sabato 14 aprile 2007

PISAREI E...




Ieri in un paio di battute su Gloricetta,venivo rimandata ad un suo post sui pisarei e fasò,piatto piacentino della cucina povera di un tempo,avendo io uno zio piacentino ho più volte avuto la fortuna di mangiare questa spendida pasta.che ho anche riprodotto più volte,ieri ho trovato delle triglie di scoglio freschissime,nn me ne volere Gloria, idem per dei broccoletti mi sono messa al lavoro...
Li dedico a Gloria ringraziandola per la ricetta(che riporto dal suo blog)


PISAREI TRIGLIE CON PESTO LEGGERO DI BROCCOLETTI


Per i pisarei(ricetta di Gloria)


Per la pasta:

farina 250 g
pane vecchio gratuggiato fine 250 g
sale
acqua bollente qb


Mentre il sugo cuoce, impastate i Pisarei. Con la farina fate una fontana sulla tavola, al centro mettete il pane gratuggiato e il sale. Bagnare il pane con tanta acqua bollente quanto basta ad inzupparlo bene. Quando il calore lo permette iniziare a impastare unendo la farina dai lati . Se occorre aggiungete un po' d'acqua per volta fino a raggiungere un impasto abbastanza morbido, ma non appiccicoso. Impastate bene e formate un grosso cilindro che metterete sotto un tovagliolo. Dall'impasto tagliate una fettina per volta e assottigliatela con il palmo delle mani fino a darle forma di una biscetta. Da questi lunghi e sottili cilindri, staccate dei pezzetti, che schiacciati leggermente con il pollice prenderanno la forma di un piccolissimo gnocco o meglio di un cavatello. Le dimensioni dovranno essere quella di un piccolo fagiolo . Procedete così fino ad esaurimento dell'impasto. Lasciateli riposare sulla tavola dopo averli leggermente cosparsi di farina.


Per il sugo


300 gr.Triglie freschissime

100 gr. Broccoletti verdi

1 cucchiaio di mandorle

qualche foglia di menta

qualche foglia di basilico

peperoncino

3 acciughe dissalate

vino bianco

brodo di pesce

olio al sedano(la ricetta è sotto ci sta proprio bene in questo piatto ma andrà bene anche olio normale)

la buccia di un'arancia tritata


Fate lessare i broccoletti,frullateli ancora caldi con un pò di brodo di pesce, le mandorle, il basilico e la menta aggiungete l'olio al sedano e tenete in caldo!

In una padalla fate rosolare le acciughe con un pò di peperoncino,aggiungete le triglie precedentemente pulite e sfilettate,sfumate con vino bianco e allungate con poco brodo di pesce,portate a cottura.

Ora vi riporto il sistema di cottura per i pisarei così come scrive Gloria...

Quando il sugo è pronto, lessate i Pisarei in abbondante acqua salata e quando verranno a galla lasciateli ancora qualche minuto e poi scolateli ( non troppo). ( se fossero troppo asciutti potete aggiungere un pò di acqua di cottura), aggiungete il pesto di broccoli e il sugo di triglie e mantecate. Dovranno risultare un pò "basotti" o per meglio dire; come un risotto all'"onda".
Servite con le bucce d'arancia spolverate sopra,ci stanno molto bene ;-)))


Grazie ancora a Gloria!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Che profumo i tuoi primi!

franny ha detto...

no, questi devo farli assolutamente!!!!! hanno un aspetto fantastico! Meritano assolutamente un link!

flat eric ha detto...

Bedda matri!
Lory, non mi sembra affatto male, anzi...
un unico dubbio, non è che le aliciuzze mascherano un pò la delicatezza delle triglie?
mi incuriosisce molto.
Eric

flat eric ha detto...

PS: vedo che sei andata dal grande prof. Pinetti!
e che ne pensi di "Fiamma dimenticata"?
Attendiamo.
Eric

Gloricetta ha detto...

Caspita che rivisitazione!!!! Niente male davvero, io non avrei mai azzardato cambiare una virgola della ricetta...ma questo sugo, devo dire, mi sembra la fine del mondo. Un grazie a te per aver ospitato la mia ricetta e penso che proverò la tua variante. Glò

Francesca ha detto...

che meraviglia di piatto SLURP SLURP

p.s. ma come fanno a volare questi biscotti qui sotto?