venerdì 27 aprile 2007

MUFFIN




MUFFIN AI POMODORI BASILICO E FIORI DI ROSMARINO


(SECCHI)

240 GR farina 00

100 GR di formaggio grana

1/2 bustina di lievito

Sale


(LIQUIDI)


4 Uova

100 gr di burro fuso freddo

Pomodori

basilico

fiori di rosmarino (o quello che preferite)


Mischiate molto bene i secchi,aggiungete i liquidi amalgamate solo il necessario per intridere la farina,l'impasto dovrà essere molto grumoso,nn lavoratelo assolutamente!!!
Dividete in due l'impasto e aggiungete da una parte i pomodori e il basilico e nell'altra i fiori di rosmarino,aiutatevi con una forchetta così da nn girare ulteriormente l'impasto.
Per avere dei muffin perfetti il segreto è proprio nel NN LAVORARE L'IMPASTO!!!
Mettete in pirottini e ripempiendo un pò di più della metà,cuocere in forno a 180 ° per una ventina di minuti nn di più altrimenti seccheranno troppo!(fate la prova stecchino ;-)))

ANCORA UN GRAZIE A GLORIA ;-)



Ancora una volta ho rubato un'idea a Gloria e l'ho fatta mia(un grazie grande grande)
Ho solo cambiato "il contorno"...
Vi riporto integralmente la sua ricetta degli sformatini perchè quella è rimasta uguale uguale ;-)))


SFORMATINI DI GLORIA CON SALSA DI PATATE ALLE ROSE CON GAMBERI IN TEMPURA (Miii che titolo)


DA GLORICETTA

per 6 sformatini


broccoli "strascinati" (olio, aglio, acciughe e peperoncino) 250 grammi
pecorino stagionato grammi 50
uovo 1
farina 2 cucchiai
olio evo 1 cucchiaio
sale e pepe q.b.
Scottate in abbondante acqua salata i broccoli divisi in cimette. Scolateli al dente.
Mettete in una padella un pò di olio, uno spicchio d'aglio, 3 filetti d'acciuga e un peperoncino sminuzzato. Lasciate imbiondire l'aglio e spappolate l'acciuga. Aggiungete in padella anche i broccoli scottati, salate leggermente e lasciate insaporire bene. Coperchiate e lasciate cuocere qualche minuto. Togliete l'aglio, spegnete e lasciate raffreddare.
Frullateli nel blender. Sbattete un uovo con un pizzico di sale e pepe, unite il pecorino grattugiato, la farina e per ultimi i broccoli. Unite un cucchiaio di olio e distribuite il composto in 6 formine di alluminio spennellate d'olio e infarinate ( io ho usato le fantastiche formine a tortina in silicone ) cuocete in forno ( a 140°) a bagnomaria per circa 20 minuti. Servire gli sformati tiepidi.

Io ho usato piccoli stampini con un incavo nel mezzo...


SALSA DI PATATE ALLE ROSE


Patate a pasta bianca (ne ho usate 4 ma le dosi sono secondo commnsali ovviamente)

Una rosa nn trattata(ne ho di bellissime in montagna :-)))

Brodo di carne

1 pezzetto di speck(deve avere spessore)

1 scalogno

1 porro

olio EVO

Vino bianco per sfumare



Fare un soffritto con lo scalogno il porro e l'olio,aggiungere lo speck far soffriggere per un paio di minuti aggiungere le patate tagliate a tocchetti sfumare con il vino bianco ,togliere lo speck versare tutto il brodo(deve bastare a coprire le patate a filo)portare a cottura.
Una volta pronto frullare tutto passare al colino e quando è ancora caldo aggiungere qualche petalo di rosa fatto a pezzetti.

TEMPURA DI GAMERI

Ma lo sapete che la tempura nasce in portogallo e nn in Giappone? :-)))

Questa è la storia

Nel 1540 un temporale terribile portò al naufragio 3 portoghesi (che tornavano dalla Cina)sulle coste del Giappone.
I giapponesi li accolsero a braccia aperte,venuti a conoscenza del loro modo di cuinare i gamberi appunto con una sorta di pastella,fecero loro questo piatto che i portoghesi usavano cucinare durante le Quattro Tempora, giorni di digiuno e preghiera che ricorrevano quattro volte all’anno in corrispondenza delle stagioni.
Da qui il nome di tempura... :-)))
Di ricette in rete ne troverete a migliaia e tutte diverse una dall'altra,io uso sempre questa ricetta,anche se in molti usano mettere l'uovo io nn lo faccio per il semplice motivo che la tempura deve restare una pastella bianca e ben croccante con l'aggiunta di uovo,specialmente il tuorlo,questo nn avviene.
Alle volte aggiungo albume e lascio qualche grumo di farina,ma per altre preparazioni...

Farina di riso

Farina 00

acqua gasata freddissima

ghiaccio

(nn salo mai la tempura ma nessuna pastella in genere)

Mischiare il tutto dovrete ottenere un impasto molto denso,che andrete a ripore in frigo per un apio di ore.
Aggiungete i cubetti di ghiaccio,velate leggermente i gamberi e friggete senza far prendere colore.
Componete il piatto versando un cucchiaiono di salsa nel centro dello sformato posizionate un gaberetto,aggiungete acnora qualche pezzetto di rosa servite!

martedì 24 aprile 2007

BUON PONTE A TUTTI!!!

Ci vediamo dopo il 2 maggio!!!
Ciaoooooooooooooo nè!!!

lunedì 23 aprile 2007

DEDICATO A K ;-)))




RISOTTO MELONE RUCOLA MANTECATO AL CULATELLO


4 meloni

150 gr di rucola

200 gr di culatello

1 cipollotto

brodo di pollo

formaggio (secondo gusto)

olio extra vergine(ho usato il ligure leggero)

Vino bianco per sfumare


Svuotare i meloni della polpa e tenerla da parte,salare l'interno e metterli a scolare.
Mettere il culatello sopra una leccarda ricoperta di carta e far dorare in forno sino a quando il culatello diventerò croccante,ridurne una parte in polvere tenere alcune fette per la decorazione.
In una padella far dorare il cipollotto aggiungere qualche cubetto di melone una manciata di rucola spezzettata il riso e sfumare con vino bianco,portare a cottura con il brodo.
A 5 minuti dalla fine aggiungere il resto del melone e la rucola,spegnere e togliere dal fuoco,aggiungere il formaggio,matecare con la polvere di culatello e l'olio di oliva,servire dentro i meloni con una spolverata di culatello e qualche pezzetto intero!

