giovedì 22 settembre 2011

Che teneroni ;-))

Tenerumi2
I tenerumi li conoscete? Sono le foglie delle zucchine lunghe ;-) In questo periodo è facile trovarle al mercato perchè la stagione è quasi al termine e chi le coltiva si appresta a togliere le piante che inevitabilmente nn danno più i frutti. In piena estate le foglie e i gambi sono teneri teneri adesso dovrete solo avere l'accortezza di usare le foglie più piccole,mentre ai gambi più piccoli vi basterà togliere il filamento con l'aiuto di un coltello.
Io adoro questa minestra e mio marito l'adora ;-))
Questa come ben capirete nn è la versione tradizionale,ma quella che ho presentato ad un cliente,visto il grande successo ho voluto riproporla anche a voi .
E' una minestra che potrete proporre anche con delle semplici erbette o costine,ma i tenerumi restano cmq tenerumi ;-)
La mia
  • SISTER

  • mi perdonerà per questa variante ma lei sa che tanto io..SON PIUì TERRONA DI LEI !!!! ;-) Te la dedico con tutto il cuore !
    Ho cmq voluto mantenere l'impronta siciliana in tutto quello che ho usato per la preparazione ;-)
    Per il piccolo involtino croccante ..
    tenerumicucchi1
    ho usato per il ripieno,sarde,pinoli,menta,ragusano DOP.
    Tenete da parte anche i "filamenti sottili e ricci ricci " (nn so come si chiamano ) che troverte tra le foglie e qualche pezzo di pelle delle sarde vi serviranno per decorare il piatto oltre che per conferire un pò di croccantezza al tutto !
    Ho versato dell'olio al limone ,ma nn uno qualsiasi ;-) Ho avuto in regalo dei limoni di Interdonato,naaaaaa prima di pensare a cose poco carine ( nn è pubblicità occulta ) ;-)) cercate in rete la storia di questi limoni è davvero interessante. Sono limoni che per la loro dolcezza si possono mangiare anche in insalata,sono anche detti precoci perchè si trovano gia in questo periodo,perciò provate a cercarli vi piaceranno un sacco ne sono certa ;-)Per ottenere un olio profumatissimo vi basterà mettere a macerare la buccia per circa un mese al buio.Io nn avevo tempo di aspettare perciò l'ho leggermente scaldato (60°)lascinadolo poi raffreddare.

    MINESTRA DI TENERUMI CON INVOLTINO CROCCANTE ALLE SARDE E OLIO AL LIMONE D'INTERDONATO


    tenerumi

    500 gr di Tenerumi (costine o erbette)

    1 scalogno

    1 spicchio di aglio

    qualche foglia di basilico

    sale

    Farina (servirà solo ad infarinare i "filamenti ricci "

    Olio per friggere

    Brodo vegetale

    Una volta puliti i tenerumi,li cuocio in brodo vegetale li scolo tenendo da parte il brodo. In una pentola faccio rosolare l'olio,l'aglio e lo scalogno verso le verdure e il brodo faccio insaporire bene e metto un attimo da parte.

    PER L'INVOLTINO

    Foglie di tenerumi

    Sarde

    pinoli (nn tostati)

    Menta

    ragusano

    1 albume

    sale

    Pulite le sarde tenendo da parte la pelle,tritate bene insieme agli altri ingredienti, salate aggiungete l'albume formate un impasto con cui andrete a farcire i vostri involtini.
    Gli involtini andranno prima passati in una pastella leggerissima,io uso semplicemente acqua ghiacciata e farina di riso ,ma a voi la decisione se usare questa o la vostra l'importante è che l'involtino resti croccante all'esterno.
    Rimette ora sul fuoco la minestra ,nel mentre figgete in olio profondo la pelle delle sarde e i "filamenti ricci" e qualche foglia di basilico.Quando sarà ben calda versatela nei piatti aggiungendo in ognuno un involtino del pepe e un filo di olio al limone.

    27 commenti:

    Federica ha detto...

    M'è sembrata poesia leggere questa ricetta. I tenerumi penso di sognermeli qui, ma l'idea di usare le erbette mi ispira e parecchio. L'effetto dei "filamenti ricci" è meraviglioso. Un bacione

    Tamtam ha detto...

    io li conosco e li uso molto, ci faccio le orecchiette, mi fanno impazzire, io uso la parte tenera che sta in mezzo, i germogli, ma adesso ci farò anche gli involtini...è una meraviglia...ciao carissima

    Saretta ha detto...

    Io che dentro sono più terrona di tutti voi messi insieme..adoooooorooooooooo!Splendido tutto, dalle tue foto pare che esca la pietanza, che meraviglia!bacio

    Edda ha detto...

    Che teneroni e che ricetta, decisamente...ho l'acquolina (colpa della foto? ;-)

    Virò ha detto...

    Sono davvero felice di rileggerti: la tua competenza e la passione con cui condividi le tue esperienza sono davvero mancate.

    Ora siamo tutti un po' più ricchi!...

