno stampo da 22 cm,come sia possbile che senza uova o liquidi la torta stia assieme,perchè le mele devono essere tagliate a rondelle...
    Ora,le mele in cottura perdono molti liquidi perciò tutta quella grande massa che cercherete di spingere a più nn posso dentro la teglia,diventerà una piccola massa ;-)))tutta quella grande massa con lo zucchero avrà per prima cosa formato una specie di caramello liquido che andrà a umidificare il composto di farina rendendo stabile la torta,il uchetto in mezzo alle mele serve a far scendere il succo di zucchero e mele e il composto di farina e urro in modo che anche gli strati più nascosti prendano consistenza,ecco il perchè della torta intelligente con una sua logica...ahahahah!
    A parte tutto una cosa davvero meravigliosa,lo so che nelle mie esternazioni posso sembrare un pò ..."troppo" ma che ci volete fare quando una cosa è buona io lo devo di che cè posso fa???

    Ora vi posto la sua ricetta,con qualche mia aggiunta ma solo per gusto mio come al solito! ;-))) Grazie Viola!

    Sformato di mele

    Ingredienti


    1 Kg di mele renette o comunque di tipo acidulo (io ho usato le annurche)
    120 gr di burro
    120 gr di zucchero
    180 gr di farina
    una noce di burro per lo stampo
    zucchero a velo


    Io ho aggiunto tra uno stato e l'altro un pò di zucchero di canna,del sale speziato(ci sta divinamente)ho messo a "bagno" le mele con del rhum,sopra alla torta prima di infornare ho messo delle mandorle sfilettate!
    Importante,fate raffreddare molto bene prima di togliere dalla teglia!

    DIMENTICAVO CCIDENTI,HO AGGIUNTO DELLA FARINA DI MANDORLE 40 GR NN DI PIU'

    Ammorbidite il burro con le mani, poi impastatelo con la farina e lo zucchero. Strofinate il composto tra i palmi in modo da sbriciolarlo. Sbucciate le mele, eliminate il torsolo con l’apposito attrezzo e tagliatele a fettine rotonde in modo da ottenere tante ciambelline, poi disponetene uno strato in una teglia ben imburrata. Sopra distribuitevi un terzo di pasta sbriciolata e sopra ancora altri due strati di mele e di pasta. Mettete la teglia in forno caldo a 150 gradi e lasciate cuocere per circa ¾ d’ora. Fate intiepidire, spolverizzatela di zucchero a velo e servite.
    Altro modo di preparazione, che è quello poi sul quale ho optato: preparate una crema pasticcera non troppo densa e mettetela a strati sulle mele, poi coprite con la pasta sbriciolata

    lunedì 14 maggio 2007

    FRANCESCAAAAAAAA... :-)))



    Queste sono le mazzancolle di FrancescaV,sono una cosa davvero libidinosa per chi come me ama il pesce e le spezie,io ho solo aggiunto orzo cotto in acqua e vino bianco,dei fagiolini,dei mangiatutto, carote,asparagi, zucchine piccolissime,il tutto cotto a vapore condito ancora caldo con,buccia di limone,olioextra ho salato con il sale alle alghe e alla fine ho spolverato con l'insalata di alghe una delizia!
    Grazie Francesca!

    Qui riporto la sua ricetta!!!

    Mazzancolle speziate

    Ingredienti x 1: circa 2 etti di mazzancolle, 2 cucchiaini di peperoncino tritato, 2 cucchiaini di pepe bianco macinato, 1 cucchiaino di sale, farina di riso per impanare, olio e.v. per friggere.

    Sciacquate le mazzancolle in abbondante acqua, e togliete loro la testa, lasciando il carapace. Far scaldare nella padella l’olio. Infarinare le mazzancolle nella farina di riso, da ambo i lati, e passarle in padella per qualche minuto, sempre per ambedue i lati. In una ciotolina mischiare le spezie e tostarle per qualche minuto in un padellino antiaderente, facendo attenzione che non si scuriscano troppo. Potrebbe prendere un aroma amarognolo non piacevole. Togliere la mazzancolla dal fuoco, passarla su un folgio di carta assorbente e poi rigirarla nelle spezie.

    domenica 13 maggio 2007

    LA MIA CONIGLIA!!!

