venerdì 21 maggio 2010

Runebergin Tortut ..

route

Sono dolcetti dedicati ad un poeta finlandese Johan Ludvig Runeberg,tradizionalmente prepararti con mandorle, fette biscottate, biscotti,vengono poi imbevuti di rum(ma anche no ;-)farciti con marmellata di lamponi ,io di mritilli ;-) e sono di un buono pauroso.
Si usa prepararli dai primi di Gennaio sino al 5 di febbraio in occasione della celebrazione del compleanno del poeta ;-)
La loro forma tradizionale è questa..

routeliscio1

Io mi sono divertita a prepararli anche con altri stampini ;-)
Se non volete usare una bagna alcolica usate quello che più vi piace.
Sono davvero buonissimi e devo dire che ultimamanete queste fette biscottate come ingrediente nei dolci mi stupisce sempre più ;-))
La ricetta l'ho fatta un pò mia e devo dire che è riuscita benissimo.

route4

RUNEBERGIN TORTUT


125 g burro

1 uovo

100 gr di zucchero

100 ml di panna leggermente montata

50 gr di farina di mandorle

60 gr di fette biscottate ridotte in polvere

110 gr di pane grattato

30 gr di biscotti secchi

200 gr di farina

1 cucchiaino di lievito in polvere

Marmellata di lamponi o fragole

Per la glassa bianca

Zucchero a velo

succo di limone

Mi schiare lo zucchero a velo con succo di limone lavorare velocemente perchè secca in fretta,vi consiglio di prepararla al momento della decorazione delle tortine.

Per la bagna

Usate sciroppo alcolico o analcolico



Sciogliere il burro.Montare la panna e incorporare le mandorle tritate, i biscotti, la farina e il lievito.
Sbattere le uova con lo zucchero dovrete ottenere una massa che "scrive" aggiungere il burro sciolto e unire al composto la panna.
Imburrare e passare del pane grattato dentro alcuni stampini lasciando spazio al bordo per la lievitazione in cottura.
Inserite l'impasto dentro ad ogni forma,aiutandovi con il manico di un cucchiaio di legno formate un buco al centro di ogni tortina inserite un pò di marmellata facendo attenzione a non esagerare altrimenti in cottura uscirà tutto,coprite con altro impasto.
Non preoccupatevi se l'impasto vi sembrerà un pò sostenuto è così che dovrà essere.
Cuocere a 200° per una ventina di minuti.
Una volta cotti andranno imbevuti di sciroppo(sono buoni anche senza) cerchiati con la glassa nel cui interno andrà poi posizionata la marmellata ;-)

30 commenti:

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

grszie per avrmi fatto conoscere questi splendidi dolcetti...

Chiara ha detto...

ho cercato di farli uscire dallo schermo ma senza risultato...peccato li avrei assaggiati volentieri, devono essere deliziosi! Un abbraccio...

Genny G. ha detto...

dove li scovi :DDD??

Lucia ha detto...

Già... DOVE LI SCOVI? :-) Questi dolcetti dal nome irripetibile sono sicuramente quanto di più originale mi sia capitato di vedere girovagando per blog! Siccome sono anche buoni, come tu garantisci e come le tue splendide foto inducono a pensare, cosa si può pretendere di più? Viva i "dolcetti del poeta"!

raffy ha detto...

che bontà...una vera delizia!!!! bravissima!! buona giornata

Elga ha detto...

Sono fantastici, e invitano a tuffare il dito in quella glassa con marmellata, che è una roba fotonica! Bravissima Lory mia!

Milena ha detto...

Superlativi!!!!
Le fette biscottate nell'impasto nell'impasto sono una gran bella curiosità :))

dolci a ...gogo!!! ha detto...

odori i dolci prevenienti da altre nazione mi piace conoscerne la storia e magari assaporare profumi e sapori magari del tutto sconosciuti!!!questi lory sono deliziosi hanno una forma spettacolare si presentano benissimo e poi sono di un buono!!!!bacioni imma

Castagna ha detto...

L'impasto è particolare..ma che consistenza hanno? Un po' "granulosa"?
Bacione

nitte ha detto...

Lory e ti credo che ti è riuscita benissimo,sei un'artista ,ci stupisci sempre con le tue preparazioni.Buon fine settimana Lory.

Lory ha detto...

semplicemente meravigliosi!

Alem ha detto...

non li conoscevo ... che belli!

Sarah ha detto...

Ogni volta che leggo i titoli dei tuoi post sorrido perché sono sempre dei mezzi scioglilingua! :D
Sui dolcetti... Ma chette posso da dì che già nun t'ho detto? Splendidi, as usual ;)

Saretta ha detto...

Ed io che pensavo fossero piemontesi...marò Lory le scovi tutte!
bacione

Anonimo ha detto...

