domenica 18 novembre 2007

LA PRIMA VOLTA...

Immagine 1897


Che mangiai questa meravigliosa pasta(nella sua semplicità)ero ospite in Sardegna.
Ai tempi lavoravo ancora ad Ancona e uno dei ns.fornitori di formaggi locali,aveva un piccolo caseificio anche in quella bellissima regione e vista la mia cuiosità(ero taaaanto giovane ...ahahah)verso il suo interessantissimo lavoro,un giorno mi disse-"Io sto per partire ,se ti va di curiosare ti porto volentieri con me"-Con la scusa che avrei imparato molto ;-) chiesi al mio "capo" se potevo prendermi un paio di giorni di ferie,lui ben contento mi rispose di si!
La cosa che ancora oggi ricordo in maniera struggente fù l'arrivo al porto di Arbatax,era primavera inoltrata.
Scesi dalla nave e un cielo con un alba pazzesca, si stagliò davanti ai mie occhi lasciandomi senza parole,quando ad un tratto un forte profumo mi distolse da quella meraviglia,stupita per il penetrante profumo chiesi cosa fosse...Zagare,sono le zagare che profumano così tanto!!!(????)
Allora ancora nn esisteva internet, ne tanto meno Wilkipedia e io nn sapevo assolutamente cosa fossero le zagare ;-)
I fiori delle spose li conosci?
E come nn avrei potuto nn conoscerli a 19 anni ?
Aspettavo il principe azzuro per indossare il mio bellissimo vestitino bianco,figuriamoci se nn conoscevo i fiori d'arancio ;-)))
Ahhhh allora le zagare erano i fiori d'arancio??? Eggià ;-))
Un profumo che nn avrei mai più dimenticato!!!
Dopo la visita al caseificio,ci recammo a mangiare in un posto molto conosciuto e io che lavoravo in un posto altrettanto conosciuto e "fighetto" per i tempi ;-)
Rimasi stupita per la semplicità dei piatti, che però all'assaggio erano pura e semplice poesia.
Allora nn si parlava di materie prime,di slow o fast food:Gualtiero in quel di Bovesin della Riva, promuoveva credendoci(ciecamente allora ;-)) )la sua nouvelle cousine!
Mi presentarono lo chef,a cui come mio solito feci un sacco di domande,lui rideva davanti al mio entusiasmo (era grande lui :-)) ) E alla domanda del come mai nn seguisse la "corrente" del momento, lui mi rispose candidamente "Li aspetto tutti al varco ,tanto lì devono tornare"...Giuro che allora nn capii molto bene a cosa si riferisse ;-)ma oggi si, eccome,specialmente dopo aver letto un pò di tempo fa un'intervista proprio fatta a Gualtiero,in cui lui esprimeva(nn ricordo le parole esatte) la sua voglia a ritornare al "minestrone di una volta" alla cucina di un tempo!!!!
E come mi diceva mia mamma quando ero piccola,la vita è una ruota che gira...Vero, nn trovate?


TAGLIATELLE CON CRACIOFI AL RAGU' DI CRUDO GIOVANE

500 gr di tagliatelle (le ho fatte con 15 tuorli e 500 gr di farina)

6 carciofi (se trovate quelli sardi sono spettacolari)

400 gr di prosciutto crudo giovane (deve avere poca stagionatura)

Brodo di carne (...se avete il fondo 1/2 cucchiaio;-))

Timo

vino bianco per sfumare

peperoncino

olio

sale

Prima di tutto preparate le tagliatelle.
Pulite ora i carciofi e tagliateli sottilmente,in una padella mettete l'olio aggiungete i carciofi e il timo,quando incominciano a soffriggere sfumate con il vino bianco,dealcolizzate.
Aggiungete il brodo(e il fondo se lo avete)portate a cottura i carciofi,che dovranno cmq rimanere "croccanti",aggiungete ora il prosciutto che avrete ridotto in una "brunoise" molto sottile,per fare questo nn usate assolutamente il mixer,sicuramente sarà palloso;-) ma così facendo, otterete un composto ben "sgranato".
"Tirate" il ragù,cuocete la pasta fatela saltare nella padella mantecando con un pò di olio a crudo,a me l'hanno servita senza formaggio ;-)

25 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Sei riuscita a raccontare il tuo arrivo in Sardegna in modo da farmi sentire il profumo dei fiori d'arancio! Spero di tornarci presto in questa splendida isola.
La pasta l'ho già segnata. Appena trovo un carciofo che merita questo nome la provo. Buon inizio settimana cara, Ale

Lory ha detto...

Tesoraaaaaaa spero che Murphy ti abbia definitivamente lasciata nèèèè ;-))
La Sardegna posto magico ;-))

The Food Traveller ha detto...

Mai stato in sardegna ..... :-(

erika ha detto...

amore a prima vista la sardegna.
io ricordo i profumi, intensi e nuovi.
grazie cheffa
buona settimana

Scribacchini ha detto...

Verissinmo! Bellissima sia la ricetta che il racconto. Bello inziare la giornata con un profumo di zagare !
Grazie. Kat

stelladisale ha detto...

la sardegna, come l'adoro, quei bellissimi cieli mai visti da nessun'altra parte, e il profumo... che nostalgia, a qualcuno viene il mal d'africa a me m'è venuto il mal di sardegna :-)

lenny ha detto...