    Claudia ha detto...

    ma sei tu una tennerona!!!! baci Lory

    due bionde in cucina ha detto...

    ciao, ma che belle foto? Le fai tu?
    Io sono esattamente dalla parte opposta dell'Italia ma amo i sapori del sud.
    Buona serata!

    Monica ha detto...

    Non li conoscevo, ma ho capito bene? sono le foglie delle piante di zucchina, quella comune x intenderci, dalla quale prendiamo anche i fiori x friggerli? oppure non ho capito proprio un bel niente?

    L'idea dell'olio al limone te la rubo, più volte ho pensato di farmelo da me, ma non ero certa del procedimento (pensavo anch'io di scaldarlo immergendo le scorze x estrarne gli oli essenziali), ma questa varietà di limone dove la trovi? da Eataly? mi sa che se chiedo qui non sanno neanche che cosa sono...
    Un abbraccio. Monica

    Claudia ha detto...

    Sister,
    come al solito colpisci dritto al cuore :*
    I tuoi tinniruma con i viticci (i ricci della pianta) mi acchiappano in un meraviglioso oblio. Perchè tu crei poesia e musica altro che storie. Quando si dice che questa, non è la solita minestra...ci credo senza nemmeno riflettere non è necessario.
    :)
    grazie sister mia grazie per la tua delicatezza e il tuo amore pi mmia
    love
    Cla

    Roxy ha detto...

    Mai mangiato i tenerumi!!!!
    Un piatto fantastico...come al solito!
    Buon we

    LeCiorelle ha detto...

    La minestra di tenerumi la facciamo spesso perchè mio zio ha l'orto e quindi ci rifornisce della materia prima! questa variante poi sembra proprio stuzzicante!!

    Manuela ha detto...

    Quella foto parla da sola, l'idea di usare i filamenti e la pelle delle sarde come decorazione è geniale!!!!! Peccato che qui i tenerumi non si trovino. Buon fine settimana, saluti Manu.

    milena ha detto...

    nonostante mio padre abbia piante di zucchine in quantità notevole non ho mai assaggiato ne le foglie ne i gambetti. Grazie per la dritta ;-)

    notedicioccolato ha detto...

    "Ecco per te il 2° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmagazine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

    Un abbraccio,
    il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine; il link diretto è questo:
    http://www.openkitchenmagazine.com/condividi/
    Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

    Giorgio ha detto...

    Tonnata seiii! Che bello rivederti e salire a pregare sull'Olimpo con questa ricetta divina. E sì, un vera zampata da Dea la tua; anche l'Interdonato hai scoperto, oltre ai tennerumi e le sarde! Lo sai che l'Interdonato ormai si vende sono in UK, perchè è ritenuto un agrume di calibro troppo grande per i tristi frigoriferi padani?
    Grazie.
    tuo Giorgio

    Le pellegrine Artusi ha detto...

    Lory che goduria questo piatto, per la vista e leggendo la ricetta anche per il sapore....ma dove li trovo ora sti tenerumi....la bedda sister ti perdona, ti perdona :))

    franci e vale ha detto...

    Ciaoooooo!! che piacere, io non lo sapevo che eri tornata!! tu non mi conosci, ma io ti seguivo sempre! Sono contenta di leggerti ancora!! ciao, franci

    cucina romana ha detto...

    una ricetta da provare assolutamente in cucina!!

    Viviana ha detto...

    dimmi qual'è qui al Nodd il tuo spacciatore di tennerumi peffavore :)))
    colpita nel cuore sono!!!
    sbaciucchi a profusioneeee

    SingerFood e Chiccherie ha detto...

    ..capitata per caso sul tuo blog ritrovo un elemento a noi comune: Le Sfigatte! =) Sosteniamo anche noi il gruppo di Milano con gli stalli momentanei (ultimamente poco visti i continui viaggi!), è sempre un piacere trovare gente che condivide lo stesso duplice interesse: amore per gli animali e cucina! =)

    Un abbraccio

    Francesca di www.singerfood.com

    Pamirilla ha detto...

    Oh Gigia!!!! Ma che sei caduta in fosso?!?!?!!!!!!

    sara ha detto...

    Che bel blog! Non lo conscevo ahimè...ciao a presto Sara

    Arnalda Gourmet ha detto...

    Non sapevo che le anche le foglie di zucchina si mangiassero! mi hai aperto un nuovo mondo! a presto!

    Gianni ha detto...

    Il tempo è sempre poco, ma eccomi qui almeno per augurare a te e famiglia un buon fine ed un 2012 pieno di amore, felicità e lavoro! un bacio, Gianni

    cessione del quinto ha detto...

    Ho mangiato i tenerumi ma mai di questo modo ,la ricetta si vede buonissima ,sarà il caso di provare e di gustarme questa squisitezza.Grazie.Daniela

    'Le ricette dell'Amore Vero' di Claudia Annie ha detto...

    wooooooooooow che delizia! complimenti, un bacio :)
    ps: ho realizzato un nuovo concorso "Fashion Food": in premio 100 euro di shopping! Ti aspetto :)

    The miss tools ha detto...

    Che buoni i tenerumi, peccato che qui sono introvabili!