mercoledì 21 novembre 2007

LA GINETTA!!

Immagine 2012


Di lei, la Luigia detta Ginetta, ne avevo accennato
  • QUI

  • Di tutta la famiglia quella con cui mi identifico di più è proprio lei.Da lei ho preso la passione per la cucina,quella per l'amore infinito verso gli animali,per la montagna,quella poco carina(forse ;-)di andare contro le "regole scritte" da chi poi...Mah!!!
    Era una ragazza madre e aveva deciso lei di esserlo,aveva amato(per tutta la vita eh)un uomo già sposato,dal quale aveva poi avuto un figlio nn riconosciuto , tutto questo accadeva nei primi anni 40!!!
    Lei aveva incominciato la sua "carriera" come "servetta" presso una famiglia di nobili e li ci rimase per tantissimi anni.
    La Luigia passò da servetta a cuoca di casa!!!
    Ha dato da mangiare a presidenti,amabasciatori,alti prelati e chi più ne ha più ne metta!
    Quando andò in pensione, ebbi la fortuna di averla con me nel mio ristorante per un anno.
    Le serate più affollate le avevamo quando c'era "la cucina di una volta".
    Allora era lei ai fornelli:Faraona al funghetto(si meritò anche un articolo su un giornale quel piatto!!!)il manzo alla birra nera,lo stracotto di asino,la casòula,il coniglio cotto sotto la cenere,i suoi arrosti cotti nel forno a legna,i bolliti,i ravioli di verza e fontina , i suoi famosissimi e meravigliosi risotti,ai fegatini,con le creste di gallo(eggià proprio così !!!)con le spugnole e tartufo, e questo risotto che faceva impazzire davvero tutti,quando preparava gli arrosti sapevano che quella sera, nn sarebbe mancato.
    Lei usava portarlo a cottura solo ed esclusivamente con brodo di gallina sgrassato,nn lo mantecava sul fuoco, ma lasciava che il burro impastato con il parmigiano(invecchiato almeno 30 mesi,così voleva lei )si sciogliesse a contatto del riso caldissimo mentre il piatto giungeva in tavola,il sugo d'arrosto veniva versato direttamente al tavolo davanti al cliente!
    Come me era negata a preparare dolci, che però a differenza mia adorava mangiare in quantità industriali!
    Era una donna straordinaria,una donna che mi ha insegnato davvero molto e che mi manca tanto!

    RISOTTO AL BRODO DI GALLINA CON SUGO D'ARROSTO

    300 gr di riso vialone nano (usate pure quello che più vi piace )

    1 porro piccolo

    brodo di gallina sgrassato

    sugo d'arrosto

    vino bianco per sfumare

    Burro (ho usato il burro di un piccolo produttore piemontese,divino!!!)

    Parmigiano stagionato

    In una padella far rosolare il porro aggiungere il riso,brillare e portare a cottura,mantenendolo bene all'onda.
    Impiattare servire con il sugo d'arroso, una noce di burro lavorata con il parmigiano servire!!
    La foto nn è bella ma ieri nn avevo molta voglia di fotografare,sorry !!!

    23 commenti:

    The Food Traveller ha detto...

    Bella e commovente la storia che hai condiviso. Le donne sono uniche nella loro capacita' di dare amore e affetto, specialmente some mamme.

    Leggendo il post mi e' venuto un dubbio ... ma voi avete un ristorante??? Se si, allora si deve mangiare molto bene !!!

    Lory ha detto...

    Ciao Francesco,no lo avevo anni fa ;-))

    The Food Traveller ha detto...

    Doveva essere un po' uno stress immagino. A volte io e mia moglie pensiamo di aprirne uno .... ma alla fine la realta' ci fa ragionare .... ma lezioncine di cucina qui all'estero a volte le do. non che sia bravo, ma qui di cucina italiana sanno ben poco!!!
    Se vedessi come cucinano la pasta ... da brivido!

    Lory ha detto...

    Grande stress,ma tanta soddisfazione.
    Ho lavorato anche all'estero sò bene come cucinano la pasta...BRRRRRRRRRR!!! ;-))

    Alex e Mari ha detto...