    AUGURI A TUTTE LE MAMME


    Questa è la dedica che mia ha mandato mia figlia per mail,grazie vita mia per ciò che sei, perciò che sarai!

    Mamma




    Ciao mà!
    Oggi è la festa di tutte le mamme ma di una lo è in particolare...
    E' la TUA festa!
    La festa di una mamma che amo, che ammiro, che a volte mi fà arrabbiare e altre mi riempie il cuore di gioia, che per qualsiasi cosa di cui ho bisogno è presente, che mi cucina piatti prelibati, che sa ascoltarmi, che sa capirmi, che sa consigliarmi, che sa essere tutto ciò di cui ho bisogno!
    Sei uno dei pochissimi punti fermi della mia vita!
    Grazie per tutto ciò che hai fatto da 18 anni a questa parte, e ora non pensare "avrei voluto fare di più" perchè hai già fatto tanto per me!
    Spero un giorno di poter essere anche io una buona figlia, del quale poterne essere fieri!
    Io intanto ci provo...!
    Non mi dilungo, anche se di cose da dire ce ne sarebbero tante, xkè devo finire di fare i mestieri! ufffffffffff
    Beh... ancora AUGURI MAMMA!


    TI AMO



    Coniglia

    ESPERIMENTO N°5...SALE ALLE ALGHE



    ZUPPA DI PESCE
    La mia zuppa di pesce è questa da sempre,ho solo aggiunto il sale alle alghe e devo dire che è stata una conferma,esalta il sapore del pesce senza prevaricare su gli altri sapori!!!
    Io la zuppa la preparo in due fasi per nn ritrovarmi nel piatto con pesce disfatto e troppo cotto!


    ZUPPA DI PESCE AL CURRY E ZAFFERANO!(con sale alle alghe :-)))


    Pesce di vario tipo,compresi crostacei e molluschi

    Brodo di pesce(ritagli sedano scalogno carote alloro buccia di limone un goccio di vino bianco acqua e sale alle alghe)

    Passata di pomodoro(io ho usato quella fata in casa)

    Acciughe dissalate(io ne ho messe due su un totale di 600 gr di pesce)

    Pomodori secchi sott'olio conditi (messi 4)

    Zafferano ( a piacere)

    Curry (a piacere)

    Vino bianco per sfumare

    sale alle alghe

    aglio

    scalogno

    peperoncino

    olio extra

    prezzemolo

    Buccia di una arancia tritata


    Per prima cosa ho pultio il pesce e con gli scarti ho preparato il brodo,tenuto in caldo una volta pronto.
    Prendere una padella soffriggere il olio,aglio,peperoncino e scalogno dei pezzi di pesce cappone,delle triglie(o quello che preferite) possibilmente gia spinati tenendo da parte il pesce restante,sfumare con un pò di vino bianco aggiungere lo zafferano e il curry con un pò di brodo di pesce,versare la passata di pomodoro allungare con il brodo(solo a coprire) salare,portare a cottura sino a quando il pesce sarà disfatto,a questo punto togliere dal fuoco e passare tutto al mixer aggiungendo un pò di brodo,Dovrete ottenere una purea bella liscia.
    Rimettete nella pentola,allungate con brodo e incominciate a mettere il pesce che ha bisogno di cottura più lunga,calamari,seppie,polipo ecc..ecc..lasciando per ultimo vongole,cozze e gamberi(questi li aggiungo a fuoco spento,in modo che sia solo il vapore a cuocerli)

    Servo con prezzemolo buccia di arancia tritata e fette di pane strofinate di aglio e olio!

    UN PO' DI PANE...




    Queste piccole delizie,meritano davvero la ricetta nn è mia l'ho trovata e copiata in rete(nn ricordo dove ccidenti :-((( il nick di questa persona però è Lobster ;-))))ho fatto solo qualche modifica,è un pò lunga per via della lievitazione, ma come gia scritto merita davvero perciò provatela!!! :-)))Nn chiedetemi il perchè di dosi così precise però attenetevi pedissequamente e tutto vi riuscirà!!! :-))


    CHIOCCIOLE DI PANE

    Ingredienti:
    -196 g di farina manitoba
    -254 d di farina 0
    -162 g di farina di grano duro
    -131 g di latte
    -193 g di acqua
    -1 bustina di lievito di birra liofilizzato Mastro Fornaio(usatene solo mezza e allungate i tempi di lievitazione)
    -25 g di sale (usato sale in fiocchi)
    -18 g di zucchero
    -94 g di olio di semi di girasole (io ho usato olio extra ligure)


    Sciogliere il lievito nell'acqua e latte e mescolare tutti gli ingredienti insieme. Lavorare l'impasto, sbattendolo un po' sul piano di lavoro, fare una palla e fare lievitare, coperto, per 2 ore e mezzo circa, a temperatura ambiente o, comunque, al riparo da correnti d'aria.
    Lavorare l'impasto per una decina di minuti e farlo lievitare nuovamente, per 1 ora.


