mercoledì 28 novembre 2007

IL CECE DI CICERALE!

Immagine 2089



Nel cilento nasce questo piccolo gioiello naturale,esattamente nel piccolo comune di Cicerale,questo è un tipo di cece che poco ha che vedere con i ceci che comunemente usiamo in cucina.
Coltivato sin dall'anno Mille, venne poi con il tempo messo da parte per lasciare posto a coltivazioni che "avrebbero" portato più soldi.
Ripresa la coltivazione,il Comune regala ai vecchi contadini del luogo i semi e il fertilizzante biologico,per far si che venga dato finalmente il giusto riconoscimento ad un prodotto che nella sua semplicità risulta essere meraviglioso!
Nello stemma comunale di Cicerale compare la piantina del cece con la scritta in latino "Terra quae cicera alit" ,come per sottolineare l'importanza di questo piccolo gioiello, per tutta la gente del posto.
Queste piante vengono coltivate esclusivamente con metodo biologico,sono ancora raccolte a mano e sgranate battendole delicatamente con bastoni, per far si che si separino i bacelli dal frutto.
Il cece è piccolo e un pò più scuro dei ceci normali,grande resa, in quanto l'umidità contenuta nei ceci è davvero bassa,questo fà si che in fase di cottura si ingrossi in modo esponenziale ;-)
Nn è facile trovarli,ma se siete interessati all'acquisto(credete ne vale la pena ;-)Potrete rivolgervi alla Cooperativa Cilento Produce (telefono 0974.834022 e 0974.834700) vi diranno di sicuro dove trovare questo piccolo tesoro.
Sono buonissimi anche solo bolliti e conditi con olio e sale,io questa volta ho fatto dei piccolissimi gnochetti,conditi semplicemente.
Sono sicura che rimarrete basiti dopo averli asaggiati,il gusto è davvero fantastico.

GNOCCHETTI DI CECI CON POMODORINI E PANCETTA

150 gr di ceci ammollati

100 gr di patate

150 gr di farina 00

1 uovo

qualche foglia di timo

Pancetta tesa

pomodorini

olio extra

Dopo aver cotto i ceci ridurli in purè al passaverdure,aggiungere le patate ancora calde,la farina l'uovo e le foglie di timo.
Proseguire come per i normali gnocchi.
In una padella con olio soffriggere la pancetta aggiungere i pomodorini e spegnere il fuoco.
Cuocere i gnocchetti in abbondante acqua e mano a mano che vengono a galla versarli nella padella del sugo,saltare e servire con ricotta dura o alto formaggio!
Se i gnocchi vi servono pronti per la cena o per il giorno dopo e per nn rischiare di ritrovarmi con qualcosa di molliccio e nn più utilizzabile,preocetedete così.
Preparate una grossa bacinella in cui metterete acqua fredda,cuocete i vostri gnocchetti come al solito,ma una volta scolati tuffateli nell'acqua fredda,scolateli ancora metteteli in un contenitore a chiusura ermetica e versateci sopra dell'olio di semi.
Chiudete e mettete in frigo(durano più giorni)quando dovrete utilizzarli,basterà tuffarli di nuovo in acqua e aspettare che riaffiorino,condirli poi a piacere!

19 commenti:

The Food Traveller ha detto...

Interessante .... non lo conoscevo.

E' il progetto CSI come va????

Lory ha detto...

Ciao Francesco,si davvero interessante questo legume ;-)
Il progetto prosegue molto bene,anche se per ora è abbastanza pesantuccio,approfondimenti e tematiche un pò complesse,ma dal prossimo mese tutto dovrebbe diventare molto più interessante ;-)
Sto provando la farina di ceci,ma nn sono ancora convinta,devo provare a tostarla e poi impastarla,vedremo ;-)

The Food Traveller ha detto...

Io la farina di ceci non l'ho acora aperta :-(
Sono ancora un poco impegnato (ora per cose varie) ma spero di poter avere del tempo la settimana prossima. Dimmi un po' ... cosa non convince? Troppo morbida a poco aromatica?

Lory ha detto...

Sa troppo ci cece crudo ;-(
Però sò per certo che per migliorare la farina bisogna tostarla in forno,ma in verità nn ho mai provato.
Se voglio ottimizzare la preparazione mi sa che mi tocca ;-)

The Food Traveller ha detto...

