martedì 25 settembre 2007

LA GIUNCATA...

La Giuncata abruzzese,anche detta sprisciocca in quanto veniva consumata subito dopo la spremitura:Una volta era in uso colarla in teli di lino adagiati dentro fuscelle di giunchi interecciati,da qui il nome... è un formaggio a pasta morbida bianchissimo e molto delicato è ottenuto dalla coagulazione presamica(coagulazione delle proteine e dei grassi) di latte crudo con caglio bovino.La cagliata viene rotta in pezzi nn piccoli e pressata leggermente dentro le fuscelle.Ha sapore di latte fresco,erba, con retrogusto dolce,va consumata in fretta entro 2 o 3 giorni.
Mi scuso ho segnato tutte le particolarità,ma nn il produttore ;-(

Dopo averne mangiata un pò in purezza,ho voluto preparare dei ravioli,l'unica accortezza è nn usare una sfoglia spessa e un condimento troppo aggressivo,devo dire che il risultato è stato strepitoso,la giuncata calda nel ripieno di pasta, sembrava appena fatta.
Il calore ha esaltato ancora di più i profumi di questo meraviglioso formaggio,la foto come sempre nn rende ;-( Ma voi andate di fantasia...ahahahah!


RAVIOLI DI GIUNCATA ABRUZZESE


Per la sfoglia


500 gr di farina 00

4 tuorli 1 intero

sale


Ripieno

400 gr di Giuncata

Qualche fogliolina di basilico

olio extra

sale


Battuto di pomodorini confit


Pomodorini

zucchero

1 punta di aglio

1 punta di origano e basilico

sale

olio extra nn forte


Preparare la sfoglia lasciarla riposare 30 minuti,schiacciare la giuncata con una forchetta,aggiungere qualche foglia di basilico,un pò di olio aggiustare di sale(la gincata è leggermente sapida).
Preparare la sfoglia tirandola sottile,in modo che la cottura sia rapida per evitare che il ripieno delicato si asciughi troppo,preparare i ravioli.
Mettere i pomodori ridotti in una piccola concassè,e conditi con tutti gli ingredienti in forno a 130° per 2 ore.
Cuocere i ravioli per pochi minuti e servire nel piatto adagiati sopra il battuto,nn mischiare,aggiungere olio,raccogliere con i ravioli un pò del batttuto e assaporare ;-)))

15 commenti:

stelladisale ha detto...

no no si capisce anche dalla foto che sono buonissimi,
buona giornata :-)

Excalibur ha detto...

Che posso dire...mi commuovo a vedere un formaggio della mia amata terra impiegato con tanta maestria! Devono essere deliziosi!

Viviana ha detto...

Che meraviglia Lory! Ogni mattina mi preparo psicologicamente prima di passare a vedere la voglia che mi farai venire vedendo le tue ricette.. e le tue foto!!!
piuttosto... ieri mi sono lavata i capelli... sono sicura che con quel balsamo lì sarebbero venuti molto + morbidi!! ah ah ah
baciuuuzzzz

Scribacchini ha detto...

Pure io mi preparo psicologicamente ogni volta e tutte le volte mi sconvolgi lo stesso. Soprattutto quando punti su queste cose meravigliosamente e perfettamente "semplici".
Grazie! Kat

Liùk ha detto...

la preparazione del formaggio mi procura sempre una certa malinconia... ricordo ancora quando con mia nonna riempivamo le forme in legno e le mettevamo ad "asciugare nella "cammia scua" la camera scura......

Tulip ha detto...

lory!
Che ne dici di fare il meme a cui ti ho appena invitata sul mio blog?

baci

Adrenalina ha detto...

Donna dai mille sapori sei stata nominata!!! Passa da me e scoprirai...

Alex e Mari ha detto...

Ah, la giuncata!! Mio padre era abruzzese e con l'Abruzzo ho un forte legame. Ogni volta che torniamo in paese, all'uscita dall'autostrada, prima ancora di rientrare a casa ci fermiamo a comprare una forma di giuncata e altro formaggio. BBBona e ricca di ricordi. Un abbraccione, Ale

k ha detto...

Mai mangiata la giuncata... Ma di che sa? Simile alla ricotta? La voooggliooo assaggiareeee!!!!!
baci

Lory ha detto...

@ Stelladisale,in casa ho un fotografo professionista(fratello) che se vedesse queste foto mi fucilerebbe ;-))

@ Ex,sorpresa! ;-)))

@ Se vuoi te ne mando un pò di quel balsamo...ahahahah! Però forse faresti meglio a venire qui e mangiarlo! ;-))

@ Kat,come scrissi tempo fà,quando le materie prime sono eccellenti,nn serve "pastrugnarle troppo" anche se so già che il prossimo piatto preparato con un prodotto d'eccellenza,causerà una serie di "tiri di padelle" nn indifferenti, su questa testa bacata ;-))). Penso però che quando hai assaggiato il prodotto in purezza è bello anche accostarlo in modo differente,del resto...meglio cambiare nèèèèèè! ;_)))

@ Liùk,quando entravo in certi posti,io avevo sempre paura dei lupi...ahahahahah!

@ Tulip,grazie lo farò dammi solo un apio di giorni ;-)

@ Adre,ccidenti ma quanto mi fischieranno le orecchie???...ahahahah

@ Ale(x) che bello quando il cibo ti ricorda l'infanzia!!!

@ K,appena fatta è simile alla ricotta dopo l'esterno dievnta un pò più solido della ricoota,ma al taglio e all'assaggio la scioglievolezza di quella crema ti porta in paradiso,e dolce e delicata,senza retrogusto acido,sa davvero di erba,lo percepisci netto! ;-))

CoCo ha detto...

Lo sapevo che trovavo qualcosa di delizoso, non posso più fare a meno del tuo blog

Adrenalina ha detto...

Lory....non l'ho capita -.-0

Lory ha detto...

Hai ragione,per il Meme sono stata invitata 3 volte ...:-)))

P@ola ha detto...

Ciao Lory,
ti lascio un saluto, peraltro un po' veloce e te ne chiedo scusa.
Sono solo temporaneamente a Loano.
Anche qui ho trovato la Giuncata. Beh non quella abruzzese, ma una Giuncata locale di...vicino a Savona. E' venduta alla Conad.
Lo scorso anno la avevo offerta ad alcuni miei amici stranieri, cosa che vorrei ripetere con altri amici. Sapresti indicarmi un accompagnamento per tale formaggio per offrirlo "nature" ?
Non sentirti obbligata a precipitarti a rispondermi...ho tutto il tempo che vuoi.

teresa ha detto...

Bellissima questa ricetta..io la giuncata l'ho scoperta da pochissimo(per un dolce fatto da poco)magari non il massimo da mangiarsi da sola,ma come ingrediente mi sembra ottima!