    Mescolare
    -250 g (+ 2 cucchiai) di farina 0
    -100 g di farina di grano duro
    -252 g di acqua

    poi aggiungere la pasta lievitata e, se necessario, anche i due cucchiai in più di farina .
    Formare nuovamente una palla, incidere a croce e fare lievitare per 90'.
    Rilavorare l'impasto (all'inizio è un po' appiccicoso, poi acquista elasticità) per una decina di minuti.
    Raccogliere di nuovo a palla, incidere, coprire e mettere in fresco per 10 ore e mezzo.
    A questo punto lasciare a temperatura ambiente per 1 ora.
    Dividere l'impasto a pezzetti da 50 g.


    Allungare un po' le porzioni di pasta ed arrotolarle, formando dei rotolini
    Appiattire i rotolini ed avvolgerli nuovamente su loro stessi
    formando come delle chioccioline.

    Fare lievitare per 1 ora e mezza, coperti con un foglio di pellicola Cottura a 220° per 10-14', spruzzandoli di acqua all'inizio ed a metà cottura.

    La cottura,io ho portato il mio forno a 240° ventilato(o il massimo per il VS forno) nn scendete con la gradazione, sono panini che hanno bisogno di calore elevato per cuocere bene!

    Questo è l'interno!!!

    sabato 12 maggio 2007

    UN PICCOLO SCRIGNO...



    Una base di biscotto meraviglioso,nn si rompre rimane elastico dandovi così la possibilità di lavorarlo bene,una volta provato nn lo lascerete più!!!
    Il ripieno,la base è un avanzo della mousse al limone mischiata a purea di frutti di bosco,sopra ho messo delle fragole messe a macerare con un pò di wodka al limone!


    PASTA BISCOTTO AL CACAO


    Biscotto al cioccolato

    4 Uova

    3 Tuorli

    150 gr di Zucchero semolato

    3 albumi

    50 gr di Zucchero semolato

    50 gr di amido di mais(frumina ecc..ecc..)

    50 gr. di farina 00

    50 gr. di Cacao amaro


    Montare le uova intere con i tuorli e i 150 gr. di zucchero, montare anche gli albumi con gli altri 50 gr. di zucchero .Quando il tutto sarà monato e pronto , mettere la meta’ degli albumi nella preparazione delle uova e tuorli e unire delicatamente aggiungendo le farine , amido , il cacao il tutto setacciato molto bene.Aggiungere mano mano il restante composto di albumi facendo attenzione a nn smontare il composto.Cuocere in forno a 180°(ventilato)per 12/15 minuti!
    Riporto la ricetta della mousse al limone,con l'aggiunta della purea...

    MOUSSE AL LIMONE

    Allora qui bisogna usare della meringa all'italiana ,ma se nn pensi di saperla fare o nn hai voglia di farla,usa un paio di cucchiai di mascarpone per alleggerire(si fa per dire..:-))) la panna!!!

    Per la meringa ,la stessa che avevo gia postato

    100 gr di albumi

    200 gr di zucchero semolato

    4 cucchiai di acqua

    Fai uno sciroppo con zucchero e acqua portandolo a 121 °versalo sugli albumi mentre monti,continua a montare sino che la meringa nn sarà fredda e bella lucida.

    MOUSSE DI LIMONE(con purea di frutti di bosco)


    Succo di 2 limoni( più/ meno secondo gusto)(usa la wodka o altro alcolico)

    1/4 di limoncello(al posto di questo aggiungi 300 gr di frutti di bosco frullati)

    La scorza dei due limoni

    5 gr di agar agar

    500 gr di panna fresca

    Meringa all'italiana

    Fai sciogliere l'agar in un pò di succo di limone,aggiungilo al resto del succo e del limoncello,con una spatola cercando di nn smontarla troppo aggiungere la meringa,mettere un attimo in frigo,montare la panna aggiungere la scorza dei limone poi molto delicatamente incorporare la meringa,se volete usare il mascarpone aggiungete il limoncello il succo dei limoni e la loro scorza senza però aggiungere l'agar(il mascarpone resnde la panna più stabile)incorporate la panna montata!

