mercoledì 27 gennaio 2010

"Ndunderi"

n'dunderi6
Questa antichissima pasta deriva quasi sicuramente da un impasto ancora più "antico" chiamato "polenta caseata di farro" .
Erano delle piccole palline di pasta preparate con farina di farro e caglio di fico ,cotte in acqua bollente salata conditi molto semplicemente con cacio e spezie e tempo dopo con finocchietto selvatico e prezzemolo.
Pasta originaria della costiera amalfitana (Minori)sono stati riconosciuti dall'Unesco come una delle prime paste codificate al mondo.
Sono una specie di gnocchi ,impastati oggi con ricotta formaggio noce moscata.
Cè chi li prepara anche con yogurt ma non avendoli mai fatti non so dirvi altro.
Questi invece sono divini,la forma è quella degli gnocchi tradizionali solo più grossi,si dice addirittura che quelli tradizionalmente preparati con le patate derivino proprio da loro .
Una volta impastati gli ingredienti si formano dei grossi cordoni si tagliano in pezzi belli spessi e si ripassano nella grattugia.

n'dunderi2

Se li fate belli gossi come da forma tradizionale ricordatevi di incavarli bene e di farli cuocere almeno 15 minuti (meglio 20 secondo me).
Il sugo andrebbero conditi con pomodori del piennolo io li avevo messi via la scorsa estate ;-) ma se voi non doveste trovarli usate dei pelati,purchè siano pelati davveri buoni ma non assolutamente passata di pomodoro mi raccomando ;-)
Gli ndunderi andrebbero poi ripassati in forno ricoperti da sugo e formaggio,io ho preferito "alleggerirli" un pò.

NDUNDERI CON POMODORI GUANCIALE E POMODORI DEL PIENNOLO

n'dunderi3

Per la pasta

500 gr di ricotta di mucca

400 gr di farina 00

3 tuorli (4 se piccoli)

3 cucchiai di pecorino (grana se non piace)

Noce moscata

sale

Impastare tutto e far riposare almeno un' ora.Formare dei cordoni tagliare dei pezzi di pasta (almeno il doppio rispetto a quelli normali) passare i pezzi ottenuti sulla grattugia(parte sotto ovvio ;-) ) cuocere in acqua salata.Ripeto se son grossi alemno 15 minuti diversamente dovrbbero bastare 9/10 minuti.
Condire a piacere

Per il sugo

Guanciale (se non lo trovate usate la pancetta)

Pomodori del piennolo o pelati in scatola

scalogno

aglio

peperoncino

olio extravergine

In una padella rosolare aglio olio e peperoncino,aggiungere il guanciale e i pomodori portare a cottura,condire gli ndunderi e cospargere con pecorino o grana!

25 commenti:

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ussignur.... ma che bontà... gnam te ne ho mangiato uno Lory.. beh magari.. sono davvero paradisiaci... bacio

JAJO ha detto...

Belli... ce piàceno ^_^
Carina la dritta della grattugia: sono scemate alle quali uno non pensa hehehehehe

Luisa ha detto...

Che bontà.. sono deliziosi!
Grazie per aver ricordato un piatto della mia zona! :)
Baci grandi, grandi
Luisa.

Genny G. ha detto...

ma quante ne sai di cose tu?:D bellissimi davvero...e chissà che diventano mangiati in loco, con il mare davanti , i limoni che penzolano sopra le teste...si vede che ho voglia di vacanze?

Maria Giovanna ha detto...

Sai ho trascorso molti anni in vacanza nella costiera amalfitana e non conoscevo affatto questo piatto che deve essere assolutamente delizioso, grazie della ricetta!

Jas ha detto...

è una ricetta molto interessante. ho già fatto degli gnocchi con la ricotta e le barbabietole (vedi qui: http://cucinandosenza.blogspot.com/2009/02/gnocchi-8-marzo.html) però vengono piuttosto molli e vanno calati in acqua direttamente dal sac a poche e con i cucchiaini.
dici di cuocerli 15 minuti, ma non vengono troppo duri?
in ogni caso bellisssimi sia crudi che cotti!

Lory ha detto...

