venerdì 27 aprile 2007

ANCORA UN GRAZIE A GLORIA ;-)



Ancora una volta ho rubato un'idea a Gloria e l'ho fatta mia(un grazie grande grande)
Ho solo cambiato "il contorno"...
Vi riporto integralmente la sua ricetta degli sformatini perchè quella è rimasta uguale uguale ;-)))


SFORMATINI DI GLORIA CON SALSA DI PATATE ALLE ROSE CON GAMBERI IN TEMPURA (Miii che titolo)


DA GLORICETTA

per 6 sformatini


broccoli "strascinati" (olio, aglio, acciughe e peperoncino) 250 grammi
pecorino stagionato grammi 50
uovo 1
farina 2 cucchiai
olio evo 1 cucchiaio
sale e pepe q.b.
Scottate in abbondante acqua salata i broccoli divisi in cimette. Scolateli al dente.
Mettete in una padella un pò di olio, uno spicchio d'aglio, 3 filetti d'acciuga e un peperoncino sminuzzato. Lasciate imbiondire l'aglio e spappolate l'acciuga. Aggiungete in padella anche i broccoli scottati, salate leggermente e lasciate insaporire bene. Coperchiate e lasciate cuocere qualche minuto. Togliete l'aglio, spegnete e lasciate raffreddare.
Frullateli nel blender. Sbattete un uovo con un pizzico di sale e pepe, unite il pecorino grattugiato, la farina e per ultimi i broccoli. Unite un cucchiaio di olio e distribuite il composto in 6 formine di alluminio spennellate d'olio e infarinate ( io ho usato le fantastiche formine a tortina in silicone ) cuocete in forno ( a 140°) a bagnomaria per circa 20 minuti. Servire gli sformati tiepidi.

Io ho usato piccoli stampini con un incavo nel mezzo...


SALSA DI PATATE ALLE ROSE


Patate a pasta bianca (ne ho usate 4 ma le dosi sono secondo commnsali ovviamente)

Una rosa nn trattata(ne ho di bellissime in montagna :-)))

Brodo di carne

1 pezzetto di speck(deve avere spessore)

1 scalogno

1 porro

olio EVO

Vino bianco per sfumare



Fare un soffritto con lo scalogno il porro e l'olio,aggiungere lo speck far soffriggere per un paio di minuti aggiungere le patate tagliate a tocchetti sfumare con il vino bianco ,togliere lo speck versare tutto il brodo(deve bastare a coprire le patate a filo)portare a cottura.
Una volta pronto frullare tutto passare al colino e quando è ancora caldo aggiungere qualche petalo di rosa fatto a pezzetti.

TEMPURA DI GAMERI

Ma lo sapete che la tempura nasce in portogallo e nn in Giappone? :-)))

Questa è la storia

Nel 1540 un temporale terribile portò al naufragio 3 portoghesi (che tornavano dalla Cina)sulle coste del Giappone.
I giapponesi li accolsero a braccia aperte,venuti a conoscenza del loro modo di cuinare i gamberi appunto con una sorta di pastella,fecero loro questo piatto che i portoghesi usavano cucinare durante le Quattro Tempora, giorni di digiuno e preghiera che ricorrevano quattro volte all’anno in corrispondenza delle stagioni.
Da qui il nome di tempura... :-)))
Di ricette in rete ne troverete a migliaia e tutte diverse una dall'altra,io uso sempre questa ricetta,anche se in molti usano mettere l'uovo io nn lo faccio per il semplice motivo che la tempura deve restare una pastella bianca e ben croccante con l'aggiunta di uovo,specialmente il tuorlo,questo nn avviene.
Alle volte aggiungo albume e lascio qualche grumo di farina,ma per altre preparazioni...

Farina di riso

Farina 00

acqua gasata freddissima

ghiaccio

(nn salo mai la tempura ma nessuna pastella in genere)

Mischiare il tutto dovrete ottenere un impasto molto denso,che andrete a ripore in frigo per un apio di ore.
Aggiungete i cubetti di ghiaccio,velate leggermente i gamberi e friggete senza far prendere colore.
Componete il piatto versando un cucchiaiono di salsa nel centro dello sformato posizionate un gaberetto,aggiungete acnora qualche pezzetto di rosa servite!

2 commenti:

Ady ha detto...

Non ho null'altro da dire Lory, se non: CHE POESIA......qualsiasi altro commenti sarebbe poco...
Baci

Lory ha detto...

Ma grazie Ady!!!