mercoledì 3 ottobre 2007

I GIOIELLI DI FAMIGLIA...


Come ho gia avuto modo di scrivere mia nonna paterna era di Lamon,esattamente di Pezzè una piccola frazione.
Li la mia famiglia, possiede da sempre una palazzina edificata tantissimi anni fà dai numerosi fratelli di mia nonna ;-)
E li ancora adesso d'estate si trasferiscono,zii,nipoti,pronipoti e discendenze varie.I miei nonni sono morti e così i suoi fratelli,mai nessuno ha pensato anche solo per un momento di vendere,ad estranei la palazzina,anche se abitata pochi mesi all'anno fà parte dei "gioielli di famiglia"che nn sono materiali come qualcuno potrebbe pensare,ma solo ed esclusivamente affettivi.
Li noi nipoti andavamo d'estate quando eravamo piccoli,una marea di cugini che amavano ritrovarsi a giocare nel cortile di casa,sino allo sfinimento ;-)
Mentre i nonni coltivavano il terreno in torno alla casa,noi correvamo come matti su e giù per il bosco,poi stanchi e sfiniti,la nonna ci faceva sedere nel lungo tavolo che c'era in giardino andava dalla vicina di casa che aveva mucche e altri animali di cortile,tornava con una bottiglia di latte fresco,del burro,pane duro(!!!)e la sua marmellata di more e via a far merenda,quanto ridere nel vederci con le facce sporche di marmellata o con i baffi del latte,agli angoli della bocca ;-)Ho ricordi vivissimi di tutto questo,quanto eravamo felici!!!
Oggi nn resta nulla di quelle merende ,noi cugini ci vediamo solo per incombenze come battesimi,matrimoni e funerali!
Lassù restano gli zii e ogni tanto ritornano anche i miei,ho una zia che insieme al marito tiene in ordine il terreno e lo coltiva,pomodori, insalata,peperoni melananzane ed altri inestimali "gioielli di famiglia" I FAGIOLI!!!
Oggi i fagioli di Lamon sono conosciuti in tutto il mondo,ne esistono di 4 varietà,lo spagnolet'il più piccolo e il più delicato con buccia sottilissima,ha la forma a botte con striature rosse,il càlonega si usa per minestre ha un sapore delicato che ricorda le castagne,il canalino con buccia un pò più spessa si presta per preparazioni un pò "grezze",lo spagnòl con buccia sottile è una pezzatura leggermente più grande dello spagnòlet.Una volta il fagiolo era la carne dei poveri,arrivarono da noi dopo la scoperta dell'America ma a quanto sembra gia gli egizi li coltivavano per offrirli alle loro divinità.
Nella zona del bellunese pare siano arrivati nel 1500,grazie ad un funzionario di Papa Clemente VII,nn ebbè però vita facile all'inizio, come i pomodori che si credevano velenosi.Con il passare degli anni una maggior informazione e un perfetto marketing;-)) il fagiolo diventò piatto importante nella cucina dei poveri,ricco di proteine e carboidrati, era perfetto per riempire le pance di chi aveva poco o nulla durante la guerra ma sopratutto dopo,quando davvero i fagioli rivestivano il compito di "salvavita"per coloro che grazie alla guerra avevano perso tutto.
Oggi i fagioli di Lamon hanno marchio I.G.P e quelli in vendita devono avere stamapto sulle confezioni la dicitura,Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese.
In vendita anche nei mercati se ne trovano a quintali, ma attenzione,perchè il più delle volte nn sono fagioli di Lamon,per carità saranno anche buonissimi ma nn sono di sicuro loro se nn riportano sulle confezioni le diciture sopra descritte!
Nel bellunese chi ha un giardino, per quanto piccolo possa essere,avrà di sicuro nel suo orto un pò di fagioli ;-)
Ieri sono andata a Milano e come tutti gli anni,mi aspettava un bellissimo sacchetto dei "gioielli di famiglia".Mia madre ne aveva messi un pò a bagno la sera prima e visto che la voglia di assaggiare i primi dell'anno,era davvero tanta ecco cosa ho preparato.Nn prima di averne mangiati un pò con cipolla rossa e prezzemolo fresco...;-)
I prossimi serviranno per minestre,contorni ecc..ecc..


TUBETTONI CON FAGIOLI E COZZE

500 gr di fagioli secchi fatti rinvenire in acqua(vanno bene anche i borlotti)

1 kg di cozze

500 gr di tubettoni

2 carote

1 pezzo di sedano

1 pomodoro grande maturo

1 patata grande

1 spicchio di aglio

1 peproncino

1 cipolla rossa

salvia

rosmarino

olio extra vergine

sale

Dopo aver messo a bagno i fagioli per 24 ore in acqua scolarli e sciaquarli.Preparare un battuto con sedano,cipolla,carote,aglio e peperoncino.In una pentola mettere dell'olio una volta caldo versare il battuto e far soffriggere aggiungere le patate tagliate a quadrotti il pomodoro pelato,il rosmarino e la salvia legati con un pò di filo bianco, far cuocere per 3 minuti aggiungere i fagioli coprire d'acqua,nn salare,Nel mentre in una padella insieme a olio, uno spicchio di aglio, fate aprire le cozze scolatele dal lor liquido,filtrate attraverso un panno e tenete il tutto in caldo.Una volta che i fagioli saranno teneri togliete la salvia e il rosmarino,con un mestolo togliete un pò di fagioli e brodo di cottura passateli al mixer rimettet in pentola,a questo punto aggiungete il liquido delle cozze,un pò di cozze sgusciate aggiustate di sale,riportate la minestra a bollore aggiungete la pasta,portate a cottura.
Noi una volta pronta la minestra aggiungiamo del basilico e delle foglie di timo limone,voi fate a piacere ;-)

14 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Buon dì cara Lory! È sempre bello leggere le tue storie! Sinceramente preferisco questi gioielli qui a quelli veri! Un piatto che scalda il cuore! Buona giornata, Alex

P@ola ha detto...