@ Cuochetta sono davvero buonizzzimi ;-))

@ Jajo ma è un sistema vecchissimo insieme a quello della forchetta ;-))

@ Luisa un onore ;-))

@ Genny a chi lo9 dici ;-((

@ maria Giovanna meglio tardi che mai ;-))

@ Jas no per questi gnocchi è esattamente il contrario fidati ricordati cmq che sono davvero giganti questi gnocchi ;-) Fai la prova e poi dimmi!

manuela e silvia ha detto...

Ciao! molto curioso e aromatico l'impasto di questi simil gnocchetti! sarebbero proprio da provare con lo yogurt!
gustosissimo il sugo di condimento!!
bacioni

terry ha detto...

Mi hai fatto scoprire qualcosa di nuovo anche oggi!
nella forma mi han ricordato gli gnocchi come li fa la mia mamma, passandoli sul retro della grattugia! :)

bravissima!

mikki ha detto...

non l'ho ancora fatto e me ne scuso ... ti ringrazio immensamente per la ricetta dei cazzillitti che ho già fatto 3 volte in pochi giorni e che hanno riscosso tantissimo successo!!!!!! E anche questa ricetta qui, mi sa che mooooolto presto la preparerò per qualche cenetta .... grazie ancora per queste meraviglie :-)

Ciboulette ha detto...

tu sei la mia Lorypedia della cucina!!! Mai sentiti questri protognocchetti :)

Un bacio!

Mariluna ha detto...

sono magnifici blli ciciottoni, soddisfano al primo boccone ma io ero curiosa di quelli fatti con il caglio di fico...credo di averne già sentito parlare o letto da qualche parte...ora mi metto a cercare!
accendi sempre la mia curiosità ;)

dolceamara ha detto...

Troppo buoni...con quel sughetto...

Saretta ha detto...

Caglio di fico?Ma questa è storia della cucina che bello!
Facevo già degli gnocchetti di ricotta ma, questi sono speciali!
bacione

Claudia ha detto...

mmmh vero è ragionissimo ha cibula,tu sei www.lorypedia.it
niente ne sapevo
oh è brutta l'ignoranza ;)
*
cla

Betty ha detto...

ma sai che non conoscevo questi "gnocchi"???
Interessante ricetta davvero!
A presto e buona serata.

colombina ha detto...

che spettacolo, adoro questi piatti semplici e genuini... brava e grazie per aver condiviso!!!

Mimmi ha detto...

Il nome é troppo carino, ma l'aspetto é da 5 stelle!!

hobbysaxa ha detto...

complimentissimi

Lo ha detto...

che ricettina sfiziosa e prezios...sai che me la segno...si sa mai! un bacione

lenny ha detto...

Si tratterebbe degli avi dei comuni gnocchi di ricotta .......
Non ho più aggettivi per descriverti :))

Rosmarina ha detto...

Caglio di fico?? Hummm... Sembra interessante!
Davvero bellissimi le tue cicciotte delizie, e bella la storia dei ndunderi. Non li conoscevo, devono essere spaziali.
Ho usato la tua ricetta della pasta dei jiaozi... ci ho fatto i ravioli al vapore! Pazzeschi!!!! Grazie, non mi sarei mai messa a cercare id farli in casa, non fosse stato per la bellissima prima foto dei tuoi jiaozi... :)
Eccoli qui:
http://rosmarina90.blogspot.com/2010/01/cena-similcinese-chez-mua.html

JAJO ha detto...

E io SO' GIOVANE, che ne so delle cose vecchissime ??? hahahahahaha :-PPPPPPPPPPP

Scherzi a parte io la forchetta uso :-D

Rossa di Sera ha detto...

Lory, ma quante cose si possono imparare da te!.. Mai visto "gnocchi" del genere!
Un abbraccio

cat ha detto...

ciao Lory, sono il cat - non c'entra niente con il post (ma dove le scovi tutte queste paste goduriose???) volevo solo dirti che ho cucinato il tuo "cartoccio di pescatrice all'arancia", con tanto di sale alla cannella e crostini alle mandorle serviti separatamentemutenesi!
i miei ospiti, a fine pasto, hanno fatto una ola! ho dovuto frenarli dal rosicchiarsi anche la cartaforno!
una meraviglia, grazie, cat