    Cosi si presenta al taglio...


    PACCHERI DI GRAGNANO...




    CON MELANZANE MOZZARELLA DI BUFALA E PINOLI


    400 gr di paccheri

    1 melanzana

    300 gr di pomodori maturi

    pinoli tostati

    1 mozzarella di bufala( a temperatura ambiente)

    1 scalogno

    1 spicchio di aglio

    peperoncino

    basilico

    origano

    sale speziato

    olio extra


    Tagliare a dadini la melanzana e friggerla in olio molto caldo,scolarla e tenere in caldo.
    Mentre la pasta cuoce,tagliate a dadini i pomodori fate rosolare in olio lo scalogno,l'aglio e il peperoncino versate i pomodori e fate leggermente scottare aggiungete i pinoli,la pasta ora mai cotta fate saltare tutto,girando delicatamente agiungete anche i dadini di melanzana,aggiustate di sale impiattate,mettendo anche la mozzarella,il basilico , una spolverata di origano!

    venerdì 11 maggio 2007

    SALMONE IN CROSTA...


    CON INSALATA DI ANANAS SPECK E PISTACCHI

    Per il salmone in crosta


    Pasta sfoglia

    Tranci di salmone fresco

    spinaci

    yogurt greco*

    1 cucchiaio di succo di limone

    olio extra

    aglio

    sale affumicato

    Pulire e togliere la pelle al salmone asciugare bene,riporre in frigo.
    Cuocere gli spinaci e rosolarli in olio aglio,condire aggiustare di sale,mettere a raffreddare.
    Dalla sfoglia ricavare dei rettangoli,inciderne la metà con tagli verticali.
    Posizionare sopra ad ogni ritaglio una fetta di salmone ,salare con lo speziato,aggiungere gli spinaci a cui avrete mescolato lo yogurt greco addizionato al succo di limone, aggiustate di sale.Posizionate sopra il tutto il rettangolo con i taglispennellare e cuocere in forno a 200 ° per 20 minuti circa.

    * Se nn vi piace lo yogurt greco usate un paio di cucchiai di panna con un pò di menta!


    INSALATA CON ANANAS SPECK CROCCANTE E PISTACCHI

    Ananas

    Speck a fette

    pistacchi tostati

    aceto balsamico

    sale affumicato

    inslata verde

    rucola

    olio extra

    Mischiare il tutto e condire con poche gocce di balsamico e il sale affumicato,che con il salmone va davvero a festa! :-)))

    ESPERIMENTO N° 4...



    Questo è un semifreddo ai frutti tropicali con una mousse di limone,come biscotto ho usato la torta di Adrenalina,di cui vi porto integralmente la ricetta io ho usato uno stampo basso per nn aver troppo spessore una volta tagliati i quadrettini...

    TORTA AL CIOCCOLATO CON FIOCCHI DI SALE MARINO



    300g di cioccolato fondente
    200g di zucchero
    120g di burro
    100g di farina
    1/2 cucchiaino di lievito per dolci
    5 uova
    1 cucchiaio scarso di fior di sale
    2 cucchiai di zenzero candito (PER LA MIA PREPARAZIONE HO TRALASCIATO LO ZENZERO)


    Preriscaldate il forno a 160°. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria, unite il burro e lasciatelo sciogliere.
    Mescolate bene: il composto deve risultare liscio ed omogeneo.
    In una ciotola capiente sbattete (con la frusta elettrica) uova e zucchero sino a che diventeranno quasi bianche, quindi unitevi il cioccolato fuso a filo, sempre mescolando.
    Unite a poco a poco lievito e farina spolverandoli sul composto con un setaccio mentre continuate a mescolare. Infine aggiungete lo zenzero tritato. Imburrate uno stampo per cake, foderatelo di carta da forno e versatevi il composto a strati, spolverandone ognuno con pizzico di fior di sale.
    Infornate e cuocete per un 1 ora e 10 minuti o sino a che, infilando uno stecchino nella torta, questo ne risulterà pulito.