MARGHERITA?...NO UOVO!!! ;-)))


Io adoro le uova ieri sera dopo tanto cucinare nn avevo voglia di rimettermi ai fornelli così velocemente...


UOVO ALLA COQUE CON PISELLI E FAVE


Uova (secondo i commensali)

Piselli

Fave

origano

timo limone

paprika piccante



Fate cuocere le fave e i piselli(in questo caso 7/8 minuti)ancora caldi conditeli con olio,origano e il timo limone.
Sgusciate le uova dentro alla pellicola che avrete posizionato sopra una tazzina,chiudete con dello spago formando dei palloncini,cuocete in acqua per 3/4 minuti,sarnno pronte cquando vedrete formarmi una pellicola bianca che lascia però intravedere il tuorlo sotto.Toglietele dall'acqua e lasciatele riposare dentro alla pellicola ancora due minuti.
Mettete in un piatto le fave e i piselli adagiatevi sopra l'uovo rompendolo un pò al centro,spolverizzate di papriKa e sale!

domenica 22 aprile 2007

GUARDATE...

Il video qui a lato.io ho riso sino a piangere è meraviglioso!!!

FINGER FOOD...




Questi cucchiaini sono davvero deliziosi,in bocca creano un magnifico contrasto di sapori!!!

CUCCHIAINI AL PESTO DI RUCOLA

250 gr di rucola

30 gr di pistacchi tostati

30 gr di mandorle tostate

olio

sale grosso

fragole

aceto balsamico

panna leggermente montata

formaggio cremoso

cialde alle mandorle


Prepararare il pesto passando al mixer,la rucola i pistacchi le mandorle il sale grosso,aggiungendo l'olio fino a consistenza giusta.
Mischiare delicatamente il formaggio cremoso con la panna.
Ridurre le fragole in piccoli pezzetti.
Preparare le cialdine con formaggio e farina di mandorle(cone per le tegoline qui sotto).
Assemblare così:mettere un cucchiaino di pesto un pò di crema di formaggio le fragole una goccia di balsamico e di lato una cialda.
Si posso riempire anche dei bicchierini da "bere" in un sorso unico!

FINGER FOOD



CONI AL SESAMO CON SPADA AFFUMICATO...


Devo essere sincera nn sono molto facili da fare ma se ci volete provare verrete ripagati di tutto il lavoro...:-)))

Questa è di partenza una ricetta del "mio maestro capo e signore assoluto di tutte le cucine" (insieme a Scabin naturalmente) ;-)))
Che io sono solita chaimare puffo a voi scoprire il perchè...ahahahah!
Lui è il grande HEINZ BECK la pasta dei coni è sua ho solo modificato un pò la quantità di uovo...il ripieno potete farlo come credete...


PER I CONI AL SESAMO

350 GR di farina 00

2 tuorli

1,5 dl di acqua

1/2 cucchiaio di aceto bianco

5 gr di sale

sesamo+ 1 albume per spennellare


Fate una pasta pn tutti gli ingredienti(tranne il sesamo e l'albume)mettere a riposare sotto una padella calda per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo stendere la pasta in modo sottile ricavarne tanti triangoli aventi una base di 27 cm. e un'altezza di 14.
Avvolgere la pasta attorno a stampi conici leggermente oliati,spennellare con albume(lui nn lo dice ma il sesamo diversamente nn attacca)ricoprire ogni cono con il sesamo,mettere in forno a 180° per 10 minuti.Ritirlali dal forno aspettare una decina di minuti staccarli delicatamente dagli stampi.

FARCIA

Pesce spada affumicato

kiwi

aneto fresco

maionese all'arancia

1 cucchiaio di panna leggermente montata

paprika dolce

wodka/limone

Mettere a marinare per un paio di ore lo spada con kiwi, aneto fresco e la wodka.
Preparare una maionese come al solito ma invece di usare limone usate succo di arancia,una volta pronta aggiungete la panna delicatamente facendo attenzione ad incorporare molta aria,ora riempite ogni cono con lo spada marinato mettete sopra un cucchiaino(sono coni piccolo)di maionese una spolverata di paprica e decorate a piacere!

sabato 21 aprile 2007

FINGER FOOD...



PICCOLE MIMOSE SALATE


PER LA PASTA BISCOTTO SALATA

165 gr di farina di mandorle

50 gr di farina 00

5 uova intere più 5 albumi(uova nn grosse)

1 cucchiaio di zucchero

sale


In una ciotola mischiare le uova intere con lo zucchero,sbattere un pò senza far gonfiare, aggiungere la farina di mandorle poi la farina 00 setacciata,aggiustare con il sale, montare gli albumi senza esagerare,aggiungerli al composto facendo attenzione a nn smontare il composto.
Versare il tutto sopra ad una leccarda coperta con carta forno cuocere a 170° per 15 minuti circa,nn far prendere troppo colore.
Una volta pronto mettere il biscotto sopra un panno umido e preparare le farce...

PECORINO E FAVE

Ho mischiato del formaggio a pasta morbida con un bel pò di pecorino stagionato,aggiunto menta fresca prezzemolo ,qualche fava piccola e cruda(sminuzzate).
Poi ho formato le mimose così,ho tagliato un cerchio con un coppapasta,ho spennellato la base con wodka e succo di anas naturale ho messo un pò di farcia e coperto con pezzetti di biscotto.sopra ho spolverato con pecorino e paprika dolce!

GAMBERETTI E ANANAS


Formaggio morbido,piccoli gameretti scottati conditi con succo di lime e olio,aggiunto del basilico,ananas a tocchetti mescoltato il tutto,bagnato la base con wodka e martini secco,composto le mimose come sopra,alla fine ho aggiunto del cocco disidratato delle fragole macerate in wodka e martini una fogliolina di basilico....
I ripieni possono essere tantissimi...

venerdì 20 aprile 2007

FINGER FOOD...




TEGOLE AL PISTACCHIO CREMA SALMONE E FRAGOLE ...a dopo ;-))))


PER LE TEGOLINE

250 gr. di formaggio gratuggiato

60/70 gr di pistacchi tostati e tritati

Mischiare il tutto


Il formaggio nn deve assolutamente essere troppo stagionato,altrimenti le tegoline prenderanno un sapore acido-amarognolo,i pistacchi devo essere tostati per mantenere la croccantezza, diversamente con la cottura resteranno mollicci...!

