mercoledì 19 marzo 2008

LUVERTIN BRUSCANDOLI..OVVERO..


La parte terminale del luppolo,anche chiamata volgarmente asparago selvatico..
Da piccola la mia zia Ginetta(si sempre lei ;-)mi portava per i boschi a raccoglierli per poi farne frittate, risotti, ravioli.
Usava mischiarli insieme alle punte delle ortiche fresche,per farne dei tortini meravigliosi(poi posterò anche questa ricetta :-) )
Settimana scorsa in montagna hanno incominciato a spuntare i primi luvertin,belli verdi, teneri e croccanti,come nn lasciarsi tentare ?
Raccolti un bel pò, li ho poi trasformati in diversi piatti questo è il primo.
Una crema semplicissima,buonissima anche tiepida e veloce da fare!

AUGURI A TUTTI I GIUSEPPE E A TUTTI I PAPA'
(io festeggio il santo e la festa ;-) )

CREMA DI TOPINAMBUR CON CODA DI ROSPO E LUVERTIN



500 gr di topinambur

1/2 lt di latte

1 scalogno

2 acciughe dissalate

1 lt di brodo

1 coda di rospo

1 mazzo di luvertin (vanno bene anche piccoli asparagi)

olio extra

sale

In una pentola far soffrigere lo scalogno insieme ai topinambur puliti e tagliati a fette,aggiungere il latte il brodo e le acciughe dissalate.
Cuocere per circa 1 ora(il liquido dovrà ridursi della metà)passare tutto al colino tenere in caldo.
Fate scottare in acqua già bollente e salata i luvertin per 3/4 minuti,raffreddarli subito in acqua ghiacciata.
Pulire la coda di rospo tagliarla in piccoli bocconi,in una padella versare dell'olio quando è ben caldo far dorare i pezzi di coda,spegnere il fuoco ripassare nelo stesso olio i luvertin.
Versare la crema calda nei piatti,aggiungere dei bocconcini di coda guarnire con i luvertin,un giro di olio a crudo una passata di pepe bianco se piace.

18 commenti:

The Food Traveller ha detto...

Auguri anche ai futuri papa'?

Non lo sapevo che gli asparagi selvatici fossero la parte superiore del luppolo. A volte i miei parlano di asparagina? e' la stessa cosa?

Il topinanbur ... a me piace parecchio! Ma come al solito gli asparagi selvatici non li trovo, potrei provare con gli asparagi veri e propri, che ne pensi?

Lory ha detto...

@ TFT anche a te gli auguri certo che si ;-))
Fra, i luvertin nn sono la stessa cosa dell'aspargina,questi ultimi sono veri e proprio asparagi selvatici,mentre le fiorescenze del luppolo vengono anche chiamate volgarmente asparagi selvatici ma di fatto nn lo sono,ccidenti nn sò se mi sono capita..ahahaha!
Cmq sia certo che vanno bene anche gli asparagi comuni adesso poi dovresti trovare quelli piccoli e teneri,perfetti allo stesso modo ;-))

The Food Traveller ha detto...

Magari ... io sono nella patria di quelli bianchi. Quindi i piccoli e teneri verdi non arrivano mai. Dovro aspettare i grandi e magari affettarli come se fossero tagliatelle per usare la tua ricetta.

A proposito, io aspetto ancora la famosa idea per la farina di ceci. Nno vorrei che con tutto il dafare begli ultimi giorni mi sia sfuggita.

Lory ha detto...

@ Na tranqui nn ti è sfuggiato nulla,nn l'ho ancora messa in pratica..Cmq è questa Pierangelini insegna ;-)..Bisogna mettere in forno a 70° la farina di ceci e lasciarla "tostare" però nn ti sò dire per quanto tempo,ecco perchè volevo fare la prova,questo sistema servirebbe a togliere quel gusto di crudo che ha la farina di ceci!

erika ha detto...

ciao cheffa bella,
un bacio a te e grazie per la bella ricetta.

marzia ha detto...

luvertin... tra un po' andrò a cercarli nel boschetto vicino al torrente, quest'anno sono in ritardo (come tutto), a causa della siccità.
io li preferisco semplici semplici, bolliti, con una spolverata di parmigiano, ad accompagnare un uovo fritto.

