mercoledì 27 maggio 2009

...Una punta di salato!

Curd albicocca
Nei dolci ci sta proprio bene ,se poi ne usiamo uno dal retrogusto delicato non amaro il risultato sarà perfetto!
Adoro questi biscotti bretoni proprio per il loro sapore dolce/salato.L'altro giorno mentre pensavo a come avrei presentato la Pavlova mi è tornato alla mente questo post
  • ve lo ricordate? ;-)cè anche il passaggio di come spelare il tuorlo affinche l'odore dell'uovo sparisca..
  • ...Le fragole non le avevo ma delle bellissime albicocche si e allora ho pensato al Curd di albicocche detto fatto!

    curd1
    Una volta pronto e assaggiato ho subito pensato.."spalmato sopra ad un bel biscotto " !!!
    Qualche tempo fa un'amica mi ha regalto una confezione di questi magnifici biscotti spariti in un attimo ;-) mi ero ripromessa che alla prima occasione li avrei fatti anch'io e questa era proprio quella giusta si si si siiii!

    Un paio di consigli,non diminuite il burro nei biscotti ci va tutto e il sapore si deve sentire ;-)
    L'impasto vi sembrerà troppo appiccicoso è giusto che sia così,non aggiungete la farina o perderete l'effetto "sablèe" .Per il Curd questa volta ho usato uova intere per renderlo un pò più stabile e ancora una volta invece del burro il Ghee.
    Una volta pronti i biscotti alcuni li ho passati li ho fatti rotolare sopra ad un velo di curd e poi passati sopra a filetti di mandorle.

    PALETS BRETONS CON CURD ALL'ALBICOCCA

    Curd  albicocca


    500 gr di farina

    230 gr di burro salato

    2 uova

    200 gr di zucchero

    semi di vaniglia

    Lavorare il burro morbido con lo zucchero fino a rendere il tutto cremoso ,aggiungere le uova lavorare molto bene ,aggiungere la farina quando il tutto risulterà bene amalgamato,aiutandovi con una spatola formate un salame eriponete in frigo per un 'ora . I biscotti una volta tagliati dovranno avere uno spessore di circa 1,5/2 cm consistenti insomma ;-)
    Cuocere in forno a 180° fino a doratura.


    CURD DI ALBICOCCHE

    250 gr di albicocche

    185 gr di zucchero

    4 uova

    125 gr di ghee o di burro

    L'interno di un pezzetto di vaniglia

    Mischiare le albicocche con lo zucchero e la vaniglia,lasciare al fresco per un ora.
    Trascorso il tempo,prendere un pentolino versarci le albicocche e lo zucchero,aggiungere il burro.Porre sul fuoco e lasciare bollire leggermente per 15 minuti passate al mixer,dividete l'albume dal tuorlo togliendo a questi ultimi la pellicina che li ricopre, togliete la pentola dal fuoco fate raffreddare per una decina di minuti poi aiutandovi con una frusta versate tuorli e albumi tutti insieme mescolate molto velocemente rimettete sul fuoco per altri 5 minuti quando il curd velerà il cucchiaio sarà pronto.Aspettate che si raffreddi prima di mettere in frigo.

    mercoledì 20 maggio 2009

    Dove eravamo rimasti...;-)

    Ravioli alla fragola con ripieno di burrata e fave al pesto leggero di pecorino e fave croccanti
    Visto che l'ultimo post riguardava un dolce,ho pensato che un primo non stonasse poi troppo.
    Un primo strano certo,ma del resto io stessa lo sono ;-)
    Dovè la cosa strana?
    Ma i ravioli !!!! ;-)
    Sono ravioli alle FRAGOLE!!!! ;-))
    Naaaaa non pensate a qualcosa di zuccheroso o troppo distanti dai vostri gusti non è così!
    Le fragole oltre a donare un bellissimo colore danno anche una sensazione acidula alla pasta che lascia un retrogusto fresco,che si sposa in modo eccelso al ripieno di burrata e favette ,sono conditi poi con un "finto" pesto al pecorino aggiunto sottoforma di salsa cotta a parte con aggiunta di fave tostate e croccanti .
    Qualcosa di diverso per stupire i vostri ospiti,e se i ravioli non dovessero convincevi troppo provate a fare dei tagliolini o papardelle,saranno cmq davvero molto molto particolari da servire no ? ;-)
    Qualche consiglio,comprate fragole molto scure le più mature insomma,passatele al mixer e poi setacciatele sino a quando tutti i semini saranno scomparsi,se volete ottenere una colorazione più intensa usate dei coloranti naturali.
    Se i ravioli non li userete subito,date una precottura tuffandoli in acqua bollente 2minuti e poi passaggio in acqua e ghiaccio ungeteli poi con un pò di olio di semi riponeteli in un contenitore a chiusura ermetica e poi in frigo,eviterete così vista la presenza della burrata al loro interno che i ravioli con il passare della ore diventino appicicaticci e impossibili da cuocere.


    RAVIOLI ALLE FRAGOLE CON BURRATA FAVETTE..

    Ravioli alla fragola con ripieno di burrata fave al pesto leggero di pecorino e fave croccanti


    PER I RAVIOLI

    Ravioli alla fragola con ripieno di burrata fave al pesto leggero di pecorino e fave croccanti

    350 gr di Fragoloni molto maturi (mixati e passati al setaccio)

    350 gr di farina di semola rimacinata

    150 gr di farina 00

    2/3 uova (più o meno )

    sale


    Versate le due farine nella planetaria,aggiungete tutto il succo delle fragole iniziate ad impastare,versate un uovo alla volta ,dopo il 3 terzo uovo fate girare il gancio per un paio di minuti e se l'impasto risultasse troppo duro aggiungete un altro uovo ,diversamente spegnete e impastate un pò a mano.
    Vi consiglio di aggiungere le uova in questo modo per il semplice fatto che il succo renderà l'impasto più morbido ,dovrete ottenere un impasto un pò sostenuto ,non troppo morbido insomma.

    PER IL RIPIENO

    Ravioli alla fragola con ripieno di burrata fave al pesto leggero di pecorino e fave croccanti


    500 gr di Favette cotte e sbucciate

    1/2 Burrate (secondo la grandezza)

    1 Pezzo di Guanciale (o pancetta)

    Pecorino non troppo stagionato

    olio extra

    Passate al mixer la burrata e mettete al fresco,in una padella versate dell'olio fate dorare il guanciale tritato aggiungete le favette e fate saltare per 1/2 minuti ,una volta fredde aggiungere alla burrata insieme al pecorino grattato,rimette in frigo per 40 minuti.
    Trascorso il tempo formate i vostri ravioli.

    PER IL CONDIMENTO

    250 gr di fave cotte e sgusciate

    Basilico

    Pecorino fresco

    Un bicchiere di brodo

    olio extra

    Condire le fave con olio e sale passarle in forno a 200° finchè non sranno tostate e croccanti tritarel con il coltello e tenerle da parte.
    Pestare il basilico aggiungendo olio e sale come per un pesto tradizionale,in un padellino scaldare l'olio (75°) aggiungere il pecorino grattato far "tostare" un attimo aggiungere il brodo bollente,cuocere per 5 minuti montare poi con il mixer e passare al setaccio,quando la salsa sarà fredda aggiungerla al basilico.
    Cuocere i ravioli e condirli con il pesto e le fave croccanti.