In una padella nn troppo calda versare un pò di composto,formare dei "cerchi" appena il formaggio incomincerà a sciogliersi aiutandovi con una paletta girate,fate "asciugare" (nn devono dorare mi raccomando)anche l'altro lato,tirate via dalla padella la tegolina ottenuta e adagiatela su di un mattarello dandole la forma giusta(io ne ho usato uno piccolissimo)mettete da parte e continuate con il resto del composto.


FARCIA PER LE TEGOLINE


250 GR di formaggio molto morbido

200 gr di salmone fresco a fette(carpaccio)

1 pompelmo rosa

basilico

qualche fragola

aceto balsamico (ci vorebbe quello tradizionale)

Il salmone nn deve essere affumicato perchè sovrasterebbe troppo il gusto delicato dell'insieme ecco il perchè del salmone fresco.
Come formaggio usatene uno molto cremoso(no ricotta ma neanche il mascarpone)!

Fate marinare il salmone con il succo del pompelmo(se nn piace usate altro)per circa due ore.Una volta pronto sminuzzatelo e aggiungetelo al formaggio insieme al basilico,aggiustate di sale mettet il composto in una sac a poche e farcite le tegoline,sopra ad ogni tegolina aggiungete le fragole e un goccio di aceto balsamico.
Le tegoline cercate di farcirle poco prima di servirle perchè il composto umido tenderà a bagnarle ecessivamente se preparate con largo anticipo,le tegoline invece potrete conservarle in una scatola lontano da umidità per un paio di giorni!

giovedì 19 aprile 2007

PASSIONE ALLA CREMA DI PISTACCHIO...



Visto che mi avanzavano gli ingredienti,congelati avevo ancora dei piccolissimi gusci di sucrèe,ho fatto anche questi :-)))


La ricetta di questo dolce è un pò laboriosa-nn difficile-,ma ne vale davvero la pena ;-)


PASSIONE ALLA CREMA DI PISTACCHIO


Per il semifreddo al mascarpone

250 gr di mascarpone

400 ml di panna(dolcificata a piacere)

meringa all'italiana(Meringa all’italiana 200 gr di zucchero semolato
40 gr d’acqua 2 albumi)

4 frutti della passione

1 cucchiaio zucchero a velo


Con lo zucchero preparare lo sciroppo,portarlo sino ai canonici 121° versare a filo sugli albumi sino a quando vedrete il composto molto lucido,lasciate raffreddare.
In una ciotola mantecate il mascarpone con la polpa(anche i semi)del frutto della passione a cui avrete aggiunto lo zucchero a velo,montare la panna (consistenza di una crema)aggiungerla alla crema di mascarpone.
Con una spatola aggiungere la meringa cercando di nn smontare il composto,mettere in frigo.


Per la crema inglese al pistacchio


2 cucchiai pieni di crema al pistacchio

4 tuorli

250 gr di latte intero

60 gr zucchero

vaniglia

2 gr di agar agar(la crema deve solo esser un pò sostenuta)

Mischia i tuorli e lo zucchero (senza montare troppo mi raccomando)versa il latte caldo e quando velerà il cucchiaio togli dal fuoco,aggiungi la vaniglia l'agar agar ed infine la pasta di pistacchio!
Metti in frigo

Per il crumble di riso soffiato

50 gr. di burro leggermente salato

30 gr. di farina di mandorle

30 gr di farina di riso

35 gr. di rice crispies

40 gr. di zucchero semolato


Intridi con il burro la farina di riso, quella di mandorle,lo zucchero dovrai ottenere un granulato grosso,aggiungi il riso soffiato,versa queste briciolone in una leccarda ricoperta di alluminio,metti a cuocere a 170° sino a doratura(io ho il forno ventilato)20 minuti circa!

Una volta pronto e freddo il crumble,nn resta che assemblare il dolce,come da foto o come più vi piace!!!

Lory


P.S MOLTO IMPORTANTE,PER GUSTARE AL MEGLIO IL DOLCE TIRARLO FUORI DAL FRIGO MEZZ'ORA PRIMA!

CI SONO...:-)))





Che tramvata raga...:-)))
Nn penso mangerò più gelato artigianale alla crema,almeno nn quello contenente la "cugina carina" del ...salmone ;-(((
Cmq ancora un pò di antibiotici e tutto tornerà come nuovo...eheheheh!

Allora prima di tutto vorrei rispondere a ...


@ Flat...le acciughine ci vogliono proprio, perchè il gusto dolce della triglia e dei broccoletti,"lapperebbe" troppo la bocca(secondo me nè :-)))per lo stesso motivo ho aggiunto un pò di peperoncino,ma tu prova come vuoi poi fammi sapere ;-)
Per il professore,mi sembra abbastanza fuori di testa,ma io nn è che sia poi tanto lontana...:-)))
Fiamma dimenticata,pensa che macello se lo facessi davvero mentro cucino...ahahahah!

@ Gloria grazie di tutto :-)))

@ Francesca...i biscotti...che dici,sarà il lievito magico??? :-)))

@Max la piccola...Guarda quello che ti lascerà di stucco è che troverai il petto di pollo,morbido e gustoso quanto mai :-)))

E Ora per ricominciare vorrei lasciarvi questo piccolo ovetto che uso fare quando la domencia mattina io e lo stregone,si decide di girare per colli e valli con la nostra "piccina" :-)))Perciò un bel brunch e poi via...:-)))

P.S La prima foto è decisamente brutta ma è solo per farvi capire come deve essere l'uovo appena tolto dalla tazzina...MA COME FACCIO AD AFFIANCARE LE IMMAGINI UFFA!!! ;-((((((



UOVO CON ASPARAGI E PANCETTA



4 uova grandissime (è importante che siano belle grosse)

1 mazzetto di asparagi

1/2 acciughine dissalate

pistacchi(nn obbligatori)

2 fette di pancetta fate appassire in forno

2/4 fette di pancarrè

Miscela di spezie varie

curry

Pane grattato

olio

sale e pepe

Contenitori secondo piacere...tazzine coccottine bicchierini ecc..ecc...



