lunedì 14 gennaio 2008

OGNI TANTO RITORNA...



Che cosa?
Una mia vecchia ricetta,che postai anni fa nel forum di CI e che allora nessuno o quasi,prese in considerazione,sino a quando anni dopo in un altro forum di cucina che frequentavo,Maria altra iscritta, decise di provarla e così...amore un pò per tutti.
Così divenne la sfoglia dei poveretti di Loriana,se andate a digitare su google qualcosa si trova ancora ;-)
Negli anni ho constatato che di volta in volta è diventata, la pasta di un noto pasticcere(????),quella di un'amica,quella del nipote delle zio della cugina della suocere del vicino di casa...E ultimamente su Coquinaria come la pasta di nn so bene chi...;-)
Cmq sia nn ha importanza,quello che invece importa a me è la storia di questa sfoglia, che nasce davvero dalla povertà,quella che si respirava negli anni della guerra in casa dei mie nonni e ancora prima dei mie bisnonni!
Di sicuro qualcuno di voi sa che,ai tempi l'olio era davvero più costoso dell'oro e l'unico condimento consentito a chi viveva di pastorizia erano il burro e lo strutto, ricavato dalle poche bestie che si avevano nelle stalle.
Mia nonna la ricordo ancora con in mano un canestrino,nel cui interno si intravedeva ricotta appena fatta e burro freschissimo di giornata.
Tirava fuori la spianatoia,farina e...In 5 minuti tirava la sfoglia che metteva poi al fresco per un pò.Con quella sfoglia preparava,salatini, studel salati o dolci, torte salate e dolci,insomma qualcosa di veramente versatile che a noi bimbi piaceva da impazzire.
Quando da grande le dissi che quella sfoglia era una vera sciccheria,lei ridendo mi rispose" si per i poveretti ;-)"
Ecco che nasce la sfoglia dei poveretti,perchè loro lo erano davvero stati e di certo nn lo avevano dimenticato.
Nel corso degli anni ho trovato scritto di tutto su questa sfoglia,anche le cose più assurde,ora vorrei scrivero io un paio di cose se me lo permettete ;-)
Ripeto, questa sfoglia nasce come dolce per chi nn si poteva permettere nulla,perciò...NN servono i giri,mia nonna avrebbe riso come una matta leggendo certe cose ;-)in cottura sfoglia è vero, ma ricordate che nn è la classica sfoglia perciò,nn pignucolate se nn sfoglia come quella Rana...ahahahah!
Nn è una cosa dietetica,perciò nn piagnucolate se sa di burro e di cosa deve sapere??? ....Mah;-)))
Riposo della pasta 30 minuti e basta, ripeto nn esistono giri,sfoglia semplicemente grazie al contenuto di acqua, che evaporando fà crescere la pasta.
Mia nonna nn ha mai e dico mai usato Philadelphia,provate un pò ad indovinare il perchè ;-)))Cmq sia si può tranquillamente usare altro formaggio morbido,sia chiaro.
Ma questa sfoglia nasce con ricotta per ovvi motivi ;-))
Una volta ho letto le lamentele di una persona che diceva che a lei nn era piaciuta per nulla,una cosa abominevole(miiiiii) allora io presa dalla curiosità le chiesi cosa aveva usato per prepararla, mi rispose mascarpone!!!!
Indovinate un pò cosa le risposi io...ahahahah!
Può anche nn piacere, ci mancherebbe, ma ridurre il tutto ad un "abominevole" dopo aver usato uno dei più grassi formaggi della terra,bè...:-))
Io la uso spesso per basi salate,si prepara in fretta e se nn hai dimestichezza con la sfoglia questa è davvero perfetta per te ;-))!
Nn ci vanno uova,nn ci va lievito o alte cose, gli ingredienti sono tutti quelli che leggerete nella ricetta,se volete usare l'impasto per farne metà salati e metà dolci,nn aggiungete ne zucchero ne sale.
Una volta che li avrete preparati quelli salati spennellateli con uovo e aggiungete sopra,spezie,sale grosso ecc...ecc..per quelli dolci una volta cotti,miele,zucchero a velo, cacao ecc...ecc..!
Con i ripieni potrete tranquillamente sbizzarrirvi!