Lory,
mi permetto chiederti un consiglio.
Ci o meglio Mi insegni a comperare, a valutare cioè i Fagioli prima dell'acquisto ?
Mi accorgo di non sapere.
Fino ad ora avevo acquistato di tutta fretta nei supermercati di mezzo mondo: certo, avevo altro cui pensare...
Ma ora, ora che ho più tempo e desiderio di occuparmi del cibo, beh ora riconosco che mi mancano le competenze di base...

Lory ha detto...

@ Alex vero, vero anche perchè quelli di Lamon hanno raggiunto costi da veri gioielli !!!

@ P@ola certo che si,di varietà ce ne sono infinite,sono originari del Brasile e dell'Argentina,portati in Europa da Cristoforo Colombo.
E diversi sono gli usi,per ogni tipo di cottura puoi trovare il fagiolo adatto,i bianchi di Spagna,i fagioli all'occhio,gli zolfini(ma sveno totale)i fagioli neri,i fagioli Lima,i Coco,i toscani,quelli qui sopra descritti,il borletto ,il cannellino,i cilentani "regina" meravigliosi,i fagioli di Sarconi, insomma ce ne sono a centinaia,dimmi esattaemnte cosa vuoi sapere che ti mando una mail se vuoi ;-)

Aiuolik ha detto...

Sei proprio fortunata ad avere dei gioielli così preziosi!

Ciaoo,
Aiuolik

CoCo ha detto...

Proprio invitante il piatto (io la settimana scorsa ho fatto le tagliatelle con cozze e borlotti) ma ancora più interessante la storia e poi mi hai fatto venire una voglia di provare questi fagioli...anche se qua sarà difficile reperirli mi devo dare da fare su internet, baci

Viviana ha detto...

Mamma mia!!! (credo di aver iniziato la emtà dei miei commenti alle tue ricette così.. ma mi viene naturale appena vedo le tue ricette!!) Di questi fagioli non ne avevo mai sentito parlare.. dalla foto avevo pensato fossero ceci! cercherò di trovarli! un bacio splendido gioiello!

Adrenalina ha detto...

Anche noi avevamo una casa di famiglia che poi invece per avidità i parenti hanno voluto vendere, ne ho scritto sul mio blog, ricordi?
E i ricordi dell'infanzia sono sempre i migliori e questa zuppa mi ha fatto venire fame, doveva essere squisita. L'accostamento legumi e cozze è divino. :)

Excalibur ha detto...

questi fagioli farebbero la felicità di grimmo!! :)

Robi ha detto...

Mamma mia che meraviglia!!!

Lory ha detto...

@ Aiuolik,bene prezioso davvero altro che diamanti...ahahah!

@ Coco tanti anni fa,quando abitavo nelle Marche,capitava che in piena notte si arrivava a Gradara in un ristornate che se nn ricordo male si chiamava la Gradarina ;-)))
Bè faceva delle tagliatelle con borlotti e ragù che ricordo ancora ora ,mamma mia che mangiate!

@ Vivi,dovrebbero venderli anche online ,ma attenzione accertati che abbiano l'indicazione IGP e Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese,diversamente possono essere si fagioli di Lamon ma coltivati a Cuneo e nn scherzo nè!!! ;-))

@ Adre,si che ricordo che tristezza però ;-(

@ Fra,ho pensato davvero a Grimmo stamattina...ahahahah!
Quando sarete finalmente liberi dai lavori vi aspetto,a lui fagioli a te la Ma'kaira ok. ;-))

@ Grazie Roberta ;-)

Liùk ha detto...

ne avevo sentito parlare in vari modi ma gioielli di famiglia potevi solo nominarli tu:)

Excalibur ha detto...

Noi veniamo volentieri, per la tua cucina non faccio proprio la schizzinosa! Mangerei di tutto!Grazie carissima un abbraccio

P@ola ha detto...

Riprenderò il discorso Fagioli più avanti, quando sarò di nuovo un po' più calma.
(PS= Quando vengo, in questo giorni, a TO non ho neppure tempo per dormire causa le tante persone della mia famiglia che DEVO incontrare: mia mamma, mia cugina, mia zia ammalata di tumore, mia sorella, mia Nipote, mio Nipote, il Notaio... E' un momento altamente complicato, concedimi qualche mese di tempo, please.)

Ad ogni modo quali sono le qualità di Fagioli con la buccia più sottile ? Come avrai capito al momento per me è decisamente una questione di tempo !
Ciao

Lory ha detto...

Ti concedo cio che vuoi Paola ;-)))
Quelli con la buccia più sottile sono gli spagnòlet,di quelli citati li ho provati tutti, ma loro restano"secondo" me quelli con la buccia più sottile e delicata ;-)