Fate cuocere gli asparagi,schiaccateli con una forchetta aggiungete i pistacchi le acciughe,mantecate con un pò di olio aggiustate di sale e pepe tenete da parte.
Prendete il vostro contenitore(nel mio caso una tazzina molto alta)oliatelo passate il panegrattato su tutte le pareti(come per una torta)ladciate riposare in frigo per una mezz'oretta.
Nel mentre,prendete le fette di pancarrè bagnatele con l'olio passatele nella miscela di spezie tagliate formando dei bastoncini ,fate tostare in forno fino a doratura.
Trascorso il tempo,rompete delicatamente un uovo in ogni tazzina,mette in una pentola con bordi alti aggiungete acqua poco sotto il bordo della tazzina coprite ora(è molto importante) con un coperchio ogni tazzina(io uso quelli dei batattoli da conserva)mette a bollire,saranno pronte quando sopra vedrete formarsi la pellicola bianca,muovete la tazzina il tuorlo dovrà essere ancora morbido.
Ora io faccio così,stacco con un coltello delicatamente dalle pareti l'albume, aiutandomi con un piattino rovescio la tazzina,lasciandola così un attimo batto un pò tolgo delicatamente la tazzina prendo l'uovo (nn si rompe tranqui)aiutamdomi sempre con il piattino e deposito nel piatto di servizio...

Guarnire con le fettine di pancetta, asparagi,una spolverata di curry e il pane,provate a farli per i bambini con le patatine infilate al posto del pane la pancetta e il ketchup,si divertiranno un mondo...:-)))

martedì 17 aprile 2007

UN SALUTO CUMULATIVO...

Grazie a tutti per i complimenti,per i saluti e anche solo per esser passati da qui.
Mancherò per un pò di giorni,nn sto molto bene e nonostante gli antibiotici mi sa che la cosa durerà ancora un pò.
Perciò vi saluto tutti caramente e appena possibille tornerò a postare rispondere e sopratutto cucinare...

CIAO A TUTTI ALLA PROSSIMA Nè!!!

Lory

sabato 14 aprile 2007

PISAREI E...




Ieri in un paio di battute su Gloricetta,venivo rimandata ad un suo post sui pisarei e fasò,piatto piacentino della cucina povera di un tempo,avendo io uno zio piacentino ho più volte avuto la fortuna di mangiare questa spendida pasta.che ho anche riprodotto più volte,ieri ho trovato delle triglie di scoglio freschissime,nn me ne volere Gloria, idem per dei broccoletti mi sono messa al lavoro...
Li dedico a Gloria ringraziandola per la ricetta(che riporto dal suo blog)


PISAREI TRIGLIE CON PESTO LEGGERO DI BROCCOLETTI


Per i pisarei(ricetta di Gloria)


Per la pasta:

farina 250 g
pane vecchio gratuggiato fine 250 g
sale
acqua bollente qb


Mentre il sugo cuoce, impastate i Pisarei. Con la farina fate una fontana sulla tavola, al centro mettete il pane gratuggiato e il sale. Bagnare il pane con tanta acqua bollente quanto basta ad inzupparlo bene. Quando il calore lo permette iniziare a impastare unendo la farina dai lati . Se occorre aggiungete un po' d'acqua per volta fino a raggiungere un impasto abbastanza morbido, ma non appiccicoso. Impastate bene e formate un grosso cilindro che metterete sotto un tovagliolo. Dall'impasto tagliate una fettina per volta e assottigliatela con il palmo delle mani fino a darle forma di una biscetta. Da questi lunghi e sottili cilindri, staccate dei pezzetti, che schiacciati leggermente con il pollice prenderanno la forma di un piccolissimo gnocco o meglio di un cavatello. Le dimensioni dovranno essere quella di un piccolo fagiolo . Procedete così fino ad esaurimento dell'impasto. Lasciateli riposare sulla tavola dopo averli leggermente cosparsi di farina.


Per il sugo


300 gr.Triglie freschissime

100 gr. Broccoletti verdi

1 cucchiaio di mandorle

qualche foglia di menta

qualche foglia di basilico

peperoncino

3 acciughe dissalate

vino bianco

brodo di pesce

olio al sedano(la ricetta è sotto ci sta proprio bene in questo piatto ma andrà bene anche olio normale)

la buccia di un'arancia tritata


Fate lessare i broccoletti,frullateli ancora caldi con un pò di brodo di pesce, le mandorle, il basilico e la menta aggiungete l'olio al sedano e tenete in caldo!

In una padalla fate rosolare le acciughe con un pò di peperoncino,aggiungete le triglie precedentemente pulite e sfilettate,sfumate con vino bianco e allungate con poco brodo di pesce,portate a cottura.

Ora vi riporto il sistema di cottura per i pisarei così come scrive Gloria...

Quando il sugo è pronto, lessate i Pisarei in abbondante acqua salata e quando verranno a galla lasciateli ancora qualche minuto e poi scolateli ( non troppo). ( se fossero troppo asciutti potete aggiungere un pò di acqua di cottura), aggiungete il pesto di broccoli e il sugo di triglie e mantecate. Dovranno risultare un pò "basotti" o per meglio dire; come un risotto all'"onda".
Servite con le bucce d'arancia spolverate sopra,ci stanno molto bene ;-)))


Grazie ancora a Gloria!

BISCOTTI CIOCCOLATO E MANDORLE...



Mentre preparavo i biscotti di Pascale,pensavo alle mandorle, al cioccolato, all'arancia a come il connubbio mi attirava e sono nati questi,una meraviglia!

Tenendo come base la ricetta sotto ho aggiunto e tolto...


BISCOTTI AL CIOCCO E MANDORLE


125 g di burro leggermente salato morbido(io ho usato sale di guerande 1/2 cucchiaino)

30 g di zucchero

30 g di zucchero di canna

1 uovo

160 g di farina

15 gr di cacao amaro

50 gr. di mandorle tostate

100 gr di cioccolato fondente al 70%

1 cucchiaino da caffè raso di lievito chimico

La buccia di due arance


In una pentolino far bollire per una decina di minuti le bucce di arancia con acqua e zucchero,tritare poi grossolanamente.