P.S E adesso aspetto...

IMPORTANTISSIMO IL FORNO DEVE ESSERE CALDISSIMO PIU' ALTO IL CALORE SARA' MEGLIO RIUSCIRA' LA SFOGLIA







CROISSANT DEI POVERETTI


250 GR DI RICOTTA (O ALTRO FORMAGGIO MORBIDO)

250 GR DI FARINA 00

250 GRI DI BURRO

ZUCCHERO (SOLO SE DOLCI )

SALE (SOLO SE SALATI)


Impastare tutto velocemente mettere la pasta a riposare in frigo per 30 minuti.
Dovrà risultare elastica e un pò appiccicosa,niente paura mentre la tirate infarinate il piano di lavoro,nn aggiungete altra farina all'impasto è così che deve rimanere,aiutatevi solo mentre la stendete!
Formare i croissant e farcirli,cuocere in forno molto alto(io 230°)sino a doratura.

54 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Amo le ricette che hanno una storia!! Questa verrà fatta di sicuro ... a su o tempo :-)
E poi cosa vedo nella foto???????
Buon inizio settimana cara,
Ale(x)

Lory ha detto...

@ Ciao tesora...eggià che si vede nella foto???
Visto che belli i colori???...ahahahah!
Sono davvero una donnina fortunata io ;-)

Scribacchini ha detto...

Miam! Ciomp! Scrunch! E soprattutto GRAZIE! Kat

monique ha detto...

non ho mai provato la sfoglia con i giri perchè mi sembrava davvero tropop complicata ma questa dovrò provarla..il mio problema è quell'"impastare velocemente" che proprio non mi riesce...

Lory ha detto...

@ Scriba,grazie a te ;-)

@ Monique,impasta come ti riesce senza tanti problemi ;-)
Poi kmetti subito in frigo!

stelladisale ha detto...

mah sembra facile, quando faccio di nuovo il burro ci provo...

P@ola ha detto...

Ciao Lory...hai trovato casa?
Se ti interessa posso darti il nome di una agenzia qui di Loano gestita da una signor(ina) molto semplice e molto normale. Le sue abitazioni sono "intorno" al Conad Margherita Loano 1, quello sull'Aurelia verso Borghetto.
Dove vi è il "quariere" Olivette ed il sottopasso per andare alla passeggiata ed al mare...

monique ha detto...

faccio una domanda timidamente visto che sono una super-ignorante alle prime armi:se "impasto"usando le fruste a spirale del frustino elettrico e poi continuo con le mani farei un disastro?

Lory ha detto...

@ Stella,facilissimi ;-))

@ P@ola si trovato,ho preso ancora l'appartamento dell'anno scorso,Giugno e Luglio questa volta ;-)
Che dici riusciremo ad incontrarci finalmente? ;-))
Grazie mille!

Lory ha detto...

@ Non credo Monique,cmq sia guarda che è facilissimo,tagli il burro freddo a tocchetti e poi aggiungi il formaggio e la farina ,nn devi far nulla di particolare è una sfoglia rustica ;-)

Claudia ha detto...

finalmente!
Lory ti voglio bene!
grazie per questa bella storia,
grazie per la ricetta,
grazie per aver dato un non so chè di reale e terreno alla sfoglia
:*
(:* per la nonnina)
Cla

*°*Anna*°* ha detto...

Io sono una di quelle comodone che la sfoglia la compra già pronta ;)
Per cui adesso mi sono perdutamente innamorata della tua ricetta, amore a prima vista...

isabella ha detto...

Da provare decisamente. Io metto spesso il "philadelphia" (come sostituto del topfen comune in Germania e scandinavia e introvabile in Italia) nell'impasto dei dolci livitati.
Per esempio io faccio i lussekatter che trovi nel mio blog. tutto il mondo è paese ?

marzia ha detto...

aspetto di avere il burro e la ricotta d'alpeggio quest'estate o... ;-)))
molto, molto bello il legame storia/ricetta

k ha detto...

