giovedì 26 luglio 2007

I MIRTILLI DI MONTAGNA...


Vicino a casa mia tra i monti cè un "personaggio"che coltiva prodotti bio, a dire il vero sono persone un pò strane ;-),ti vendono solo ciò che vogliono loro,così anche se noti dei pomodori bellissimi e lui nn è "in vena"...No mi spiace, ma nn sono in vendita (!!!????).Però quando rinsavisce ;-)) puoi comperare ciò che vuoi,trovi delle verdure e della frutta che sono una meraviglia,adesso e il periodo dei frutti di bosco e dopo marmellate, salse da mettere via per l'inverno, ecco cosa ho prepararto giorni fa...

RISOTTO MIRTILLI TREVISANA CON RIDUZIONE DI MORE E POLVERE DI SPECK

300 gr di riso vialone nano

1 cestino di mirtilli belli grossi

1 cespo di trevisana

1 etto di speck

50 gr di tomma di montagna

brodo vegetale

Vino bianco per sfumare

1 cestino di more

1 bicchiere di vino rosso corposo(io ho usato una bonarda)

1 scalogno

olio evo

Mettere a seccare in forno lo speck,ridurlo in polvere e tenere da parte.In un pentolino mettere il vino rosso insieme a mezzo bicchiere di brodo vegetale,2 cucchiai di olio e le more,far restringere per metà aggiustare di sale frullare con il mixer e passare al setaccio tenere in caldo.
In una pentola mettere l'olio e lo scalogno far soffriggere,far tostare il riso sfumare con il vino bianco cuocere per una decina di minuti con il brodo vegetale, aggiungere le foglie più tenere della trevisana lasciandole intere continuare la cottura,una volta cotto al dente il riso togliere dal fuoco aggiungere delicatamente i mirtilli,mantecare con la toma e l'olio,servire mettendo ai lati del piatto un pò di riduzione di more e polvere di speck.L'acidità della riduzione e la sapidità della polvere donano ai mirtilli e alla trevisana il giusto risalto,provate e poi ditemi! :-)

1 commento:

Ady ha detto...

Purtroppo la foto del risotto non riesco a vederla, ma vedo che hai anche panificato lassù, sai io come mi chiamo?
E sai Heidi come si chiamava?
Arrivooooooooooooo!!
Che belli Lory i tuoi panini e la marmallata! non so che sapore ha la lavanda ma posso immaginare.
meravigliosi questi post,emanano pace e tranquillità, come sempre quello che viene fuori da te!!!!!
Un abbraccio