Preriscaldare il forno a 180 °(170 se ventilato).
Tagliare grossolanamente il ciocco e le mandorle ,in una terrina mischiare il burro morbido insieme al sale e lo zucchero sino a farlo diventare una crema,aggiungere l'uovo, i pistacchi,la buccia delle arance,il ciocco, il cacao, infine la farina e il lievito.
Con un cucchiaio fate tanti mucchietti ben distanziati(lei scrive che ne vengono 12 io li ho fatti un pò più "cicciotti")mettete in forno per 10 /12 minuti devono solo colorire di poco di fatto il centro deve restare morbido.togliere dalla teglia lasciandoli prima raffreddare un pò!

venerdì 13 aprile 2007

Un piccolo consiglio...FATELI!!!!


Le foto nn rendono davvero,sono spiedini buonissimi molto particolari...

SPIEDINI DI POLLO AL COCCO E CURRY

1 petto di pollo

2 barattoli di latte di cocco al naturale

pane grattato

4/5 fette di pancarrè

un pezzetto di zenzero

una punta di aglio

curry(a piacere)

cocco disidratato 1/2 bustina


2/3 foglie di basilico

olio evo

prezzemolo

2 patate

sale



24 ore prima...

Tagliare il pollo formando delle strisce larghe un paio di cm.in una terrina versare i barattoli di latte di cocco,adagiarvi il pollo e lasciare in frigo per 24 ore...

Tagliare a cubettoni le patate e farle scottare per 5 minuti in acqua e sale,lasciare raffreddare molto bene.

Il giorno dopo,pulire sommariamente(deve rimanere un pò di latte ) il pollo dal latte,salate e mettete un attimo da parte.
Al mixer passate le fette di pancarrè,insieme allo zenzero(se nn piace va bene anche il lime)il basilico,il prezzemolo e la punta di aglio.Mischiate il tutto con il panegrattato il curry e il cocco disidratato inumidite il composto con un pò di olio.
Prendete degli spiedini infilzate facendo molta attenzione a nn romperlo(succede eh oh se succede ;-)un cubettone di patate passato prima nella panatura,prendete una stiscia di pollo e passate anche questa nella panatura,ora bucate un'estremità poi uscite poi ribucate e così via(come si fa con i clamari alla griglia,avete presente :o )poi un'altra patata,poi altro pollo e così a finire...
Si cuociono in forno(date ancora un giro di olio)a 200 ° per una 15 di minuti.
Le salse che si posso usare in accompagnamento sono tantissime,allo yogurt,avogado,siccome a casa mia le salse "strane" nn tirano molto,le ho servite con una concasse di pomodoro molto maturo peperoni alla griglia molto peperoncino paprika dolce,menta olio,scottato sul fuoco per 5 minuti!

giovedì 12 aprile 2007

ZUCCHINE...MA VA???


Ok, adesso giuro che per un pò nn parlerò più di zucchine, ne tanto meno le cucinerò :-)))
Tanto però, se vi capitano tra le mani queste provate a farle...


ZUCCHINE RIPIENE DI VERDURE E FONTINA D'AOSTA


4 zucchine tonde

1 mazzetto di asparagi

1 patata grossina

1 carota

1 pugno di spinaci

piselli freschi

1 spicchio di aglio

Fontina della Val D'Aosta

Lardo d'arnad alle erbe

Wodka

Timo limone

prezzemolo



Per la salsa d'accomapgnamento

Pomodori maturi

basilico

Curry

Olio

peperoncino


Bollire le zucchine rendendole tenere facendo attenzione a nn romperle,svuotatele e fateci qualche ricamino(:-))) )mettele a testa in giù per farle scolare bene.
Nn ho aggiunto la polta interna perchè la trovo molto acquosa.
Fate bollire la patata schiacciatela e mettetela da parte.
In una pentola soffrigete l'aglio(poi togliete)e il timo limone aggiungete tutte le verdure che avrete precedente sbollentato e tagliato,fate insaporire un pò io ho sfumato con della wodka,aggiungere fuori dal fuoco le patate e il lardo pestato,riempire le zucchine,tagliare a bastoncini la fontina e infilarla nel ripieno.
Cuocere in forno a 180 ° per 30 minuti quando li estarete dal forno adagiate sopra una fetta di fontina che con il calore fonderà.
Per la salsa ho semplicemente tagliato i pomodori messi a macerare un paio di ore prima con tutti gli ingredienti e poco prima di servire scottato(nn deve cuocere) in una padella e servito insieme alle zucchine.

Nota :Questo ripeno rimane molto morbido se nn gradite la cosa aggiungete un uovo o del pane grattato!

I BISCOTTI DI PASCALE:::



Il sito di Pascale da dove ho tratto questa ricetta lo trovate nei mie "LEGGO" è un sito bellissimo, pieno di cose interessantissime.
Questa è la ricetta dei suoi biscotti al pistacchio e ciocco bianco.A lato in alcuni punti troverete le mie modifiche...


BISCOTTI DI PASCALE

125 g di burro leggermente salato morbido(io ho usato sale di guerande 1/2 cucchiaino)

50 g di zucchero (ne ho messo solo 30 gr perchè con il ciocco diventano troppo stucchevoli)

50 g di zucchero di canna (idem come sopra)

1 uovo

175 g di farina

1 cucchiaino da caffè raso di lievito chimico

100 g di cioccolato bianco

50 g di pistacchi naturale(io li ho tostati)

Preriscaldare il forno a 180 °(170 se ventilato).
Tagliare grossolanamente il ciocco e i pistacchi,in una terrina mischiare il burro morbido insieme al sale e lo zucchero,sino a farlo diventare una crema,aggiungere l'uovo, i pistacchi e il ciocco infine la farina e il lievito.
Con un cucchiaio fate tanti mucchietti ben distanziati(lei scrive che ne vengono 12 io li ho fatti un pò più "cicciotti")mettet in forno per 10 /12 minuti devono solo colorire di poco di fatto il centro deve restare morbido.togliere dalla teglia lasciandoli prima raffreddare un pò!

PAPPARDELLE AL RAGU DI SCORFANO...



A Eataly-hanno un pesce meraviglioso-,dove vado a comperarlo quando ne ho voglia, ho trovato dei filetti di scorfano meravigliosi,ho preparato due pappardelle "bianche"le ho colorate con zafferano ed è uscito questo...:-)



PAPPARDELLE AL RAGU DI SCORFANO...