Sembrano semplici e prima o poi li provo, eh, però io adoro troppo quelli veri, e soprattutto i tuoi!!!
baci bella

Tatiana ha detto...

Che bella ricetta della nonna Lory ogni tua ricetta mi affascina per il racconto con cui l'avvolgi presa... e copiata io odio far i giri di sfoglia questa la trovo semplice e alla portata di tutti... e io adoro le cose semplici Prometto che la spaccerò per tua, ognuno è giusto che abbia il suo merito! :)

Viviana ha detto...

Tesora che meraviglia questa storia! non ho mai provato a far la sfoglia figuriamoci... ma questa che sembra davvero la sfoglia col barbattrucco la voglio provare!!! posso usarla anche per fare torte salate vero? :D
tesoraaaaaa ma guarda cosa ho vistoooooo!! :D ma senti le finestre che si apriranno sono proprio quelle? :D

Roxy ha detto...

Lory sei una forza.....mi hai fatto morire con lo sberleffo a Rana! Sarei curiosissima di provarla (mai e poi mai mi cimenterei con la sfoglia diciamo classica....troppo complicata)...peccato per la presenza di formaggio che mio marito non mangia.....ma non si sa mai, magari in occasione di qualche riunione tra amici......io comunque me la segmo! Baci e buona settimana

salsadisapa ha detto...

ehi! davvero geniali questi croissant! li farò mooooolto ma moooolto presto :-)
saluti!

Aiuolik ha detto...

I croissant li abbiamo fatti una sola volta ed erano fenomenali! Non mi rimane che provare anche questi!

Ciaoo,
Aiuolik

Liùk ha detto...

embè che mi fate concorrenza?

CoCò ha detto...

Lory mentre leggevo la tua introduzione avevo ngià in mano carta e penna ed ho semplicemnte segnato la ricetta del cui risultato sono già sicura. Ora provo e poi ti dico

elisa ha detto...

tesora sono tonata oggi dopo il brutto raffreddore e tu mi accogli con questa meravigliosa ricetta?!?
Grazie!!!

erika ha detto...

iop lho fatta tante vote la sfoglia veloce, non sapevo
si chiamassa "dei poveri" non ricordo neanche dove la lessi... comunque è eccezionale.
baci

fiordisale ha detto...

ambè, allora questa è la ricetta giusta per il mio forno.
fiordisale

Dolcezza ha detto...

sei stragrandiosa...non per niente mi sembra che le donne della tua famiglia da quel che ci racconti, siano altrettanto straordinarie!Questa la provo, e non solo perchè a fare la sfoglia girando e rigirando e poi ruota e poi spiana ecc ecc ci perdo veramente la testa...!un abbraccio!

Francesca ha detto...

quanto mi piace leggere questi tuoi post dove sai dare il vero senso alle cose, quello che senti essere veramente così, e subito quello proponi assume un valore, perchè rappresenta uno spicchio di storia che arriva fino a noi. Grazie per questo, grazie veramente, per me vuol dire molto, e grazie a te e alla nonna per questa sciccheria dei poveri! SLURPPP :-P

Francesca

adina ha detto...

maaa? finito così? una ricetta super svelta e così buona? lory lory.... tu non me la conti giusta. :-) un abbraccione, e sai perchè!!! ciaooooo, a presto, eh? (i carciofi sopra non ti scrivo il commento, i carciofi non mi piacciono)

Micky ha detto...

Mi fa piacere conoscere la storia originale di questa ricetta che ho trovato in rete.
L'ho provata 10 giorni fa per finire un fondo di philadelphia, volevo sentire come venivano questi croissant ma Paolo me l'ha rubata per una quiche con i carciofi.
Ci è piaciuta molto perchè si è ben cotta anche sotto che di solito tende a rimanere un po' cruda.
La prossima sarà con la ricotta.

Adriano ha detto...

Non sapevo fosse tua, la presi da cucinait anni fa fatta con il philadelphia e la trovo molto comoda da tenere in freezer.

Dolci Ricette ha detto...

