giovedì 4 agosto 2011

Anche la trota è un pesce.. ;-)

involtini3
Non solo pesce nobile per il crudo.Perchè spendere a tutti i costi un sacco di soldi quando anche con un piccolo pesce come una semplice trota si può ottenere un piatto eccezzionale come questo? ;-)
Se poi la trota è salmonata,nn "colorata", ma proprio salmonata allora avrete fatto anche BINGO!!!
Ho voluto qualcosa di fresco colorato e gustoso.
Per prima cosa la conoscete la Portulaca(oleracea)? Chissa quante migliaia di volte l'avrete notata ai bordi di strade,ruscelli,parchi ecc..è questa piantina qui

portulaca
E una pianta straordinaria,ha un gusto fresco quasi marino,nell'insalata è gustosissima ma secondo me con il pesce raggiunge il massimo ne esalta il gusto e la freschezza.
Cercatela la prossima volta che vi capiterà di girare per un campo , un prato, un bosco,sono sicura ve ne innamorerete.Si può usare anche nei minestroni.
Ho voluto aggiungerla al riso freddo che ho preparato con basmati,riso rosso,selvaggio canadese ,zeste di limone candito e Portulaca. Bè devo dire che il mix era perfetto.

riso

100 gr di riso rosso

100 gr di riso Basmati

100 gr di Selvaggio Canadese

Un mazzetto Portulaca

3 Zeste di limoni canditi in sciroppo di zucchero a cui aggiungere una volta pronto 3cucchiaini di aceto di mele

olio per condire e sale

Cuocere il riso separatamente una volta pronto condire con olio extra,mescolare con la Portulaca,le zeste di limone scolate dallo sciroppo aggiustare di sale.


Per gli involtini ho preparato due salse una rossa a base di pomodori ,peperoni confit a cui poi ho aggiunto del melone e una volta pronta una spuzzata di colatura di Cetara.

salsarossa

100 gr di pomodorini confit (conditi con zucchero sale basilico)

50 gr di peperoni confit (come sopra)

100 gr melone

Olio extra vergine

colatura di Cetara

Montare il tutto al mixer aggiungedo olio a filo,Quando avrà raggiunto la consistenza di una crema mettere in frigo a raffreddare.Quando la servirete spruzzateci sopra la colatura.


L'altra gialla salsa Aioli al mango

salsamango

150 gr di Mango

3 spicchi di aglio sbianchiti

1 chucchiaino di aceto di mele

100 gr di olio di riso

sale

Sbianchire l'aglio per 2 volte ogni volta cambiando l'acqua,frullarlo insieme al mango al sale e all'aceto.Metterlo in un contenitore alto e montare il tutto con olio a filomuna volta raggiunta la consistenza di una maionese mettere in frigo.


Infine per gli involtini una trota salmonata sfilettata ripiempita con gamberi, seppie,zucchine e peperoni,fatti marinare per un'ora nel Porto Bianco con una piccola quantità di sale affumicato.Le fette di trota le spennellate con dell'olio di nocciole.

INVOLTINI DI TROTA SALMONATA CON CRUDO DI GAMBERI SEPPIE VERDURE MARINATE NEL PORTO BIANCO

involtini4

1 trota salmonata e sfilettata

1 zucchina tagliata in piccola brunoise

1 peperone sempre in brunoise

4/5 gamberi freschissimi tritati

1 seppia tritata

Porto bianco in cui far marinare il tutto

Olio di Nocciole

Sale

Mettere le verdure e il pesce a marinare per circa un'ora scolare.Battete delicatamente le fette di trota pennellatele con olio di nocciole salate leggermente ripempite con il composto fatto marinare,richiudere e servire insieme a riso e salse.



  • questa ricetta partecipa al Contest di ornella



  • 32 commenti:

    giulia pignatelli ha detto...

    La ricetta è semplice ma necessita di tante piccole preparazioni. Ora la leggo bene e provo a rifarla ;) Hai ragione, la trota è un pesce molto gustoso e concordo con te sul sapore della portulaca. Buona serata

    Lory ha detto...

    Si Giulia hai colto nel segno ;-) Facile è facile basta leggere bene per accorgersene ;-))

    Shade ha detto...

    mi rendi appetibili cose che non mangerei mai normalmente :)

    Alessandra ha detto...

    Qui c'è sempre da imparare...adesso scopro pure questa piantina magari vista, rivista e lasciata lì chissà quante volte. Le ricette son semplice ma ovviamente ti prendono in tempo. Non riesco ad immaginare il gusto delle due salse col melone e si anche le trote sono pesci...detto da me poi..! 0_0
    E quand'è che mi inviti? Qua bisogna degustare...baciotto commare mia...Ale.

    Federica ha detto...

    Non si finisce mai d'imparare! Non conoscevo il nome di quella pianta e neanche avrei immaginato fosse commestibile!
    Quegli involtini di trota sono bellissimi ma per quanto ami il pesce...crudo è più forte di me, nun je'a fo'!
    Invece mi piace un sacco l'idea del mix riso, fresco, leggero e bello da vedere. Un bacio, buona serata ^__^

    P.S: ma davvero "uccidi" anche le piante già morte :)))))?

    Chiara ha detto...

    meno male che sei tornata.... con queste ricette superbe volevi star lontana??? Un abbraccio cara Lory...

    Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

    Eh si è anche un signor pesce...bellissime ricette, appena arrivo a Baires le provo con la trota patagonica (figlia di nessuno, quella ;) ).

    Ben tornata !!!!!

    meandfrankieavalon ha detto...