    Sempre belli i post che parlano di ricordi così intensi! La Ginetta deve essere stata una donna eccezionale. Questo risotto è una coccola!
    Un abbraccio, Ale

    Tatiana ha detto...

    Un bel modo per ricordarla lory :*

    stelladisale ha detto...

    si si proprio belli i post dei ricordi, e questi bei piatti coccolosi...

    Viviana ha detto...

    E' dolcissimo questo post... un altro abbraccio (attacco su + fronti hi hi hi)

    Dolcezza ha detto...

    ciao lory, è sempre fantastico leggere quel che scrivi, sara' per questo che quando vedo che commenti da me sono sempre tanto contenta! per il pocopoco che ti conosco sei davvero una persona dolcissima! Il risotto è una delle cose che mi piacciono di piu' in assoluto!! un abbraccio!!
    Benedetta

    Aiuolik ha detto...

    Bello questo ricordo, grazie per averlo condiviso con noi!

    Ciao,
    Aiuolik

    elisa ha detto...

    Lory, che bello ricordarla riproducendo i suoi piatti..e se sono così buoni poi..
    dev'essere stata una donna molto bella e forte..e tu mi sembra che le somigli molto!!
    Bacioni

    Elisa - Basilico&Co. ha detto...

    mmmm risottino con sugo d'arrosto!??! Mai avrei pensato ma ora che abbino i due sapori... mamma mia che buono che deve essere!!! Io poi che vado matta di risotti
    Domanda ma il burro con il parmigiano lavorato che consistenza deve avere? di crema?!?!

    Lory ha detto...

    @ Alex,avevo un rapporto davvero speciale con lei...-)

    @ Tati,ce ne sono davvero tantissimi ;-))

    @ Stella è proprio un piatto coccoloso si ;-))

    @ Vivi,grazie tu sai perchè :-)!!!

    @ Benedetta, tu sei di una tenerezza bimba mia ;-))

    @ Aiuolik,grazie per averlo letto ;-))

    @ Elisa,sai nn l'ho scritto ma era davvero bellissima da giovane ;-))

    @ Eli,il burro deve essere morbibo ma nn ancora crema ;-))

    Dolcezza ha detto...

    tanti baci cara!

    Liùk ha detto...

    Come ho già detto è vero nessuno è insostituibile, ma ci sono persone che creano dipendenza .. ..................forse rombo di tuono viene dalla Ginetta?

    Giovanna ha detto...

    a me piacerebbe tantissimo lavorare con te... anche solo per qualche mese!

    loste ha detto...

    Allora, la mia mentore culinaria: Lucia, che per un attimo ho avuto il dubbio stessimo parlando della stessa persona, tanto il tuo ritratto sposa il suo, con quel sugo lì faceva nel suo ristorante uno dei tortelli più incredibili che abbia mai maniato.
    Oggi è in pensione, e quando la andiamo a trovare ripropone il suo fantastico piatto. L'utlima volta, giuro, Leo si è sentito male da quanti ne aveva mangiati, una scena assurda steso su di un divano in preda ad una sinfrome da panza piena :))))
    Bella ricetta, rubo.
    Marco

    Strega N° 1 ha detto...

    La zia :°)

    Ady ha detto...

    Ecco appunto il discorso degli angeli custodi(vds e-mail) vale anche qui, e questo risotto è confort food all'ennesima potenza!
    Un bacio

    Elisa - Basilico&Co. ha detto...

    mmm peccato che non ho carne da arrosto.. e uffa mi hai fatto venire voglia di fare ancora risotto.. basta o divento un chicco io!!
    Invece con la pulce che mi hai messo nell'orecchio riguardo al pepe ho inaugurato la rubrica!! =)
    Buona serata!

    baci!!

    sciopina ha detto...

    Un gran piatto di tradizione, un bel post, un bel ricordo di una persona che non c'e' piu'.
    un abbraccio
    sciopi

    Roxy ha detto...

    Davvero un modo splendido per salutare una persona cara che non c'è più....baci!

    P@ola ha detto...

    Ecco, un riso così...
    semplice semplice ma con un sughetto come Dio comanda !
    Perfetto