Salvata subito!! La provo sicuramente..i tuoi dolci mi piacciono molto, il tuo ciambellone altissimo ormai non manca mai a colazione!!

Cannelle ha detto...

E' bellissimo svegliare tutti la mattina col profumo di croissant.Sicuramente da provare.Grazie;-)))

Imma ha detto...

come ho fatto a perdermi questa ricetta???!!??? Ti offendi se entrera' a far parte del mio repertorio culinario, senza pero' toglierti alcuni merito!!!!
Bacini

AngEl ha detto...

ciao lory, volevo farti sapere che nel weekend ho provato a fare questi fantastici cornetti e li ho trovati davvero deliziosi, oltre che di rapida preparazione! volevo però chiederti come fai a farli stare lucidi come nella fotografia che hai postato. io non ho voluto spennellarli con il tuorlo d'uovo per cui ho fatto una specie di sciroppo di zucchero (era più un acqua e zucchero appena sciolto che un vero e proprio sciroppo...) ma non prendeva sulla pasta così non ho avuto l'effetto desiderato...
grazie mille di tutto!
a presto,
elena

Anonimo ha detto...

Ciao Elena,una volta cotti e ancora caldi li ho spennellati con del miele,così li rendo ancora un pò più dolci visto che nn uso metterene molto ;-)
Ciao e grazie
Lory

AngEl ha detto...

io ne ho messi due cucchiai di zucchero nell'impasto e mi sembravano dolci il giusto (ossia non troppo!)
grazie dell'indicazione, proverò con il miele allora :)
a presto!
elena

bimby ha detto...

Ciao Lory,
ho fatto questa ricetta e l'ho inserita con le foto nel mio forum, citando la fonte e mettendo il link diretto, spero che non ti dispiaccia.
Se così non fosse, contattami e la elimino.

Grazie

sere ha detto...

grazie,li ho appena tolti dal forno e sembrano venuti benissimo.
appena possibile li posterò http://www.peccatidigolaediamicizia.com
ciao!

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Io ricordo che nel forum di CI aveva avuto un successone.

:-)

Francesco ha detto...

La sfogliata Rana è, tra le paste sfoglie commerciali che conosca, in assoluto quella che sfoglia meno (in generale, comunque, trovo che quelle surgelate sfoglino di più e meglio di quelle fresche). Dunque se questa non sfoglia come la Rana, come scrivi nella ricetta, allora non sfoglia proprio. Ma siccome le foto parlano più di mille parole, direi che il prodotto è eccellente e sfoglia, eccome se sfoglia, molto di più del prodotto di cui sopra, con buona pace di Giovanni Rana. Poi, certo, sfoglierà di meno della classica pasta sfoglia con burro e giri.
Ah, a proposito, la ricotta non è un formaggio. In Rete i replicanti (compreso Adriano Continisio, uno dei pochi che giusstamente te ne ha attribuito la maternità, pur con una formula dubitativa) dicono che viene meglio con il formaggio quark (questo è il nome generico dei formaggi freschi spalmabili come il Philadelphia).

Lory ha detto...

@ Sere grazie a te ;-)

@ Dani in verità la prima volta che la pubblicai non se la filò nessuno,ma del resto nessuno si filava me,poi tornò fuori grazie ad un'altra iscritta che la fece diventare una sfoglia di un pasticcere famoso..mah!!!

@ Francesco guarda gia vengo additata come la maestrina sulla cattedra ,figurati se mi mettessi anche a puntualizzare sul fatto che la ricotta non è un formaggio ma un prodotto derivato che non si ottiene dal latte, bensì dalla ricottura del siero dopo la fase di produzione del formaggio.
Sono daccordo con te per quanto riguarda la sfoglia congelata ;-)
La maternità di questa non ricetta mi ha davvero estenuata ci credi?
Sino a quando non l'ho riproposta qui,in rete trovavi solo 3 link che riportavano alla mia ricetta scritta parecchi anni fa ,ora è da tutte le parti,non mi interessa la formula dubitativa semplicemente perchè io so bene come stanno le cose,non voglio vendere nulla ne diventar famosa ;-)))
Grazie cmq per il tuo intervento!