    Che meraviglia! Una ricetta davvero nuovissima, grazie!

    lucia ha detto...

    sono in vacanza e attacco il pc per pochi momenti alla settimana (per fortuna!) per scrivere di segiolini auto. stamattina dovrei proprio fare quello, ma ho pensato di fare un giretto nei miei blog e cosa ti vedo???? che sei tornata!!! e con che ricette!!! Sono contentissima e ti mando un grosso abbraccio, un bacione e a presto! Lucia

    pips ha detto...

    che belle idee, sembra tutto buonissimo ;)

    Milen@ ha detto...

    Sono sincera: ho qualche problema con il pesce crudo, ma terrò in serbo l'idea per la felicità dei mie amici, mentre il mix di risi con la portulaca (che ho imparato ad aprrezzare di recente) sarà presto fatto :D
    Gia le foto illustrano le tue ricette magnificamente, ma poi le tue parole le rendono irressistibili ....

    Giorgia ha detto...

    ma sai che a me la trota piace parecchio pur non essendo io grande amante del pesce? bella ricettina, semplice, solo un po' lunghetta forse... ma a settembre mi metto d'impegno e la provo! buone vacanze lory!

    maricler ha detto...

    Non è una ricetta, è un miracolo :)
    La salsa melone + peperone è degna di Ciccio Sultano, e secondo me è magnifica. Si potrebbe pensare anche a una zuppa fredda con questi due ingredienti, mumble mumble :)

    dolceamara ha detto...

    Che bello questo piatto, molto ricercato negli ingredienti e sicuramente ottimo.
    Ciao. Annalisa

    Fra ha detto...

    mamma mia che spettacolo...non so se mi piace di più il riso, le salse o gli involtini...l'unica possibilità è assaggiarli tutti ;)
    Un abbraccio
    fra

    stelladisale ha detto...

    che bella ricetta, nel suo insieme mi piace tantissimo, a parte il crudo che a me non piace, però magari con la marinatura, boh... ma è chic da morire, comunque :-)

    Giulia ha detto...

    Qui il livello è alto, che dico, altisssssimo!!!! Grazie per la condivisione Giulia

    Kiara ha detto...

    Da questo tuo post ho imparato tante cose nuove che non conoscevo...c'è sempre da imaparare! Grazie!

    Saretta ha detto...

    Meno amle che qualcuno tornza a parlare della trota al femminile e, soprattutto in qualità di pesce!!!!ahahaha!bentornata Lory cara, le tue ricette sono sempre insuperabili e golosissime!
    Un bacione

    Maite (Mai) ha detto...

    Sono venuto per la ricetta di Hashasli e la mia grande gioia è stata quella di vederti di nuovo invio... Che gioia tanto bella:-)

    1 beso,

    Alessia ha detto...

    concordo, quella dei pesci nobili e dei pesci umili non mi è mai piaciuta, soprattutto perché non è necessario spendere follie per mangiare bene...

    Anonimo ha detto...

    ..replico il bentornata anche qui,sono troppo felice di continuare a vedere proliferare un post più goloso dell'altro!!grazie di cuore,veramente
    giulia toscanaccia

    Fico e Uva ha detto...

    è davvero da troppo tempo che non passo da queste tue pagine ... quante ispirazioni mi sono persa.... dovrò recuperare!!! intanto ti lascio qui il mio saluto
    fico&uva

    Francesca ha detto...

    Le tue ricette sono sempre molto "particolari"...bravissima Lory! Ti mando un forte bacio.

    speedy70 ha detto...

    Piacere di conoscerti con questo gustoso menù!!!!! Mi iscrivo come tua lettrice, e se ti va passa e trovarmi. Un abbraccio, alla prossima ricetta!!!!

    Valentina ha detto...

    mai cucinato la trota. Ma vederla così, preparata e fotografata con tale maestria da te mi riempie il cuore, e mi fa venir voglia di rifarla immediatamente. Buona fine vacanze cara... :)

    Monica ha detto...

    Scopro solo oggi che sei tornata!!! che bello!!!
    Grazie Lory...ora mi vado a leggere tutti i post che hai pubblicato dal tuo ritorno...ma anche quelli precedenti sono sempre moooolto interessanti.
    Un ben tornata allora.
    Baci
    Monica

    Masimiliano De Giovanni ha detto...

    ciao! sono finito per caso nel tuo blog ed è stato come aprire una finestra sulla mia infanzia, quando la mia bisnonna raccoglieva quella straordinaria insalatina (almeno nei miei ricordi) che chiamava "porchiacca" e la mangiavamo insieme... non ho più rivisto la portulaca (né sapevo si chiamasse così), ma da oggi mi guarderò in giro con una consapevolezza in più... ricambio volentieri con una ricetta dal mio blog: www.neparliamoacena.blogspot.com

    ancora grazie e a presto!

    lerocherhotel ha detto...

    che bella ricetta! ci stuzzica molto anche la salsa aiolì al mango...

    aceto di mele ha detto...

    Bellissima ricetta e fantastiche foto!

    Chamomile ha detto...

    Non si smette mai di inventare, nè di imparare.
    Questi accostamenti sono una vera novità, per me, ma posso assicurare che il piatto invita spontaneamente all'assaggio!
    Di per sè, dunque, è decisamente riuscito, ma qualcosa mi dice che fidandosi del tuo gusto si va a colpo sicuro fin dall'inizio.
    Complimenti per questo piacevole blog presso cui tornerò spesso, essendo un piacere leggerlo; dunque a portata di mano tra i miei preferiti!

    Un sorriso.

    Stefano ha detto...

    Grazie per aver partecipato al contest, confermami che il titolo della ricetta è anche quello che daresti all'opera...a presto
    Stefano