    CONTINUO DOPO CON IL GELEE' AI FRUTTI TROPICALI E LA MOUSSE...


    PER IL GELEE'

    1 mango

    2 passion fruit

    1/2 anans

    1 papaia

    1 pitahya

    6 gr di agar agar


    Frulla tutti i frutti,con un paio di cucchiai della polpa ottenuta fai sciogliere l'agar aggiungilo al resto metti in frigo.


    MOUSSE AL LIMONE

    Allora qui bisogna usare della meringa all'italiana ,ma se nn pensi di saperla fare o nn hai voglia di farla,usa un paio di cucchiai di mascarpone per alleggerire(si fa per dire..:-))) la panna!!!

    Per la meringa ,la stessa che avevo gia postato

    100 gr di albumi

    200 gr di zucchero semolato

    4 cucchiai di acqua

    Fai uno sciroppo con zucchero e acqua portandolo a 121 °versalo sugli albumi mentre monti,continua a montare sino che la meringa nn sarà fredda e bella lucida.




    MOUSSE DI LIMONE

    Succo di 2 limoni( più/ meno secondo gusto)

    1/4 di limoncello

    La scorza dei due limoni

    5 gr di agar agar

    500 gr di panna fresca

    Meringa all'italiana

    Fai sciogliere l'agar in un pò di succo di limone,aggiungilo al resto del succo e del limoncello,con una spatola cercando di nn smontarla troppo aggiungere la meringa,mettere un attimo in frigo,montare la panna aggiungere la scorza dei limone poi molto delicatamente incorporare la meringa,se volete usare il mascarpone aggiungete il limoncello il succo dei limoni e la loro scorza senza però aggiungere l'agar(il mascarpone resnde la panna più stabile)incorporate la panna montata!

    Ora dovete solo comporre il dolce a vostro piacere!

    giovedì 10 maggio 2007

    ESPERIMENTO N° 3 SALE SPEZIATO...


    Il sale speziato in questa ricetta ci sta divinamente,un consiglio salate solo leggermente l'acqua, perchè questo tipo di sale nn si scioglie subito, ma rimane in fiocchi sotto i denti sono molto gradevoli da sgranocchiare, esaltano ancora di più l'insieme!



    ZITI CON OLIVE POMODORINI E CIPOLLE CONFIT


    400 GR. ziti

    300 gr pomodorini molto maturi

    2 cipolle rosse

    olive nere cotte al forno

    1 spicchio di aglio

    erbe secche a piacere(io ho usato timo origano curry)

    zucchero di canna

    aceto balsamico

    olio extra

    menta fresca

    sale speziato

    Pulite e tagliate a metà i pomodorini,svuotateli adagiateli sulla leccarda con carta forno,conditeli con un pò di olio,le erbe secche un pò di zucchero di canna una goccia di aceto e sale speziato,pulite le cipolle tuffatele in acqua bollente portate a metà cottura,scolate tagliatele a metà conditele con sale speziato olio e aceto balsamico,mettete in forno a 80 ° fate cuocere sino a quando le verdure risulteranno "caramellate"!
    Cuocere la pasta,farla saltare in padella con un pò di olio e lo spicchio di aglio,aggiungere i pomodorini le cipolle e le olive nere,finire con menta a pezzetti e una spolverata di sale speziato!




    FOR JACEY BLUE


    PASTA WHIT BLACK OLIVE LITTLE TOMATOES AND ONION


    INGREDIENTS

    Pasta

    Little tomatoes

    red onions

    Black olive

    Garlic

    Brown sugar

    Balsamic vinegar

    Olive oil

    Mint and basil chopped

    Spice ( thymus,origan,basil,curry)

    To clean and to cut in two parts,the little tomatoes.
    Get off the inside and put it on the cook paper.To flavour whit oil,thymus,origan,curry,basil a little brown sugar and balsamic vinegar,spice salt!
    Clean the onions and put in hot water til half cook.Get out,cut it in two parts to flavour with spice salt,oil,and balsamic vinegar.Put in the oven(little tomatoes and onions)at 150 F° for three hour.
    Cook the pasta,put it in the fryng-pan whit oil,garlic,than tomatoes,onions,black olive at the and a little chopped basil,mint,origan and spice salt!!!