Con questo bellissimo racconto mi ho conosciuto la sardegna attraverso i tuoi ricordi. Bellissima anche la ricetta naturalmente.

lenny ha detto...

Che errori! E' proprio vero che la fretta è cattiva consigliera!!!

Giorgio ha detto...

Bellisssimo profumo di zagara con retrogusto di carciofi...
Ti volevo segnalare anche che nella tua dispensa sopra la pasta di Gragnano è andato a finire l'olio Pianogrilllo :-)
Buona giornata
Giorgio

cocozza ha detto...

Chi l'avrebbe mai detto le zagare sono i fiori d'arancio e pensare che mi sono sempre detta di vedere cosa significasse ma alla fine il tempo passa e si dimentica io della ZAGARA di Positano ho un bel ricordo è una pasticceria buonissima con un bel giardino e una spettacolare vista dove si possono mangiare dei dolci e una granita ai gelsi davvero buona.
In sardegna però non sono mai stata e non vedo l'ora di andarci la tua descrizione è davvero bella e la pasta è subito da fare ti leggo spesso e volentieri
ciaoo cocozza

Lory ha detto...

@ TFT,peccato nn si possa spedire ;-))

@ Erika,certe cose sono difficili da dimenticare ;-))

@ Scriba,pensa averne un bel vaso pieno in cucina ;-))

@ Lenny,lasciamo perdere...Io con avverbi,verbi,congiunzioni ecc..ecc..ci vado a nozze,la voglia di pubblicare velocemente poi...ma io mi domando,"Chi diavolo devo rincorre???...Mah!!!

@ Ciao Giorgio grazie corretto subito ;-))

@ Coccozza ma che bel nick,grazie ;-))

Tatiana ha detto...

Che bella e ricca tagliatella lory.. da fare!!! :p Sto pensando a quanta viennetta e torta slava tirerò fuori, con tutti gli albumi avanzati :))) La proverò carciofi a me!!!

Aiuolik ha detto...

Tra tutti i posti in Sardegna dove ti poteva succedere di "sbarcare" ti è capitato proprio uno dei (secondo me) migliori: Arbatax!

Mi ha fatto piacere leggere tutto l'entusiasmo del tuo ricordo della mia isola e anche quello nei commenti...

Quando venite in Sardegna, passate in Trattoria :-)

Ciao,
Aiuolik

Lory ha detto...

@ Tati,allora spetterò la tua ricetta,nn so che farci con tutti gli albumi avanzati ;-))

@ Aiuolik,però io nn porto il dolce...ahahahah!

Elisa - Basilico&Co. ha detto...

la tua foto mi sta facendo svenire!!! Oltre alla bellezza della ripresa e della composizione (io non ci riuscirò mai , sono una pasticciona nata) la ricetta è ..... non ho parole, solo la bavetta che scende.. Ti basta?!?
Amo la pasta con i carciofi.. e con quel prosciuttino!?!Devo farla devo farla devo farla!
I biscotti sono stati spazzolati dagli amici mi sa che stasera o mercoledi mi metto a farne qualcun'altro!!

Liùk ha detto...

sembrava di vederla quell'alba... buona settimana Rombo

Viviana ha detto...

che belle le tue storie! io sono cresciuta col profumo della zagara, credo sia in generale il fiore degli agrumi... mi sono fatta di quelle sniffate da bambina ah ah ah un bacio gioia bella!

sciopina ha detto...

Mi sto liquefacendo davanti allo schermo...sono praticamente un blob...
La sardegna la adoro soprattutto quei formaggi, le verdure, il pesce, la bottarga, il miele, la natura, il mare, insomma tutto!!
ciaoooooooooo

loste ha detto...

Il cibo è ricordo. Olivier Roellinger dice che può essere solo tale, passato il momento in cui uno mangia uscito dal ristorante il cibo è solo memoria, sensazioni.
Ho scritto di te questa mattina.
Ciao Loste (Marco)

La maga delle spezie ha detto...

Purtroppo non sono mai stata in Sardegna...ogni anno mi riprometto di andarci ma poi,tra una cosa e l'altra non ci vado!
Brava Lory,fai sempre dei capolavori!
Ale

CoCò ha detto...

le tue ricette sono sensazionali, i tuoi racconti se possibile ancor di più
un abbraccio

The Food Traveller ha detto...

Beh! con il tuo post un emozione del posto me l'hai spedita. Grazie!

Senti un po' ... ma se con l'altra farina uso il cinghiale invece? ;-)

Lory ha detto...

@ Eliiiii ecco brava tu prepara che io poi copio...ahahahah!

@ Liùk,io la toccavo quasi ;-))

@ Vivi,lo sai che ho pensato proprio a te mentre postavo,ero sicura tu conoscessi la zagara ;-))

@ Sciopina,che dici ci facciamo un giretto? ;-)

@ Loste,ho letto come sempre sei tu quello che scrive poesie ;-)

@ Maghetta mia devo scriverti ho bisogno di una cosa ;-))

@ Cocò,aspetto di raccontartene qualcuno a voce ;-))

@ TFT...daiiiiiiiii trovo che sia un connubio grandioso!!! ;-))

The Food Traveller ha detto...

Allora ora vedo se la uso sabato sera ...
Ciao.

La maga delle spezie ha detto...

Eccomi!
Se vuoi,sul mio profilo ho aggiunto il mio indirizzo email!
Se hai bisogno SCRIVIMIIIII!
Bacio
Ale