Per le pappardelle "bianche"


200 gr. Farina 00

2 albumi

un cucchiaio di olio

zafferano

sale


Per il ragù


2 Filettoni di scorfano

1 pomodoro bello maturo

1 spicchio di aglio

2 cucchiai di brodo di pesce(fatto con gli scarti dello scorfano)

Olio EVo (sempre leggero con il pesce)

2 cucchiaini di pesto di pistacchi

sesamo tostato

Preparare le pappardelle unendo alla farina gli albumi(se sono piccoli anche 3)e l'olio in cui avrete precedentemente sciolto lo zafferano(io avevo i pistilli)aggiungete il sale.Mettete la pasta a riposare sotto una "campana" calda per una mezz'oretta,preparate poi le pappardelle e fate asciugare un pò.
Con gli scarti dello scorfano,preparate il brodo come siete abituati,tagliate in piccoli pezzi i filetti e fate rosolare in olio caldo assieme all'aglio(poi toglietelo)aggiungete il pomodoro tagliato a dadini sfumate con il brodo(quello che avanza congelatelo)fate cuocere per 5 minuti,coprite e tenete in caldo.
In una padella con un filo di olio fate tostare il sesamo(io poi ho dimenticato di metterlo ;-( )leggermente,ora cuocete le pappardelle una volta pronte versatele nella padella con il ragù,fate saltare leggermente togliete dal fuoco aggiunete il pesto di pistacchi,impiattate.
Io ho dato ancora un giro di pesto,aggiungete il sesamo e se gradite del pepe o peperoncino!

UNA FRESCA INSALATINA...



Ieri a Torino faceva un caldo incredibile,una bellissima giornata un giro al mercato e questo è stato il mio pranzo :-)))


INSALATA DI GAMBERI

2oo gr . di mazzancolle (tenete conto che questa è la dose per uno)

1 cestino di fragole

3 asparagi

1 frutto della passione

qualche fogliolina di basilico e menta

zucchero una punta di un cucchiaino

sale

Olio extra vergine (nn troppo aromatico)



Far cuocere le mazzancolle pulite a vapore per 3 minuti,tenere da parte.
Pulire e tagliare con una mandolina gli asparagi,farli sbollenatre in acqua gia calda per circa una decina di minuti,scolare e mettere subito in acqua e ghiaccio,asciugare con un canovaccio.
In una ciotola unire le fragole tagliate,gli asparagi,lo zucchero, l'olio(un cucchiaio) aggiustare di sale e lasciar riposare per 5 minuti.
In un'altra ciotola mettere la polpa del *frutto della passione,aggiungere l'olio e un pizzico di sale.
Prendere un piatto versarvi le fragole qualche gambero,un pò di asparagi versare un pò di frutto della passione,ancora fragole e così fino a finire il tutto,dare un ultimo giro con il frutto un giro di olio,aggiunngere il basilico e la menta.
Io ho finito con l'erba cipollina,ma attenzione io l'ho messa solo perchè a me piace da morire il gusto della cipolla :-) ma si sente un pò troppo in questa preparazione delicata,l'ottimo di sicuro sarebbe stato basilico e menta ;-)

* Io nn ho passato al setaccio il frutto proprio perchè volevo sentire sotto i denti i semini,se la cosa nn vi garba passate la polpa il gusto nn cambia...

martedì 10 aprile 2007

SAGHETTI ZUCCHINE...


Quando arriva la bella stagione,mi piace molto assemblare verdure fresche con le varie pietanze.
Mi piacciono un sacco le zucchine,specialmente quelle baby,tenere, tenere e siccome è stagione diamo il via alle prime preparazioni ;-)))

SPAGHETTI CON ZUCCHINE E MOLLICA DI PANE

Spaghetti
Zucchine baby
acciughe sotto sale(dissalate)
Pane raffermo con un pò di crosta(io ho usato altamura)
Mandorle pestate grossolanamente
basilico
menta
aglio
sale
EVo


Ho fatto precedentemente cuocere le zucchine,in una padella ho messo l'olio e lo spicchio di aglio fatto soffriggere un pò,aggiunto il pane e qualche mandorla pelata,ho fatto prendere colore al pane.
Ho tolto dalla padella mettendo il composto sopra un foglio di carta cucina,rimesso un pò di olio nella padella,ho fatto sciogliere nell'olio le acciughe,aggiunto le zucchine fatto rosolare per 5 minuti,a questo punto gli spaghetti erano pronti,li ho fatti saltare in padella aggiunto la menta e il basilico spezzettato,ho impiattato dando una spolverata con il pane e un pò di pecorino dolce!

TORTA DI MELIGA E MANDORLE

Fetta in sezione...


FROLLA
500 gr di farina 00
30 gr di farina di mais(fioretto molto fine)
30 gr di farina di mandorle
1 uovo + 2 tuorli
250 gr di zucchero(anche meno se volete)
250 gr di burro molto freddo
1/2 bustina di lievito
vaniglia
un pizzico di sale

RIPIENO
500 gr di ricotta cremosa
2 tuorli
100 gr di amaretti sbriciolati
100 gr di gocce di cioccolato fondente
1 bicchierino di rum
4 cucchiai di zucchero(o meno)

Preparare la frolla e metterla in frigo a riposare per un paio di ore,setacciare la ricotta con lo zucchero,aggiungere i tuorli,il rum il cioccolato e per ultimo gli amaretti.
Con la frolla foderare uno stampo alto,prendendo bene anche le pareti,versare l'impasto di ricotta e ricoprire il tutto con un altro disco di frolla,mettere in forno a 180 ° per 50 minuti.
Una volta cotta lasciatela raffreddare molto bene,poi estraetela lasciando la parte sopra sotto,spolverate con zucchero a velo!

sabato 7 aprile 2007

BUONA PASQUA ...


a chi passerà di qui,ci si rivede dopo le feste...

Una serena Pasqua a tutti i voi!

Lory

giovedì 5 aprile 2007

IL CIACCINO STA A SIENA,COME IL DE...


Sta ai livornesi ...:-)))
Che nn c'entra proprio nulla con la ricetta,se nn per il semplice fatto che questo polletto è livornese.
La cosa mi ha fatto tornare in dietro con gli anni,quando lavoravo appunto in quel di Livorno,quanto adoravo sentire quel DE,o mangiare il ciaccino a Siena e la schiacciata a Firenze,solo Pisa mi ha lasciata un pò così,ma forse solo perchè quando ci arrivai era pieno inverno,cmq sia io adoro la Toscana e a lei oggi dedico questo polletto!