Forse tocca tostarla come dici tu.
Altrimenti bisogna riconsiderare farne della pasta ma rimanare su pane e torte ... magari per fare una frolla ... si forse la provero' a usare per farne una frolla per torta salata.

lenny ha detto...

E' interessante ri-scoprire e far conoscere queste biodiversità che fanno parte del nostro "patrimonio agricolo" e che in cucina ci regalano sapori così unici.
Complimenti

Dolcezza ha detto...

a parte che sono sconvolta dal fatto che hai postato qualcosa alle 17:24!! questi gnocchetti fanno venire l'acquolina!! sembrano ottimi!!
baci cara!!

sciopina ha detto...

Ma dove trovi tutte queste diavolerie?
Pensa che sono campana ed e' la prima volta che sento parlare di questo cece!
mi sembra delizioso questo gnocchetto
ciao
sciopi'

elisa ha detto...

Non avevo mai pensato agli gnocchi di ceci..ma come si fa ad essere a cucinare sempre questa pappa buona??

Sere ha detto...

Altro che acquolina... a quest'ora è una tortura passare dal tuo blog!
Smack

Viviana ha detto...

Loryyyyy ma tu non mi puoi fare questoooooo!!! dalla tradizione all'etnico in un'unica botta... io così mi destabilizzo perchè non so se buttarmi a pesce sugli gnocchetti di ceci del cilento oppure sul menù orientale aiuuutoooo!!! tutte e dueee!!! li voglio tutti e dueeee!!! sei un mito... smack!

Ady ha detto...

Leggendo il tuo post mi è subito venuto in mente un abbinamento, se vuoi banale, ma secondo me potrebbe riuscire bene, come li vedi questi gnocchetti con un sughetto di pesce? Gamberi, mazzancolle o addirittura astice?
un bacio e compliementi come sempre.
P.S. avevo bisogno di un consiglio ti ho mandato un sms ma forseo non l'hai ricevuto cmq ho risolto sarà per la prossima volta!

Aiuolik ha detto...

Mi hai incuriosita sia su questa particolare qualità di ceci, sia sugli gnocchi ai ceci, a me sconosciuti.

Ciao,
Aiuolik

CoCò ha detto...

Guarda da te ogni giorno se ne trova una nuova, passa da Sale e Pepe qb dopo, c'è una citazione che ti riguarda ciao

adina ha detto...

lory mia, io gli gnocchi con patate e ceci mai li avevo mangiati né visti... devo provare, mi ispira assai!!! ma quanto sei brava? te lo ridico, ma ne sono convinta proprio! ps mi avete ben cazziata per l'arrostino in padella, eh? :-)) il prox in forno sicuramente!

Liùk ha detto...

sto via un giorno e fai 40 ricette nuove ma datti na calmata nè
cèrea

Lory ha detto...

@ Lenny è davvero un piacere portare a conoscenza di chi nn conosce, materie prime così importanti ma poco conosciute!

@ Dolcezza,allora nn guiaradare l'ora degli altri post,potresti svenire davanti al >PC...ahahaha!

@ Sciopina, diciamo che dopo un pò di anni passati su e giù dentro e fuori dalle cucine,qualcosa ancora ricordo ;-)))

@ Elisa,passione solo quella mi è riamsta...ehehehe!

@ Vivi,aspetta di vedere cosa ho impastato stamattina...ahahaha!!

@ Ady,certo che ci stanno bene,Pierangelini docet no??? ;-))

@ Aiuolik, a me fà piacere stimolare l'interesse per le materie prime ;-))

@ Cocò,ho visto ma sai che sei stat davvero brava!!!???

@ ahahahah si ho letto che mazziate eh...nn ti permettere più un affronto tale...ahahah!

@ Liùk,te continua a studiare che è meglio...ahahaha!

Tatiana ha detto...

che bel piattino daprovare subitissimo metto in ammollo i ceci volevo fare gli gnocchi:))) Lory ti ho risposto di là vai a leggere :))

Sara ha detto...

che buoni! non ho mai provato a fare gli gnocchi. Mi sa che con una ricetta così devo proprio cimentarmi...