    ESPERIMENTO N° 2 SALE AFFUMICATO ;-)))


    Lo sapevo che il sale affumicato avrebbe esaltato la freschezza e il profumo delle mazzancolle ,ma nn immaginavo così tanto, sono deliziose!!!


    INSALATA DI PATATE ALLO ZAFFERANO E MAZZANCOLLE AFFUMICATE


    Patate novelle

    Insalata a piacere (ci vedo molto bene gli spinacini novelli)

    Mazzancolle

    Zafferano

    Olio extra

    Buccia di limone nn trattato

    Sale affumicato

    Pulire le mazzancolle tenendo la codina,mettere in una ciotola condite con olio e sale affumicato lasciate macerare.
    Lavare tagliare senza sbucciare le patate,rosolarle in padella con un pò di olio per 5 minuti,sgocciolare e tenere da parte l'olio usato.
    In una terrina mettere le patate e versarci sopra dello zafferano, far insaporire bene,salre con sale marino in fiocchi.
    Mettere in forno e ultimare la cottura,una volta pronte scegliete se tenere in caldo o raffreddare(io le ho mangiate tiepide)fate scottare le mazzancolle nella padella usata per le patate,mischiate ora le patate,il pesce,l'insalata impiattate servite con buccia di limone tritata un giro di olio e sale affumicato!

    ESPERIMENTO N° 1 ...SALE ROSSO!


    Questo è veloce da fare si prepara con molto anticipo e cambiando qualcosa può benissimo andar bene per bambini che odiano le verdure,avete presente la zuppa di croccodillo???:-)))
    A me fa piacere se le ricette che posto vengono eseguite anche se con qualcosa di diverso,perciò nn fatevi tanti problemi,dite dite che tutto è ben accetto!!! :-)))


    PURE' DI PISELLI CON TEGOLINE AL SALE ROSSO E MANDORLE


    1 kg di piselli freschi(anche surgelatui eh)


    250 gr di rucola


    scalogno


    un pezzetto di aglio


    brodo vegetale leggermente salato


    olio extra

    vino bianco per sfumare


    PER LE TEGOLINE

    Grana attenzione nn deve essere troppo stagionato

    mandorle sfilettate

    sale rosso


    Far sudare in una pentola lo scalogno con olio e aglio,aggiungere i piselli e la rucola,sfumare con vino bianco aggiungere il brodo e far cuocere per 30 minuti.
    Ora io ho frullato il tutto lasciando però i pezzi di pisello che ancora si sentono,se nn piacciono frullare il tutto portando a crema.
    In un piatto mischiare il formaggio le mandorle e il sale,scaldare un pentolino adagiarvi un pò di composto allargando per ottenre uno spessore minimo-nn importa la forma tanto poi si spezzeranno-le cialdine prenderanno un colore rosa davvero carino,nn far colorire troppo.
    Servire il purè con le cialdine e qualche foglia di rucola fresca.
    Ora assaggiate prima di salare è importante che il purè risulti "dolce"più che salato,saranno le cialdine al sale rosso a dare il sapore al palato!
    Questo sarà il mio pranzo di oggi,ho nel forno delle cosine perchè seguiranno altri due piatti sfiziosetti,ma quelli più tardi quando sarà ora di pranzo ;-)))

    mercoledì 9 maggio 2007

    GUARDATE COSA...



    mi hanno appena consegnato li ho comperati qui http://www.saledellavita.com/
    pagati anche bene -almeno credo-sono gentilissimi,ti avvisano se un prodotto nn cè e vendono anche quantità minime!!!

    Ora mi aspetta solo la spesa(nn ho più un accidentntina in casa) poi incomincerò ad usarli ,mi spice solo che per il momento erano sprovvisti del sale grosso hawaiiano,ma ho cmq preso quello fino -)))
    Dimenticavo ho speso in tutto comprese le spese 30 euro i barattoli che vedete dietro sono da 150 gr...K ...Ho pensato a te quando ho visto l'insalata di alghe...la prima ricetta sarà di pesce sicuramente!!!

    Se riesco faccio una foto anche ai sali...Ragazze ve lo devo proprio dire,ho appena infilato il naso ;-)) in un paio di confezioni,quello speziato e quello affiumicato,da sveno totale quello affumicato poi è una M-E-R-A-V-I-G-L-I-A devo assolutamente farveli vedere adesso faccio foto e poi posto...come sono felice!!!