POLLETTO LIVORNESE ARANCIA RUM E MIELE


1 polletto
2 arancia più + 1
4 cucchiai di miele d'acacia
rum 1/2 bottiglia
Brodo di pollo
salvia
rosmarino
Lonzardo(una spece di lonza-lardo)va bene anche anche del lardo rosato
aglio
burro
olio
sale
pepe


Prendere il polletto e massaggiarlo bene con il miele (anche dentro)introdurre all'interno della pancia la salvia,il rosmarino, una fetta d'arancia,sale e pepe.
Metterlo in un contenitore,aggiungere il rum,il succo delle due arance l'aglio, a cui prima avrete tolto la buccia con un pelapatate.
Mettete al fresco per 24 ore rigirandolo spesso(nn in frigo).
Prendete una pentola,soffriggete il burro con l'olio,adagiate sul fondo le fette di Lanzardo(o quello che preferite)facendo attenzione al fuoco che deve essere "dolce".
Prendete il polletto scolatelo dalla marinata fate rosolare bene tutti i lati,alzate la fiamma e aggiungete la marinata,fate evaporare un pò allungate con il brodo caldo,coprite sino a cottura.
Nem mentre tagliate a julienne le buccie, fate bollire in un pò di acqua (10 minuti)aggiungete al polletto in cottura.
Una volta cotto,tagliate e mettete in caldo togliendo la salvia e il rosmarino.
Rimettete su fuoco "allegro" aggiungere il succo dell'ulitma arancia "tirare" andando a raschiare i bordi della pentola dove si sarà formato un leggero caramello...
Servire a piacere!

VITELLO TONNATO o meglio..


sarebbe dire,manzo tonnato!
In piemonte difficilmente troverete il vitello,inteso per vitello, bello bianco,slavato...:-)))
Ai piemontesi il vitello emaciato proprio nn piace,il girello con cui si fa il tonnè,di solito è un manzo giovane,nulla a che vedere con il girello "smacchiato"che si trova un pò in tutti i supermercati.
Tirato su con cosa???...Zimox,amocillina,estrogeni ecc..ecc..
Vabbè mi sto perdendo...
Lo sapevate che il vitello tonnato,nasce in verità senza tonno ne maionese?
E tanto meno la carne veniva lessata...
Io uso fare una via di mezzo...


VITELLO TONNATO

1/2 Girello di vitello(questo era enorme)
1 litro di vino bianco
brodo di carne(usate poco sale)
tonno un vasetto da 250 gr
4 tuorli cotti
capperi
3/4 acciughe sotto sale
carota
sedano
cipolla
salvia
burro
olio
pepe


Ho messo a marinare la carne per una notte coperta con vino e aromi.
In una pentola fai sciogliere il burro e l'olio,scola le verdure e gli aromi fai soffriggere,aggiungi la carne e fai dorare molto bene la carne da tutti i lati.
La marinata portala a bollore,facendola andare per 5 minuti,versala sulla carne aggiungi il brodo caldo.
Pulisci le acciughe tritale grossolanamente,metti nella pentola porta acottura per 1 e 20.
Una volta che la carne e pronta(deve rimanere rosa altrimenti è stopposa)metti a raffreddare.
A questo punto io procedo così.
Il fondo ottenuto lo faccio ulteriormente restringere,verso sopra un setaccio,tolgo un pò di verdure e aromi(ne lascio circa 2 cucchiai)frullo in un mixer con il fondo, i tuorli cotti ,il tonno.
Per ottenere una salsa ancora più vellutata ripasso al setaccio per un paio di volte,metto in frigo sino al momento di usarlo,decorarlo con capperi buccia di limone o come più gradite :-)!

NORD VS. SUD...ovvero


Ho da circa un paio di anni,un "quasi" genero, napoletano DOC :-) Io ho provato...
E siccome quest'anno causa lavoro, nn potrà tornare a casa ho voluto fargli una sorpresa(che riceverà domani)
Mi sono cimentata per la prima volta nella pastiera.
E'una ricetta frutto di una serie di consigli trovati in rete,questa l'ho fatta mia,sperando che si avvicini quanto più possibile a quella VERA.
La sentenza dopo pasqua :-)))

Tra un pò la ricetta...

martedì 3 aprile 2007

PROVE TECNICHE DI...PASQUA!

....Senza cappello...;-)))





Nn è che io passi tutto il giorno a cucinare eh ;-))) (quasi..eheheh)
Ma la pasqua si avvicina e come al solito(ma con piacere)mi tocca...

Ho provato a fare queste lasagnette,direi che mi piacciono perciò farnno parte del menù ;-)
LASAGNETTE ALLE ZUCCHINE CON PROSCIUTTO DI SAURIS
Pasta per lasagne(secondo i commensali)
Zucchine
Prosciutto di Sauris(al cuore nn si comanda..;-)
Pecorino
Vino bianco per sfumare
brodo di pollo
Prezzemolo
sale
pepe
Grana
Aglio
Ho fatto cuocere le zucchine con un pò di olio e uno spicchio di aglio, prezzemolo,sfumato con un pò di vino bianco,ho tagliato con un coppapasta le lasagne, fatte cuocere,ho fatto un roux(bianco) a cui ho aggiunto il pecorino e il grana,allungato con il brodo e fatto restringere,l'ho poi passato al colino,aggiunto il pepe.
Composto il piatto,un pò di zucchine,il prosciutto sminuzzato molto fine,poco roux(o salsa come volete voi ;-)un pò di pecorino e grana in scaglie,messo in forno a gratinare leggermente.
Non ho messo le dosi esatte perchè questa è solo una prova :-)
Ora mi aspettano le colombe...AHAHAHAHAH!

TAJARIN DI MARIA...



Maria pagliasso prerara(o preparava?)questi tagliolini all'Osteria del Boccondivino di Bra,usando 40 uova freschissime per kg. di farina,siccome i suoi erano da sogno io ho spudoratamente copiato,io però visto che nn mangio carne li ho conditi con burro e salvia,ai mie con sugo d'arrosto :-)))




TAJARIN D'LA MARIA(io ho dimezzato la dose)




500 gr di farina 00


20 uova(tuorli)


sale




Impastare,lasciar riposare sotto una pentola calda,ora di sicuro la Maria li tira a mano,ma siccome io sono out con un braccio(per ora)ho usato la vecchia Imperia ;-)




Condite poi con burro(magari di monatgna ;-) o sugo d'arrosto...








domenica 1 aprile 2007

MANZO ALLA CALIFORNIANA e tanti ricordi...!