Adriano ha detto...

Da "replicante", non ho usato una formula dubitativa in senso negativo, conosco Lory come persona cristallina. Ho scritto "probabile" solo perchè è la ricetta più datata che conosco, ma non sono certo che quella con il quark derivi da questa ed ho preferito evitare di far torto a qualcuno. Nè ho mai scritto da nessuna parte che sia migliore, dal momento che la versione con la ricotta non l'ho mai porovata.

Lory ha detto...

@ Maestro,lo sai che ti adoro vero? ;-)))

Francesco ha detto...

@ Lory/Loriana – Guarda che il mio, se non si era capìto, era un complimento.
Ti credo che sei estenuata. Comunque proprio oggi (o meglio ieri, ormai) su Cook-a-forum ho trovato un post che presenta una ricetta molto simile alla tua il quale risale addirittura al 2005 o 2006 (se lo ritrovo posso essere più preciso). L'autrice, che è una moderatrice, non ne cita la fonte, ma a naso direi che l'ha presa da una rivista o qualcosa del genere. L'avevi già pubblicata su CI a quel tempo?
Inoltre ne ho vista un'altra relativamente simile su delle schede (mi pare De Agostini, ma pure su questo al momento non posso essere preciso).

@ Adriano – Non ho nemmeno pensato che tu abbia usato la formula dubitativa con intento maligno. Riporto testualmente quanto ho scritto, aggiungendo solo un grassetto: «Adriano Continisio, uno dei pochi che giustamente te ne ha attribuito la paternità, pur con una formula dubitativa». Spero che il grassetto costituisca elemento chiarificatore sufficiente.
Per il resto credo di aver capìto male: mi pareva che tu avessi adattato la ricetta della mercante di spezie apportando come migliorie la sostituzione della ricotta con formaggio fresco spalmabile e aggiungendo le pieghe (ahahahah, Lory dice che non esistono! E che sua nonna avrebbe riso come una matta!); evidentemente avevo capìto male.

Lory ha detto...

Francesco no lo avevo capito era solo un mio appunto per la presunta maternitù della ricetta,che sinceramente a me porta davvero poco..CI allora vediamo un pò posso dirti esattamente quando pubblicai quella ricetta perchè ero appena arrivata qui a Torino perciò era il 2002..
Ho sempre sostenuto che NON HO inventato niente era solo una ricetta di famiglia che in casa mia è da sempre presente,chi vuole attribuirsene la maternità,faccia pure che ti devo dire Francesco,quella che tu hai trovato su Cook molto probabilmente deriva da quella che postai sul forum di "cucina in simpatia" credo tra il 2003/2005 e li ripresa anche anni dopo..
Qui ad esempio un'altra prova http://www.kucinare.it/user/ricetta.aspx?idricetta=522 guarda la data..

http://www.gennarino.org/forum/viewtopic.php?t=2441&highlight=
Cmq su Cook cè anche questa specifica..

http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?p=865788
Di sicuro si troverà anche altro ma davvero a me basta così.
Sta cosa mi ha veramente rotto(non parlo di te ovvio) che ti devo dire facciano pure, io continuerò a sostenere che questa era la ricetta di mia nonna,perchè così è ..

Francesco ha detto...

Prima di andare a pranzo ti avevo scritto questo e non avevo avuto il tempo di cliccare il tasto d'invio:
Lory, la cosa strana è che alcuni dicono che tu avevi detto di fare le pieghe. Ieri sera (o stanotte...) ad esempio mi è capitato di leggere, mi pare su CIS, che questa ricetta ancorché più semplice della classica pasta sfoglia è comunque inadatta per un principiante in quanto richiede i giri e le pieghe.

Ora, per completezza d'informazione, mi metto a cercare dove l'ho trovato e riposto.

Anonimo ha detto...