    Quello in primo piano a sinistra è il sale affumicato,come gia scritto sopra un sapore meraviglioso sa di affumicato delicato al palato,il secondo il sale rosso hawaiiano fino,spiccato gusto di minerale,-sa di sale insomma:-)))-ma senza retrogusto amaro,il terzo è sale fino alle alghe,gusto di mare vero più delicato dell'insalata di alghe,dietro a sinistra,insalata di mare,nn è un vero sale ma più un concentrato di polvere di alghe fantastico sapore di mare,lo vedo bene per esaltare alla grande pesce e insalate particolari-anguria,feta, insalatina...-secondo, sono fiocchi di sale al naturale-sono veri fiocchi leggerissimi-gusto delicato,lo vedo bene anche su dolce-salato...terzo,fiocchi sale speziato-veri fiocchi-una meraviglia,delicato con lievi sentori di cannella,curcuma ed altro,con piatti speziati ci va davvero a nozze :-)))!!



    Visto che bella forma i fiocchi?
    Io ho provato il sale speziato con cioccolato al 70% una cosa favolosa,sono peggio di una bambina con un giocattolo nuovo avete presente? :-)))

    E TU DI CHE LIBRO SEI??? ;-)))



    Ecco questo è un posto dove ogni volta che ci vado oltre a lascirci un pò di cuore ci lascio anche il portafoglio!!! ;-)))
    Io ai libri nn resisto,ho in consegna da IBIS un pacco proprio per oggi :-)))
    E poi,come si fa a visitare un posto simile senza uscire con qualcosa di nuovo da leggere?
    Che rapporto avete voi con i libri?
    Io nn faccio orecchie per segnare le pagine,mi piace lasciarli quasi intatti anche quando li ho letti,nn mi piacciono le collane economiche,ma solo per un fatto estetico eh ;-))leggo tantissimo quando sono in vacanza,nn mi piace il genere rosa,poi il resto "mangio"davvero di tutto!
    E tu di che libro sei???

    martedì 8 maggio 2007

    MEME - Di che vino sei?


    Accetto al volo la proposta di K(partita da Tulip)anche se io di vini nn ci capisco un h,per la vergogna della famiglia, quella di parte...friul-carnica veneta-altotesina -))) E scrivo...


    Secondo te il vino è maschile o femminile?
    Maschile

    Sei più vino rosso, bianco o rosè?
    Bianco!

    La tua prima volta.


    Lavoravo in un ristorante molto famoso di Milano e partecipai ad una fiera del vino perchè volevo imparare(leggere "tirarmela" ahahahah)gli abbinamenti con i piatti,usci dalla fiera completamete sbronza, però ricordo ancora un vino bianco meraviglioso(così mi sembrò...:-))) Le mimose!!!


    Il tuo miglior ricordo "emotivo" di un vino.
    Quello sopra ;-))) Lo ricordo a distanza di...nn lo scrivo manco morta...ahahah

    La miglior associazione tra un vino e una portata

    Uno Chablis,bello fresco con pesce ma tanto tano eh!!!


    La tua migliore degustazione (prevista o fantasticata).

    Appunto fantastichiamo...


    Chi sceglie il vino a casa tua e chi amministra la cantina

    Lo stregone a lui piace bere bene!!! :-)))

    Quanti vini hai in cantina?

    A parte i vini da collezione(4 ) una decina di bottiglie


    Come inizieresti un giovane al vino?

    Lo porterei ad una fiera del vino :-))) AHAHAHAHAH

    P.S E' il primo Meme a cui partecipo perciò scusassero gli errori ;-)))

    Il mio invito è per Adrenalina e Flat se hanno voglia... :-)))

    LA CARTA FATA...(fac- simile ;-)))



    Vi dico subito che nn è esattamente questa, ma visto che nn so se la vendono anche ai privati http://www.tecnoitalia.net/page19.htm direi che la cuki ha copiato egregiamente, perciò cercate al Carrefour e di sicuro troverete questi sacchetti,per l'uso e per sapere cosè esattamente la carta fata date una sbirciata al loro sito!!!
    Io trovo che sia davvero meravigliosa ed in più molto bella da presentare a tavola!!