Spettacolari e mai nemmeno sentiti prima.
Una sola domanda: il pangrattato serve solo per gli stampini o finisce anche nell'impasto?
Grazie e complimenti, come sempre!
E' veramente un piacere leggerti, una voce che si alza e si distingue in questo mondo "godurioso" di blog.
tanti SMILE
Lucy

arabafelice ha detto...

Come sempre sei perfetta, ed UNICA.
Un abbraccio.

Alice ha detto...

premettiamo che leggere il nome mi ha fatto incrociare gli occhi....ma poi mi sono sciolta tutta nel vedere foto e ricetta!!!!!
fantastici!

Alessia ha detto...

Mhm...mi segno sicuramente il nome del poeta perché non lo conosco.
Adoro comunque le preparazioni ispirate a qualche personaggio famoso, meglio ancora se letterario..perché diventano proprio..da leccarsi le dita.
;-P

buon weekend!
Alessia

fra ha detto...

Che impasto strano! Il risultato sembra veramente ottimo, mamma mia, mi viene voglia di addentare lo schermo!

dolceamara ha detto...

Questa me la segno...devono essere qualcosa di troppo buono.Ciao. Lisa

lucia ha detto...

Il bello di passare da te è che si trova sempre qualcosa di originale, ma nello stesso tempo con una storia e una tradizione alle spalle. E si impara. Grazie! Baci, Lucia

Pippi ha detto...

Lory...non mi reggo in piedi a guardar queste foto..... comunque ora me li preparo anch'io con bagna alcolica ehhehee insomma se si balla bisogna ballare bene vero??? hheheheh
un bacione Pippi

Shade ha detto...

ero un po' in arretrato coi post. mi sto facendo una scorpacciata virtuale! che dire? sei un mito vivente!!!
una ricetta meglio dell'altra!!!

Maria ha detto...

Lory, che splendidi dolcetti...meravigli. Grazie per questa bella ricetta!
ciao e baci

Pamirilla ha detto...

Uhm, ispirati alla Poesia? Oh poetici, poetici dolcetti. Mica fesso il poeta, eh!

enza ha detto...

sono andata in pari.
mi avvolgo idealmente in un asciugamani dello hyatt appena uscita dall'idromassaggio, cosa di non poco conto.
sulle sottilette sorvolo eprchè non mi piacciono nè penso mai mi piaceranno.
sui pici m'è presa fame ma ho cominciato la proteica come sai e quindi nisba.
e sulle fette biscottate...come sopra

Lory ha detto...

Eccomi di ritorno ;-))

@ Glu è un vero piacere grazie per essere passata ;-)

@ Chiara moolto deliziosi ;-))

@ Genny mi piace girare in internet e quando trovo qualcosa che non conosco cerco di approfondire ;-))

@ Lucia sono davvero buoni ;-))

@ Raffy grazie buona settimana ;-))

@ Elga alabarda spazialeeeeeeeeeeeee ;-))

@ Milena ma lo sai che ste fette mi stanno piacendo un sacco nei dolci ;-))

@ Imma ecco hai proprio colto nel segno uguale uguale a te ;-))

@ Castagna si brava granulosa ma molto molto particolare ;-))

@ Nitte grazie mille sono felice di riuscire a trasmettere qualcosa di più delle semplici immagini ;-))

@ Lory grazie ho sempre una crisi d'identità ogni volta che leggo la tua firma..ahahahah ;-))

@ Alem felice di averteli fatti conoscere ;-))

@ Sarah ahahahahahah scogli lingua ;-))

@ Saretta ahahahahah il piemontese stretto cmq è simile ahahahaha

@ Ciao Lucy no no anche nell'impasto

@ Arabina dolce eddaiiiiiii ;-))

@ Alice ahhahahah dovrsti provare a dirlo ad alta voce ;-))

@ Alessia bella questa battuta ;-))

@ Fra davvero e ti assicuro non avrei dato un centesimo prima di farli ;-))

@ Lisa provalo e poi mi dici ;-))

@ Lucia è un vero piacere!

@ Pippi ahahahahahahahahahahah guarda non scrivo altro ;-))

@ Sahde senza problemi a me fa piacere se passate ma non deve essere un obbligo ci mancherebbe

@ Maria grazie a te ;-))

@ Pamirilla ahahahahaha vero vero ;-))

@DottAore mia me fai morì ;-))

Camomilla ha detto...

Ecco è la prima volta che li sento nominare, ma mi hanno conquistata devo dire. Mi è bastato guardarli in foto e poi leggere la ricetta per capire che devono essere di un buono da meritare una prova prima o poi :)

Un bacione.

Lory ha detto...

Sara tu che con i dolci..provali e poi dimmi ;-))

Leena Sacco ha detto...

Sono capitata per caso sul tuo blog e mentre scorrevo qualche ricetta, sono capitata su questa e mi sono fermata! Sono mezza finlandese, capirai che felicità trovare qualcuno che realizza i nostri piatti qui in Italia! Brava :) se vuoi passa da me
http://kioskodifruttidibosco.blogspot.it/