Nel frattempo che continuo a cercare... eccoti questa di Cinzia su Cookaround: http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=8991&page=1. La ricetta è identica alla tua; cambia che ci aggiunge le pieghe (4 pieghe a libro ogni 20 minuti, contro le 3 ogni 30 di Adriano). In effetti si tratta di una versione che gira molto in Rete e che altri attribuiscono a te (in questa discussione mi pare che non vieni citata, ma una utente del forum, tale Cipina, che dice di averla fatta con risultato non soddisfacente, si ricordava che s chiamasse «pasta sfoglia dei poveri»), nonostante tu dici che le pieghe non ci vogliono e che tua nonna avrebbe riso a sentirle nominare.

Francesco ha detto...

Ho trovato questo:
http://nessunonasceimparato.no-ip.org/forum/viewtopic.php?f=31&t=506&sid=a57c497a1ca780020df89a7888b908b9. La ricetta viene attribuita a te e prevede le pieghe (l'autrice non specifica che si tratta di una sua aggiunta).
Ma sono certo di aver trovato un altro post (e ora mi viene il dubbio che non sia qui e non su CIS) in cui si sconsigliava a una principiante di cimentarsi con la tua pasta sfoglia in quanto, per quanto più semplice di quella classica, è comunque una preparazione difficoltosa o che richiede un certo impegno perché *tu* avresti detto che ci vogliono 4 pieghe ogni 20 minuti. Ora pur avendo massacrato Google non riesco proprio a ritrovarla; facciamo che se dovesse per caso ricapitarmi sotto agli occhi ti faccio un fischio.

Francesco ha detto...

Ma questo blog ha la moderazione? Perché i miei commenti di oggi pomeriggio non sono mai apparsi! Eppure io li ho inviati! Ho postato un sacco di links che ora farei una gran fatica a ritrovare (ammesso che me li ricordi) :((

Comunque eccoti quest'altra chicca: http://dolciedintorni.blogspot.com/2009/03/croissants-furbi.html. Qui una copia spiccicata (e spudorata) della tua ricetta è stata attribuita all'araba felice di Cookaforum.

maetta ha detto...

tutte queste lotte per le ricette è vero, sono estenuanti!!! anche io ne so qualcosa negli anni!!! è pur vero che ogni volta che si trova una ricetta interessante, non si può risalire all'albero genalogico della stessa!
Ma tant'è: a me piace da impazzire la storia della tua nonna Lory, ed è questo l'importante! Personalmente questa sfoglia ancora non l'ho provata, e appena lo farò, pensero a lei!
baci

Aryl ha detto...

Ciao Lory, leggo sempre con piacere le tue ricette. Questa in particolare mi ha colpita, perchè amo molto la p.sfoglia ma in commercio non c'è niente di genuino. Ti dico la sincera verità...ho provato a farla con 160g di burro come dice Adriano, ma con la ricotta. E' davvero ottima, credo che non l'abbandonerò più, ma abbandonerò molto volentieri le sfoglie commerciali ;)
Ho creato da poco il mio blog, e mi farebbe molto piacere se venissi a trovarmi e vedere la "tua" ricetta anzi della tua nonna :)
Ciao Aryl
http://arycette.blogspot.com

lori ha detto...

Ciao Lory... picere Lory!!! Ho appena infornato una torta salata con la ricetta della tua sfoglia, l'ho trovata per caso e l'ho voluta subito provare... e intanto ti linko nel mio blog maniamorefantasia.giallozafferano.it, sei bravissima! Ciao Lory

anthony ha detto...

Ciao :-) Sono la Tua lettrice e penso che hai un blog bellissimo, pieno di ricette strepitose. Ma... ricetta di questo tipo impasto è vecchia come mondo
se gentilmente dai un sguardo
http://it.wikipedia.org/wiki/Rugelach
Sono polacca è questo impasto fatto o con formaggio o con panna é un classico impasto e si chiama da noi impasto meta/mezzo francese al formaggio o al panna. Cordiali saluti Aneta.

Paola ha detto...

Ciao! Ho provato la tua sfoglia e grazie della dritta!!! la rifarò spesso :-)
devo giusto fare un paio di aggiustamenti perchè m'è venuta un po' bruttina ma buona!!

http://www.nastrodiraso.com/wordpress/pasta-sfoglia-super-semplificata.html