stelladisale ha detto...

anche mio nonno andava per asparagi selvatici, dovrebbero essere più o meno questi, solo che credo sia vietato raccoglierli da alcuni anni, comunque a me non piacevano, erano amari... poi magari adesso mi piacerebbero, boh
bacioni buona giornata

marcella candido cianchetti ha detto...

non conoscevo quest'erba,non si finisce mai d'imparare buona giornata

Monique ha detto...

anch'io non sapevo che fossero la parte terminale del luppolo!questa coda di rospo mi stuzzica da un po'..devo provare!auguri al tuo giuseppe!

The Food Traveller ha detto...

ok.
questo WE andremo al mare dove il pesce buono e' facile da trovare. Percio' ... neve e ghiaccio permttendo ... provero' a farla e mi arrangio per gli asparagi.

salsadisapa ha detto...

ciao lory! ecco, non si finisce mai d'imparare (per fortuna!): mai saputo né immaginato che l'asparago selvatico fosse la parte terminale del luppolo: incredibile! dovrebbero trovarsi da queste parti, anche se... stanno spuntando gli asparagi superbiologici di mamma&babbo :-) ciao!

sciopina ha detto...

quante ricette gustose. La colomba sembra cosi' soffice anche se a me non piace molto, ma scommetto che un pezzetto della tua la assaggerei...

CoCò ha detto...

Lory non li ho mai mangiati che da noi non so se non li troviamo o non li raccogliamo perchè non li conosciamo, ora chiedo a te gentilmente di farmi vedere una foto della piantina o dell'erba a crudo e di darmi qualche indicazione affinchè io possa riconoscerla, baci

antonella ha detto...

meraviglioso come sempre......ho ricordato il mio di papa`...adorava gli asparagi selvatici.....ma quelli di montagna son la stessa cosa?....lui li chiamava di montagna....

Lory ha detto...

@ Erika tesora,sulla bella cheffa nutrirei qualche dubbio..ahahah ;-))

@ Marzia da noi nelle Valli ci sono già ;-))
E anche a me piacciono tanto come scrivi tu ;-)

@ Stella i luvertin,nn sono amari tuut'altro e poi nn sono vietati ,almeno nn qui cmq sia mi informerò ;-)

@ Ciao Marcella grazie mille!

@ Monique provala perchè è davvero buonissima ;-)

@ TFT ecco appunto Fra,noi in montagna sperando che nn faccia tutta la neve del mondo ;-(

@ Salsa penso proprio li troverai facilmente anche dalle tue parti,che invidia gli asparagi di mamma;-)

@ Sciopi,uguale uguale..ahahah1

@ Cocò,spedita la foto ;-))

@ Anto,in verità come gia scritto gli asparagi di montagna sono veri e propri asparagi,molto fini ma cmq asparagi,chiamti anche aspargina di montagna,i luvertin sono le infiorescenze del luppolo,però potrebbero anche essere la stessa cosa che intendeva tuo papà,visto che anche qui qualcuno li chiama erroneamente aspragi di montagna,nn saprei dirti di più ;-)

Fabioletterario ha detto...

Accipicchia! Saranno 10 anni che non mangio più i topinambur..!

adina ha detto...

beh, ecco, la mia amica laura quando abitavamo assieme ai tempi dell'università spesso portava i bruscandoli da fare, col risotto magari... era semplice, per noi sbarbatelle poco più che ventenni. e non sapevo fossero parte del luppolo! e poi, permettimi di dirti che la colomba qua sotto è davvero bella!!! ma l'hai fatta tu sul serio?? :-)) scherzo... è fantastica, perfetta! chissà che buona... ciao lory!! un abbraccio e un augurio carissimo di buona pasqua!

lecartedimauri ha detto...

....ho proprio fatto stassera in risotto l'asparago selvatico...da noi si chiama "vertiz" pronunciato vartis...li ho raccolti nel pomeriggio in collina graffiandomi tra i rovi e sostenendo lo sguardo perplesso e incuriosito dei passanti..sono cose ormai dimenticate...ciao,a presto,Mauri