Nonostante il nome,è assolutamente italiano;lombardo,fa parte dei mie ricordi d'infanzia, quando passavo le vacanze a Orino,piccolo paese in provincia di VA.
Li abitava mia zia,la Ginetta,sorella piccola della mia nonna,piccola solo di età però,la Ginetta era una donnona grande e grossa(190 cm)cuoca sopraffina,aveva lavorato anche per i Borromeo.
Si trasferì a Orino(la mia famiglia era sfollata li ai tempi della seconda guerra) ed aprì una trattoria,la Gesiola, era una sorta di casa coloniale,divenata poi punto di ritrovo per chi arrivava fin lassù a prendere l'acqua dalla fonte.
Lei prepararva la vera cucina di casa,brasati,cassoeula,le trippe,e questo magnifico manzo,mio cugino poi preparava una polenta cotta nel grande camino, che la faceva da padrone nel salone adibito a bar.
D'estate si mangiava fuori su tavolacci, tutti insieme e anche se la stagione nn era quella giusta ,la gente andava alla Gesiola per mangiare polenta con...In quel posto ho passato dei momenti bellissimi ed indimenticabili!
Ora la Ginetta è morta, ma io continuo a fare ancora tanti dei suoi piatti,era una donna staordinaria, amava pazzamente gli animali e io con lei...:-)
Oggi dedico a lei questo magnifico piatto,quanto mi manchi cara Ginetta!!!
MANZO CON QUENNELLE AL LIMONE E BASILICO
Ingradienti(per il manzo)
Un codone di manzo(questo era 750 gr)
1 cipolla rossa grande
Pancetta o lardo andrebbe lardellato ma io ho preferito "fasciarlo"con pancetta coppata
60 gr di burro
1 cucchiaio di olio
1 bicchiere di aceto di vino rosso(io ho usato il mio fatto in casa)corposo
200 ml di panna(o latte)
Brodo leggero(io uso quello di pollo)
Fascia la carne nella pancetta,con lo spago lega e metti a rosolare la carne nel burro e olio ben caldi,fai dorare,aggiungi l'aceto e fai sfumare bene versa la panna e il brodo caldo,fai cuocere a fuoco dolce per 4/5 ore.
Una volta cotta, togli la carne e passa al mixer il sugo ottenuto,passa il tutto al colino e tieni al caldo!
QUENNELLE AL BASILICO E LIMONE
Patate 2 grandi ( secondo i commensali)
10 foglie di basilico spezzato con le mani
la buccia di un limone
*olio al sedano*
Cuoci le patate, una volta pronte schiacciale con la forchetta fino a ridurle in purè,è giusto che si sentano ancora dei pezzetti di patata sotto i denti,aggiungi l'olio di sedano,sale,il basilico e la buccia del limone,il tutto deve essere fatto quando le patate sono ancora calde,prepara le quennelle e mettile sopra una leccarda,aggiungi ancora un giro di olio e quando sarà l'ora di mangiare passa le quennelle sotto il grill per 2/3 minuti.Servi accanto alla carne!
*OLIO AL SEDANO*
le foglie di un sedano grosso
Olio EVO ma leggero(tipo ligure)
Pulisci le foglie del sedano,metti in una pentola ricopri di olio,porta il tutto a 65° togli dal fuoco,lascia raffreddare.Frulla l'olio e le foglie,metti una garza in un setaccio e fai colare.
Conserva l'olio così ottenuto in un vasetto in frigo.
Lo puoi usare su carne ,pesci e preparazioni delicate!

OVIS MOLIS



200 GR. di burro ben freddo


100 gr. zucchero a velo


4 tuorli d’uovo sodi


gr.200 farina tipo “00”


100 amido di mais


1 cucchiaio di vaniglia liquida


Semi di papavero


Zenzero in polvere


Per farcire questi ho usato la mia marmellata di fichi e di arance al cardamomo!






Impastare il burro con la farina e l'amido,setacciare i tuorli d'uovo(io uso un colino a maglie molto fitte)aggiungere lo zucchero a velo e la vaniglia,una volta ottenuto un impasto"setoso" dividerlo in due e aggiungere in uno i semi di papavero, nell'altro lo zenzero in polvere !


Farcire a piacere...






MARGHERITE DI STRESA




Io adoro far biscotti,Natale,compleanni feste e Pasqua!!!
Visto che quasi ci siamo,ho incominciato la produzione, copiando una ricetta di Elena Chesta di CI !!
L'impasto assomiglia molto a quello che uso per fare gli ovis molis.
Visto che cmq erano in programma vi metto le ricette di entrambi...
Mi raccomando,a vostro rischio e pericolo...;-)))
Danno dipendenza!!!


MARGHERITE DI STRESA
copio la ricetta così come l'ho trovata in rete)





250 gr di burro morbido e facile da lavorare
120 gr di zucchero a velo, più altro per spolverare (meglio avere un colino o un setaccino)
la buccia di 1/2 limone grattugiata fine
un pizzico di sale
una bustina di vanillina (io ho usato estratto di vaniglia)
4 tuorli di uovo SODO tritati finemente e passati al setaccio
200 gr di fecola di patate
200 gr di farina 0 di grano tenero (io ho usato 00)





In un'ampia ciotola mescolare il burro con zucchero, buccia di limone, il sale e la vanillina fino ad ottenere un impasto omogeneo. Unire l'uovo e procedere fino ad ottenere una pasta morbidissima e gialla.
Unire di seguito farina e fecola.
Quando l'impasto sarà completamente uniforme riponetelo in frigorifero per qulache decina di minuti per farlo raffreddare.
(Su un piano infarinato) stendete la pasta con un mattarello. La pasta sarà spessa 1 cm e da questa ritaglierete con un coppapasta a bordi smerlati o con uno stampino per biscotti, delle margerite di diametro di 3 cm.
Disponete i biscotti su una placca da forno precedentemente coperta con carta forno. Con il dito formate un avvallamento nel centro di ogni margherita.
A forno già caldo (statico) cuocete i biscotti per 10 minuto a 220°C.
Lasciate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.




Io alcuni li ho spennellati di uovo e latte poi ho solverato con,zucchero di canna e cannella,polvere di mandorle...